Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

DIY TV

Il mio nuovo mito è Hidden Frontier.


Non pensavo fosse possibile, ma ci sono persone che hanno messo in piedi delle nuove serie di Star Trek, persone cioè che girano episodi, con tanto di astronavi, costumi, attori, effetti speciali e simili.


 Star Trek: Hidden Frontier è al momento quella che mi piace di più e quella che conosco meglio (esistono ad esempio anche New Voyages, seguito della serie originale, e Star Trek: Andromeda, in tedesco). 


La serie è ambientata subito dopo Deep Space Nine e ruota intorno alla Starbase 12 ed all'astronave Excelsior, capitanata da Elizabet Shelby (personaggio apparso originariamente in The Next Generation).


I personaggi principali sono il Commodoro Knapp, il primo ufficiale Tolian Naros (un El-auriano, come Guinan), il dottor Englaar (un tellarite), il consigliere Elbrey (betazoide), Robin Lefler (anche lei personaggio di The Next Generation), il guardiamarina Barrett e il tenente McCabe.     


L'altra grande cosa di Hidden Frontier è che è in assoluto la prima serie Trek ad avere personaggi omosessuali.


Tutto è cominciato quando il tenente Aster ha avuto una cotta per Ro Nevin (fratello di Ro Laren di The Next Generation), interpretato dal mio nuovo mito Paris Bosserman (che ha però lasciato dopo la quinta stagione per suonare il basso in gruppo emo, credo, tali LoveHateHero, che hanno da poco pubblicato un album, e ora è cambiato l'attore).


Ro però faceva l'indeciso, così Aster si è messo con Jorian Zen (un trill).


Credo che la Paramount chiuda un occhio su questa palese violazione dei diritti d'autore in quanto il tutto è assolutamente senza scopi di lucro: gli episodi sono scaricabili gratuitamente qui.

                 

Pubblicato il 14/7/2005 alle 23.54 nella rubrica trekkin'.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web