.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

13 maggio 2011
musica
eurovision 2011 - 2
La prima semifinale non è stata granché, ma stasera potrebbe succedere di tutto, persino una canzone decente da parte della Bosnia-Erzegovina – ma anche no.

L'Austria torna all'Eurofestival dopo 4 anni, con una ballatona che a me non piace ma che potrebbe anche passare il turno.

L'iniziale entusiasmo per gli olandesi 3JS (potrebbe essere una boyband???) è presto smorzato, mentre il Belgio, pur impegnato nella crisi di governo piùlunga della storia dell'umanità, riesce a mandare qualcuno e l'anno scorso ha pure avuto risultati ottimi, contro ogni aspettativa – quest'anno la buttano sul sestetto vocale e prevedo andrà peggio. Noiosa ballatona anche da parte ucraina e slovacca – mi sembra limpido che il migliore dei paesi balcanici sia stata la Serbia di martedì sera.

Sorvoliamo sulla Moldavia (con omaggio nei costumi ai Pet Shop Boys circa 1993) e prepariamoci alla Svezia...

… dunque, la coreografia è stata impeccabile (ma i vetri non dovevano rompersi tutti e tre?), la canzone resta eccezionale nel suo trash (strofa simbolo: “don't say it's impossible, 'cos I know it's possible”), la voce di Eric Saade resta coperta da quella dei coristi nel caso non ce la faccia e la musica è forse sovrastante. Il turno lo passerà, ma non è detto che vinca, ahimé.

(c'è stata nel frattempo una cosa etnica di Cipro che forse meritava più attenzione)

Dana International, per Israele, è dieci spanne sopra tutte, va detto. Ed è vestita da Jean-Paul Gautier, tié.

La Bielorussia, credo per ordine del dittatore bielorusso che il nostro ministro della difesa ignora, fa una canzone che si chiama “Io amo la Bielorussia”. Se viene elimata rischia un campo di rieducazione.

Ho il sospetto che solo a me piaccia la Lettonia.

Ho scoperto come votare dall'Italia!

L'Irlanda ha davvero mandato i Jedward, due terrificanti gemelli usciti tipo da X Factor e letteralmente raggelanti.

Ed alla fine, ecco i 10 che arrivano in finale sabato...Estonia (a me non convince, ma è tra le favorite)... Romania... Moldovia (!)... Irlanda (!!)... Bosnia-Erzegovina (!!!)... Danimarca... Austria... Ucraina... Slovenia... e S V E Z I A !

(l'elimazione di Israele è scandalosa, e peccato per Cipro e Lettonia)

Sabato la finale, con i 10 di martedì, i 10 di oggi ed in più Italia, Francia, Spagna, Germania e UK...

28 dicembre 2010
musica
cheremone's 2010 top 40 - 2
(qui le posizioni 40-37)

36 / Mylène Farmer; Oui mais... non. Come si diceva qui, c'era molta apprensione per il nuovo album di Mylène Farmer, ma questo primo singolo, scritto da RedOne, ha dissipato ogni dubbio.

35 / Joe McElderry; Ambitions. Il fanciullo vincitore dell'X Factor inglese del 2009 ha fatto un non terribile singolo, che è poi una cover dell'originale dei norvegesi Donkeyboy,  cui ha aggiunto un curioso balletto che, sorprendentemente, funziona.

34 / Stromae; Alors on danse. Altro successo francofono, decisamente ipnotico:

33 / Travie McCoy; Billionaire. Probabilmente la prima canzone al mondo a citare la rivista Forbes.

32 / Martin Solveig ft. Dragonette; Hello. Qua siamo dalle parti del puro genio, in primis perché finalmente i Dragonette hanno una canzone che può essere definita un "successo" e poi perché l'idea dei dj che fanno un torneo di tennis è eccezionale:

31 / Gorillaz; On melancholy hill. E' curioso che, in un album pieno di ospiti di grandissimo nome come Plastic beach, la cosa più semplicemente bella sia una delle poche canzoni senza ospiti di richiamo. Bravo, Damon:

30 / Scissor Sisters; Fire with fire. Confermo l'uso dell'aggettivo "perfetto", già da maggio.

(continua)
25 maggio 2010
musica
eurovision 2010 - 1
  
Premesso che sono ancora alquanto turbato dal finale di Lost, questa è la sera della prima semifinale dell'Eurofestival, in cui 17 paesi lottano per 10 posti nella finale di sabato. Il tutto si svolge ad Oslo in Norvegia visto che l'anno scorso ha vinto lui. Per quanto sia possibile vedere lo spettacolo on-line, cercherò come al solito qualche canale balcanico sul satellite, visto che l'inquietante fanciullo serbo porta davvero una canzone scritta da Goran Bregovic. Qui, al momento, si tifa Germania, poi vediamo che succede...

21:08 I primi in gara sono i moldavi e, a essere sinceri si è visto di meglio. I commentatori rumeni che sto seguendo io ne sono comunque entusiasti. Segue la Russia (che vinse ai tempi di Dima Bilan - la cui carriera internazionale tragicamente non pare essersi materializzata) che ormai gioca al ribasso e porta una canzone che è esattamente come uno teme possa essere una canzone russa...

21:13 Arriva l'Estonia, che ha chiaramente problemi di pronuncia con l'inglese e che spero sia eliminata subito. Non pongo grandi speranza nella Slovacchia ma la fanciulla, vestita come una betulla, è intrigante. Peccato che la canzone non decolli... speriamo nel folk finlandese...

21:32 Finlandia e Lettonia scorrono indolori (intanto si spiega che i 10 che passeranno in finale saranno scelti al 50% dal televoto e al 50% da delle giurie di qualità) e quando arriva la Serbia ormai sono conquistato. Si resta nei Balcani con la Bosnia-Herzegovina, che va meno sull'etnico e tenta un'improbabile pezzo metallaro. Ne, credo si dica.

21:45 La Polonia tende sempre ad arrivare ultima e ci saranno le sue ragioni; negli ultimi anni il Belgio ha avuto risultati spaventosi (l'anno scorso sono arrivati ultimi con 1 punto - ma nel 2003 sono arrivati al secondo posto); quest'anno, visto che rischiano di scannarsi tra fiamminghi e francofoni, hanno optato per una canzone in inglese - un po' melensa, ma le giurie potrebbero premiarla. Malta, d'altro canto, a me sta simpatica, ma nella biografia della fanciulla leggo che si vanta di una collaborazione con Gigi D'Alessio e la canzone sembra una cosa uscita diretta dall'X Factor inglese...

21:57 Giova notare che in meno di un'ora sono passate più di dieci canzoni, mentre da noi a Sanremo a quest'ora saremmo ancora ai patetici siparietti della Clerici (ecco perché non faccio più i post sul festival - uno si addormenta prima di aver qualcosa da scrivere). Intanto, dopo l'Albania, arriva la Grecia (che di solito adoro), la cui canzone inizia esattamente come Maria di Ricky Martin ("ueppà") poi sembra La isla bonita di Madonna rifatta coi Gogol Bordello e io sono in estasi dionisiaca. Epici. Mancano solo quattro paesi, poi si vota...

22:15 Arrivano Portogallo, Macedonia, Bielorussia e Islanda (la canzone è in parte in francese ed è un classico postmoderno). Finita la cosa, devono passare Grecia, Serbia e Islanda, sennò mi deprimo...
20 dicembre 2009
musica
on and on you're just another brick in the wall, o no?

Mentre da noi Facebook è fonte di dibattiti 'politici', in Inghilterra è stato usato per promuovere una campagna contro il dominio del vincitore di X Factor nella classifica natalizia (un fanciullo con l'aria un po' da ebete, tale Joe McElderry, per il cui debutto gli hanno fatto incidere la più terribile canzone di Miley Cyrus, The climb).

Un paio di tizi hanno invitato i ggiovani a ribellarsi acquistando Killing in the name, un'oscura canzone dei Rage Against The Machine che nel 1993 fece 'scandalo' per via delle 'parolacce' che conteneva.

La cosa divertente è che il grazioso Joe incide per la Sony; indovinate un po' qual è la casa discografica dei ribelli RATM? La Sony, esatto.
15 novembre 2009
musica
coming up

Queen; Absolute greatest: ne parlavamo qui.

Arctic Monkeys; Cornerstone: la loro più bella canzone da Humbug esce finalmente come secondo singolo. Il video è incredibile, ma è davvero ora che qualcuno intervenga sul taglio di capelli di Alex Turner:

X-Factor Finalists; You are not alone: a suo tempo ci 'regalarono' una versione di Hero di Mariah Carey, quest'anno i finalisti dell'X Factor inglese hanno scelto la peggior canzone di Michael Jackson (manco scritta da lui!) e ci riprovano. Da evitare a tutti i costi.

Frankie Goes To Hollywood; Frankie say greatest: premesso che questi hanno in tutto fatto DUE album e che con questa sono TRE antologie, qui dentro ci sono tre canzoni (Relax, Two tribes e The power of love – e Rage hard, che da piccolo mi piaceva tanto e mi sembrava significativa) che TUTTI dovrebbero avere e che probabilmente già hanno. Per farci ricomprare lo stesso disco quattro volte, ora annesso c'è un secondo cd di remix (un 'sex mix' di Relax che dure SEDICI MINUTI, ad esempio), di rarità (come i Frankie che rifanno Marc Bolan e David Bowie) non sempre 'essenziali' e qualche nuovo remix di Relax (con tanto di video, in cui fa piacere rivedere Holly Johnson vivo e vegeto e sovversivo come lo era 25 anni fa).

Shirley Bassey; The performance: pare che a 12 anni il piccolo Rufus Wainwright cantasse a squarciagola il tema di Goldfinger, cantato da questa signora 72enne che è, tuttora, una delle voci più belle della musica inglese. Anni dopo, Rufus firma per lei Apartment, i Manic street preachers scrivono The girl from Tiger Bay e i Pet Shop Boys toccano vette mai toccate prima con The performance of my life. Quest'album è già un 'greatest hits':

4 gennaio 2009
musica
cheremone's 2008 top 40 - 3
(continua il conto alla rovescia verso il #1 dell'anno; qui la prima parte e qui la seconda)

23 / Jeff Buckley; Hallelujah: è una vecchia canzone, tornata d'attualità perché scelta come primo singolo da Alexandra Burke, vincitrice dell'X Factor inglese. La polemica passerà, la canzone durerà per sempre.

22 / Morrissey; That's how people grow up: uno dei due inediti del Greatest hits, che appariranno anche nel nuovo album (a febbraio)... there are worst things in life / than never be someone's sweety è Morrissey al 100%:

21 / Vampire Weekend; Cape cod kwassa kwassa: quattro secchioni americani che fanno musica africana. Uno dei dischi più semplicemente belli dell'anno. Ne parlavamo qui.

20 / The Enemy; This song: non finirò mai di parlarne bene.

19 / Alphabeat; Boyfriend: sono svedesi ma sembrano londinesi del 1986:

18 / Eric Prydz; Pjanoo: non ha raggiunto le vette di Proper education, ma anche questa canzone è diventata un piccolo classico.

17 / September; Cry for you: in giro da un paio d'anni, ha avuto solo ora il successo che si meritava. Come dovrebbero essere tutte le canzoni di musica dance, è una di quelle che si balla piangendo:

16 / Robyn; With every heartbeat: anche qui valgono le stesse identiche cose dette per il #17:

15 / The Last Shadow Puppets; Standing next to me: all'inizio il progetto di Alex Tuner sembrava semplicemente dovuto ad un'overdose di dischi di Scott Walker ma si è invece rivelato uno degli album più belli del 2008. Questo, il loro secondo singolo, è semplicemente perfetto, dal video (girato in una sola sequenza), alla musica, al testo:
15 dicembre 2008
musica
you don't really care for music, do you?
In questi giorni c'è una buona occasione per spiegare la differenza tra musica e nonmusica. C'è una vecchia canzone di Leonard Cohen, chiamata Hallelujah. Siccome Cohen è un genio, il testo della canzone si muove a metà strada tra la Bibbia (che cita spudoratamente) e una riflessione sull'orgasmo femminile (tipo). La canzone è stata successivamente interpretata dal compianto Jeff Buckley. Ecco quindi un esempio di MUSICA:

La stessa canzone è ora il primo singolo di Alexandra Burke, vincitrice dell'X Factor inglese. Ecco quindi un esempio di NONMUSICA:

Quod erat demonstrandum
, si suol dire.
29 novembre 2008
musica
coming up
Joan As Police Woman; To America: struggente, come sempre.

Oasis; I'm outta time: lo slang americano ('outta' sarebbe 'out of') mi lascia perplesso, ma perlomeno questa è una 'canzone' (a differenza di quell'abominio che fu The shock of the lighthning – e infatti comincia dicendo 'here is a song').

Same Difference; We R one: questi pare che siano un fratello e una sorella arrivati quarti all'X Factor inglese, ora al loro debutto con la canzone e il video più kitsch che abbia mai visto. Assolutamente eccezionali:
14 settembre 2008
musica
boyband 71
Il modello è chiaramente quello dei Westlife ma questi Avenue sono stati coinvolti in uno 'scandalo': a quanto ho capito, sono stati cacciati dalla terza stagione dell'X factor inglese perché avevano già un manager (e non erano quindi dei veri debuttanti). 

A guardarli, si notano già i tre inutili, quello imberbe (il primo da destra) e quello 'ribelle' (il secondo da destra).

Nota positiva: il loro primo singolo (The last goodbyequi il video) è meglio di qualsiasi cosa abbiano mai fatto i Westlife.


sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte