Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

coming up

Robyn; Who’s that girl: dopo il trionfo di With every heartbeat (e la non convincentissima Be mine), Robyn ci prova con una canzone che, uno, non è una cover dell’omonimo brano di Madonna e, due, è meglio.

Portishead; Third: ci hanno messo tipo 11 anni, ma ecco finalmente il loro terzo album (che si chiama, er, ‘terzo’). Ed è assai diverso dai precedenti, direi

Rick Astley; The ultimate collection: sarà per via di questa cosa (si viene ‘rickrollati’ se si seguono link come questo: esclusivo! Mario Adinolfi nudo!) ma ora Never gonna give you up è uno dei video più visti su YouTube (tipo 11 milioni di contatti) ed ecco quindi un’antologia che ci ricorda perché questo fanciullo ebbe un grande successo a fine anni ’80...

Amit; Songs in a key of mine: una decina di anni fa, quattro fanciulli svedesi ebbero un vago successo rifacendo canzoni degli Abba (qui Mamma mia) e di Nick Kamen (qui I promised myself – un capolavoro). Ora uno di loro, Amit Paul, ha fatto un album, non proprio sulla stessa lunghezza d’onda delle cose precedenti (qui canta Leavin’)

Pubblicato il 27/4/2008 alle 21.4 nella rubrica Ciarts.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web