Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

cani sciolti


Di solito, quando i cantanti di un gruppo si ritagliano il tempo per fare un disco solista, sono disastri (e pensare cosa potrebbe fare Bono se non ci fossero gli altri U2 a contenerne le derive messianiche). Quindi, quando si è saputo che Brandon Flowers avrebbe per un po' lasciato da parte i Killers per fare questo Flamingo, mi sono preoccupato, e non poco, anche se la produzione, in gran parte affidata a Stuart Price, ha in parte attenuato i rischi di una deriva springsteeniana che non sarebbe stata sopportabile. Alla fine, il risultato è discreto, il primo singolo, Crossfire, ha i suoi momenti, l'iniziale Welcome to the fabulous Las Vegas è epica e Playing with fire è splendida. Ciò non toglie che, dopo la ricreazione, è il caso di tornare a fare i Killers, eh.

Pubblicato il 9/9/2010 alle 12.25 nella rubrica Ciarts.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web