.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

27 settembre 2005
it's grim up north 03

    (parte 01; parte 02) La domenica mattina non poteva mancare una full english breakfast e una curiosa scoperta, tipica del posto (se siete davvero fortunati, dice la Lonely Planet): il black pudding.     
    Ora, sebbene esso sappia di cereali, è fatto con, attenzione attenzione, carne di maiale, lardo di maiale e sangue di maiale. 
    Ma mangiato insieme a funghi fritti, pomodori pelati fritti, toast, uova strapazzate, pasticci di patate e fagioli al sugo non sembra così terribile (per tenersi sul leggero, uno dei davide ha optato per una torta al cioccolato), mentre noi, japanese style, fotografiamo il piatto della colazione. 
    Terminata la colazione, è arrivato il momento di sottoporre il bachelor a una serie di umilianti prove, quali: 1) trascorrere l'intera mattinata con un kilt addosso (esiste una foto che dimostra che l'ha indossato nella maniera tradizionale, ma purtroppo non è pubblicabile); 2) andare in giro senza soldi, con solo la carta d'identità (per facilitare l'identificazione del cadavere, non si sa mai) e procurarsi una banana; 3) farsi una foto insieme a un vecchietto locale; 4) farsi una foto con un poliziotto mentre entrambi fanno il saluto scout. 
    Lo spirito di iniziativa del bachelor lo porta in realtà a svolgere le prove con relativa facilità: come poi ci ha raccontato, è andato in un ristorante italiano (ha un sito!) dove non ha trovato nessun connazionale ma un fanciullo del luogo che lo ha aiutato a procurarsi la banana, lo ha portato alla stazione di polizia (!) e gli ha pure presentato un pastore (nel senso di prete) che lo ha aiutato a trovare le vecchiette per la foto - il pastore tra l'altro aveva pure studiato 8 anni in Italia e quindi il bachelor non ha neanche dovuto ricorrere al suo basic english (il pastore, convinto, come tutti i protestanti, che i cattolici passino il tempo a confessarsi, gli ha detto che avrebbe dovuto parlare con il suo sacerdote, avendo saltato la messa domenicale alla ricerca di frutti esotici e di ottuagenari locali).  
    Ci siamo riuniti a mezzogiorno e mezza e abbiamo visitato il castello di Durham e abbiamo imparato le seguenti cose: il motto della monarchia inglese (Dieu et mon droit) è in francese perché Guglielmo il Conquistatore era normanno; in una stanza del castello c'è un tavolo del 1500 più grande delle porte della stanza stessa; in una limpida separazione tra stato e chiesa, la contea di Durham era governata da un Vescovo Principe (Prince bishop); rompere pezzi della cappella privata del vescovo è azione guardata con sospetto, non c'è it wasn't me! che tenga. 
    Abbiamo poi visitato la cattedrale, all'interno della quale c'è, giuro, una colonia di pipistrelli - pare che se uno trova un pipistrello per terra deve sollevarlo delicatamente e metterlo a fianco di una parete. 
    Non soddisfatti della leggera colazione, a pranzo abbiamo ulteriormente sgravato, dedicandoci a baked potatoes e onion rings towers (anelli di cipolla fritti impalati uno sull'altro - great for sharing!), mentre io ho anche ritrovato il Movenpick, cosa che ha risvegliato lo svizzero in me. Il pomeriggio ci siamo dati allo shopping (Jamie Cullum! Antony & The Johnsons! Il nuovo libro di Dava Sobel! Niente che non avrei potuto ordinare via web, ma così è più divertente) e poi abbiamo ripreso un taxi, solo che stavolta non siamo riusciti a infrangere la legge e abbiamo dovuto prendere due macchine, che tra l'altro hanno fatto una strada particolarmente lunga e diversa da quella dell'andata (me ne sarei accorto se anche il giorno prima fossimo passati a fianco di un gruppo di mucche in mezzo a un paesino sperduto, no?) e infatti abbiamo speso 10 sterline in più. 
    In aeroporto abbiamo speso tipo 3000 sterline in videogiochi (ma io ho anche comprato The Times, tanto per darmi un'aria) e abbiamo ripreso l'aereo per Roma
    Stavolta nessuno ha vomitato (anche se il volo è stato un po' turbolento) e in compenso ho scoperto come aprire una toilette chiusa dall'interno su un Boeing e ho vinto a Scarabeo in inglese, sebbene m. , peter (le sue parole: by; and; no; at; dog; cat) e davide non volessero accettare sliver che secondo me esisteva e secondo loro no (esiste!), mentre il bachelor e l'altro davide cercavano sull'iPod Cotton Eye Joe dei Rednex (il fatto che abbiano ancora un sito desta stupore). 
    Per chiudere in grande l'addio al celibato, a Ciampino ci aspettava un pulmino procurato da davide che ci ha riportato tutti nelle varie case. Allegra sveglia alle 6.20, visto che avevo la prima ora, ma, e sarò patetico, that's what friends are for...




permalink | inviato da il 27/9/2005 alle 21:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte