Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

before three


Già qui scrivevo che il mio primo album su cassetta fu il fondamentale Falco 3, il terzo album di Falco, un genio della musica pop vergognosamente rimosso dalla coscienza intellettuale del mondo intero, ad eccezione dell'Austria, dove credo sia oggetto di culto divino.

Beh, ora è uscita l'edizione celebrativa per i 25 anni del disco. E' così si riscopre perché Rock me Amadeus, Vienna calling e Jeanny fossero delle cose assolutamente incomprensibili, non tanto perché in tedesco (e temo che prima dell'inglese mi fossi cimentato nella traduzione di classici come Junge roemer) ma perché, al tempo in cui a Sanremo vincevano cose come Ci sarà di Al Bano e Romina, non pensavo che la musica pop potesse essere altro.

Con Falco 3, e non sto scherzando, mi si è aperto un mondo.

La nuova versione dell'album aggiunge delle extended versions imperdibili, qualche rarità e, visto che non sono stato il solo a capire che c'era del genio lì dentro, una nuova versione di Jeanny, fatta, udite udite, dagli Hurts:

Pubblicato il 4/12/2010 alle 20.50 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web