Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

saez; jeune et con (1999)

Chi è questo: fanciullo francese di madre algerina e padre spagnolo, ha avuto un po’ difficoltà a ripetere il successo del suo primo album (Jours étranges) con i due dischi successivi (God blesse e Debbie); l'anno scorso ha fatto un triplo album (!) in cui sembra Jacques Brel e a metà mese esce Yellow tricycle.

La musica: lo so che ‘rock francese’ suona un po’ inquietante (però ‘rap francese’ è certamente peggio), ma comunque va più che bene, se è così (qui, invece, è in versione acustica).

Le parole: sono state il miglior commento per gli incidenti nelle banlieu di qualche anno fa. Jeune et con vuol dire 'giovani e coglioni' e la canzone è un meraviglioso manifesto generazionale di una generazione che non crede più in niente (Encore elle va bien s'amuser puisqu'ici rien n'a de sens / Alors on va danser, faire semblant d'être heureux) mentre intorno 'loro' sono vecchi e pazzi ed il mondo se ne frega di chi dorme sotto i ponti (Puisqu'ils sont vieux et fous / Puisque des hommes crèvent sous les ponts / Mais ce monde s'en fout). E nel bieco nichilismo che tutto avvolge, da buon eroe romantico Saez trova senso solo nell'Amore (Mais je sais qu'on est quelques milliards à chercher l'amour). Il modo in cui, verso la fine del brano, canta Encore un jour se lève sur la planète France / Où j'ai depuis longtemps perdu mes rêves è struggente e degno della Pléiade, oui.

Cheremone’s corner: vaghissimo ricordo del video intravisto secoli fa a Brand: new (che era l’unico programma decente di Mtv Italia, con il buon Massimo Coppola – che pare ora essere direttore editoriale della sempre notevole Isbn edizioni). Poi mi sono ricordato di lui quando vivevo a Losanna e me ne sono innamorato.

Pregnanza socio culturale: a suo tempo ho scoperto con una certa sorpresa che a un certo punto è stato ospite di un programma di Celentano (!). Una delle cose più belle che ha fatto è Fils de France, una canzone scritta e incisa di getto quando Jean-Marie Le Pen passò il primo turno delle presidenziali francesi nel 2002. In Francia credo sia un ‘artista di culto’.

Pubblicato il 7/3/2009 alle 14.9 nella rubrica songs.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web