Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

sanremo 2008 - 3

Non so se correggere i compiti di greco del I guardando Sanremo mi renda più buono o più cattivo, ma il trash dei duetti e la psicosi Berté fanno ben sperare.

E infatti la Berté non delude, sembra la matta che infestava il 913 quando lo prendevo da scuola 15 anni fa e Spagna pare la contessa Du Barry (sì, ho comprato i dvd di Lady Oscar).

Perché il cantante dei Finley canta in italiano come se fosse inglese, come ad esempio quando storpia 'tttesta' in Adrenalina?

I ggiovani tenderanno anche a confondere modi e tempi (un aoristo presente suona strano, no?) ma sono abbastanza convinto che Frankie Hi Energy abbia appena detto 'avatici' al posto di 'atavici'.

A me l'incantevole Yael Naim (sì, è la canzoncina del MacBookAir) pare tanto l'Emilia di Big world.

Si potrebbe discutere per ore se è invecchiato peggio Simon Le Bon, Tony Hadley o Paolo Meneguzzi.

Quando uno si rende conto che pure la scorsa volta Toto Cutugno si portò Annalisa Minetti, si capisce che è ora di andare a dormire, no?

Pubblicato il 28/2/2008 alle 21.24 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web