Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

libero di, libero da


Mario Lentano
(che mi piace sempre di più) si è ad un certo punto trovato a fare una trentina di ore di 'letteratura latina' agli studenti di un corso di laurea in "Conservazione, comunicazione e gestione dei beni archeologici", studenti che di latino sapevano nulla o poco. E quindi, anzichè adottare un manuale liceale od universitario che richiederebbe ben più di trenta ore di corso, ha fatto quello che ogni scrittore vorrebbe fare ed ha deciso di parlare solo di quello che piace a lui (ah! se potessi fare letteratura greca senza quasi tutto l'ellenismo e spiegare solo Omero per tre anni!).

E' venuta fuori questa veramente bella Introduzione (faziosa) alla letteratura latina, in cui, con una chiarezza invidiabile, si parla del rapporto intellettuali/potere, di Plauto, della storiografia romana, della poesia d'amore romana, di stoicismo ed epicureismo e delle novelle di Petronio ed Apuleio. Gli spunti sono tantissimi e scoprire che la Matrona di Efeso di Petronio ha un precedente in Fedro (se l'Appendix è sua) è stata una sorpresa, anche perché, giuro, non l'avevo mai letto in nessun manuale di letteratura.

Pubblicato il 14/1/2011 alle 19.39 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web