Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

coming up

Johnny Flynn; A larum: fanciullo londinese che fa, orrore orrore, tipo country. Eppure questo suo primo album si lascia ascoltare molto piacevolmente.

Scooter; Jumping all over the world; per motivi a me ignoti, questi teutonici urlatori hanno recentemente spodestato Hard candy di Madonna dalla vetta della classifica inglese. In questo nuovo singolo campionano, senza un perché, la vecchia A glass of champagne dei Sailor. Da segnalare che nell’album rifanno anche Neverending story di Limahl...

Radiohead; The best of: la EMI pubblica un’antologia (in edizione singola e doppia) del materiale di cui ha i diritti, mentre i Radiohead se ne lamentano (ma ho come il sospetto che ne accetteranno i proventi). Consigliata a chi ritiene Kid a un filino ‘ostico’.

Eddie Cochran; The very best of: inizio aneddoto personale - da piccolo, ascoltavo Radio Deejay e ogni tanto c’era il giochino di indovinare la canzone che passava. Riconobbi C’mon everybody di Eddie Cochran, chiamai e vinsi una tuta (!) - fine aneddoto. Per chi non è interessato all’aneddotica, questa raccolta contiene il rock’n’roll come dovrebbe essere ed è stato (1953-1960, più o meno).

Pubblicato il 31/5/2008 alle 13.40 nella rubrica Ciarts.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web