Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

when the goin' gets though...


Il secondo volume di Athenaze pare all'inizio facilotto come il primo, poi di botto confluisce in Erodoto (abbastanza abbordabile) e poi in Tucidide (e le cose si fanno toste), per concludere con un centinaio di versi degli Acarnesi di Aristofane, che stanno qui solo perché Diceopoli è il nome anche del protagonista delle storielline iniziali. Leggendo i commenti su amazon, resta difficile farsi un'idea, si va da estimatori sovraeccitati a studenti demotivati. Boh.

Pubblicato il 29/5/2011 alle 19.14 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web