Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

coming up

Pet Shop Boys; Love etc. : l'impressione è che sia in giro da sempre ma, in realtà, il singolo esce lunedì, con un paio di inediti e remix ad opera, fra gli altri, di Kurd Maverick e Gui Boratto. L'album, Yes, esce il 23. Il video è, come dire, insolito:

Oasis; Falling down: da qualche tempo gli Oasis hanno scoperto l'esistenza dei 'remix' e così il terzo estratto da Dig out your soul è rivisitato, tra gli altri, dai Prodigy, dai Chemical Brothers e dagli Amorphous Androgynous – questi ultimi si scatenano e il loro 'monstrous psychedelic bubble mix' è una monumentale 'cosa' da 22 minuti e mezzo, che credo risulti apprezzabile solo sotto l'effetto di stupefacenti.

Barry Manilow
; The greatest songs of the eighties: per la serie 'ho visto cose che voi umani... ', Barry Manilow è capace di far sì che ogni canzone (anche Never gonna give you up di Rick Astley) sembri Copacabana. Davvero spaventoso.

Peter Doherty; Grace/Wastelands: a me pare un po' pretenzioso il fatto che ora si chiami PeteR. Il primo singolo, Last of the english roses, merita un ascolto, non solo per la deriva omofila del video:

Pubblicato il 14/3/2009 alle 14.20 nella rubrica Ciarts.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web