Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

true twilight


Sono più di 15 anni che la società contemporanea è invasa dai vampiri, a partire direi da Intervista col vampiro (nella cui colonna sonora i Guns 'n' Roses fecero per l'ultima volta qualcosa di decente, tanto per dare l'idea di quanto tempo sia passato).

Per quanto i vampiri mi stiano un po' indifferenti (e sono completamente immune da cose come Twilight), ho con enorme piacere scoperto True blood (qui la prima stagione), una serie creata da Alan Ball (il genio di Six Feet Under) ed ispirata ai romanzi di Charlaine Harris.

In True blood i vampiri sono fra di noi e lottano per i loro diritti, da quando, esistendo il sangue sintetico, non hanno più bisogno (quasi tutti, eh) di ammazzare vergini nelle notti di luna piena. La premessa pare scema, il risultato invece è brillantissimo - il fatto poi che la serie sia ambientata in Louisiana e che tutti parlino con un marcatissimo accento del sud, è un plus.

Pubblicato il 3/1/2011 alle 12.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web