Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

sanremo 2008 - 1

(post aggiornato in tempo reale, se succede qualcosa di significativo: non, ad esempio, la valletta che si commuove)

In preda a milioni di compiti e compitini da correggere e/o preparare, non posso esimermi dal seguire Sanremo; prima di tutto però, vorrei ricordare a chi non lo sa che Little Tony è il presidente della giuria che sceglierà il rappresentante di San Marino all’Eurofestival di maggio e che pare che i Jalisse abbiano davvero presentato una canzone per l’evento (Tra rose e cielo, pare si chiami).

Detto questo, possiamo iniziare, notando che Chiambretti ha smesso di essere divertente intorno al 1993 e che Pippo Baudo autoparodico è imbarazzante.

Lasciamo stare poi il fatto che Paolo Meneguzzi sarebbe una ‘icona dei giovani’.

La canzone di Frankie Hi Energy non è niente di che, ma è gradevole. Trovo però decisamente più interessante questo 'mashup' di Ta-dah degli Scissor Sisters (che si può scaricare legalmente qua).

Sanremo si fa ggiovane con la canzone di Fabrizio Moro che all'inizio pare Gente della notte di Jovanotti. Che sia il Sanremo più pizzoso della storia?

Avevo già sentito dire tutto il male possibile sulla canzone di Anna Tatangelo. Non era abbastanza, perché è veramente terrificante. E questo senza chiedersi cosa sia 'il cuore di un pupazzo'.

Proprio l'altro giorno parlava con un amico di quanto Torino sia ormai da anni (Statuto, Subsonica et similia) il centro musicale d'Italia, ed ora, tanto per smentirmi, ecco una  boyband pseudo emo (Melody Fall) di Torino. Orrore orrore.

Pare che la canzone di Eugenio Bennato sia tecnicamente identica a Tanti auguri di Raffaella Carrà. Per fortuna che Tricarico è sempre Tricarico.

Pubblicato il 25/2/2008 alle 22.7 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web