Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

e bush sembra l'unico serio



Race of a lifetime (titolo inglese, negli USA si chiama Game Change) è probabilmente il libro definitivo sulle elezioni del 2008, ma potrebbe anche darsi, visto che le dichiarazioni raccolte sono in forma anonima, che sia tutto inventato.

In tal caso, è divertente vedere come John McCain sia un incosciente, John Edwards un essere ignobile, la moglie non l'eroina che si crede, Barack Obama una specie di dio in terra, Bill Clinton una mina vagante, Hillary Clinton una sorta di Medea pronta a tutto - davvero a tutto - pur di vincere, Joe Biden un tontolone e Sarah Palin una pazza per la quale dalle parti repubblicane si meditava davvero di chiamare uno psichiatra.

Nel caso sia tutto vero, viene da piangere.

E' comunque una lettura gradevolissima ed è pure scritto bene, non fosse per l'ignobile tendenza a creare neologismi tipo Hillaryland o McCainworld...

Pubblicato il 9/2/2010 alle 22.49 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web