Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

nel nome del popolo

Visto che l'orazione Per l'uccisione di Eratostene di Lisia si è rivelata un buono spunto per approfondire il diritto greco, mi sono (ri)letto tutto Lisia, nell'edizione della Loeb, dove trovano spazio ben 34 testi (tra originali, spuri e qualche estratto via Dionigi di Alicarnasso); così ho ritrovato la vecchia Contro Eratostene fatta al liceo, l'intrigante Contro Simone, la sempre vivace Per l'invalido e altre meno note, ma significative perché, ad Atene, quando un cittadino veniva nominato a una qualche carica pubblica, doveva poi dimostrarsene degno di fronte ad un collegio giudicante, pena la decadenza della carica – e di solito Lisia gli scriveva il discorso.

Pensate un po' se oggi si dovesse dimostrare la 'dignità' di gente come Brancher...

Pubblicato il 26/6/2010 alle 19.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web