Blog: http://cheremone.ilcannocchiale.it

coming up

    Prima di cominciare, un paio di notizie divertenti sugli Evanescence: pare che Amy Lee (la cantante) sia così insopportabile che tutti gli altri membri lasciano il gruppo; d’altro canto, pare che lei si sia sposata con il suo terapista. Altra cosa carina è che uno sponsor si è ritirato dal tour di Gwen Stefani. Perché? Beh, sembra sia infastidito dal coinvolgimento di Akon nello ‘spettacolo’. Ecco invece cosa esce in questi giorni:

Booty Luv; Shine: vecchia canzone di Luther Vandross, ripresa da queste due fanciulle inglesi. Definita ‘amazing’ da PopJustice.

BWO; Chariots of fire: i sempre gradevoli BWO pubblicano ora in Inghilterra Chariots of fire, ma in Svezia è imminente l’uscita di Save my pride... questa cosa delle uscite diverse nei vari paesi rende le cose sempre più complicate...

Maroon 5; Makes me wonder: non ci sono parole per dire quanto questa ‘cosa’ sia sbagliata.

Snow Patrol; Signal fire: la colonna sonora di Spiderman 3 comprende un inedito dei Killers (Move away) e pure questa nuova canzone degli Snow Patrol, che ormai cercano disperatamente di rifare Chasing Cars ad ogni uscita...

Linkin Park; Minutes to midnight: risibile nuovo album di un gruppo il cui cantante si chiama ‘Chester

Tiga; You gonna want me: non è chiaro perché, ma solo ora si affacciano sul mercato dei remix dellla collaborazione fra Tiga e Jack degli Scissor Sisters... qua il video

Mutya Buena; Real girl: prima un gradevole duetto con George Michael (This is not real love), poi la collaborazione con i Groove Armada (Song 4 Mutya), ora questa Real girl che, malgrado campioni l’insopportabile Lenny Kravitz (!), è fantastica... c’è chiaramente vita oltre le Sugababes...

Rufus Wainwright; Release the stars: Dopo un po’ di album osannati dalla critica ma misconosciuti dal pubblico (quello che ascolta i Maroon 5 e i Linkin Park, tanto per ricordare cosa si intende per ‘pubblico’ nel mondo), lo chansonnier canadese ha deciso di fare un disco ‘commerciale’. Malgrado questo, è un capolavoro. Tanto per dare un’idea della cosa, qui sotto c’è Rufus che canta Casanova in hell coi Pet Shop Boys (Neil Tennant è tipo produttore di Release the stars)

Pubblicato il 13/5/2007 alle 14.8 nella rubrica Ciarts.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web