Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

signora Longari!


Non serve essere particolarmente maliziosi per fraintendere il significato del 'passero' che piace tanto alla Lesbia di Catullo.

Per smontare quella che lui stesso chiama 'pornocritica', c'è la raccolta degli scritti catulliani di Alfredo Ghiselli che per metà è dedicata a questioni testuali del carmen 2 e che per metà ad altro (un epigramma di Meleagro, i carmina 3 e 107 di Catullo, un ricordo di Giovanni Battista Pighi).

Alcuni interventi sono condivisibili, altri meno, ma la pecca di tutto il lavoro è lo stile involuto e contorto ("Ora, se vale il criterio dell'indiretto libero, il credo in reject che va riferito non al testo seguente, bensì al testo precedente, parrebbe non poter spiegarsi se non come riflessione sul codice, quanto a dire sull'insopportabile dolor o, se si vuole, sull'intero sintagma", p. 41).

Quando la filologia si fa del male da sola.

Pubblicato il 31/10/2010 alle 14.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web