Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

on and on you're just another brick in the wall, o no?


Mentre da noi Facebook è fonte di dibattiti 'politici', in Inghilterra è stato usato per promuovere una campagna contro il dominio del vincitore di X Factor nella classifica natalizia (un fanciullo con l'aria un po' da ebete, tale Joe McElderry, per il cui debutto gli hanno fatto incidere la più terribile canzone di Miley Cyrus, The climb).

Un paio di tizi hanno invitato i ggiovani a ribellarsi acquistando Killing in the name, un'oscura canzone dei Rage Against The Machine che nel 1993 fece 'scandalo' per via delle 'parolacce' che conteneva.

La cosa divertente è che il grazioso Joe incide per la Sony; indovinate un po' qual è la casa discografica dei ribelli RATM? La Sony, esatto.

Pubblicato il 20/12/2009 alle 21.47 nella rubrica Ciarts.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web