.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

2 febbraio 2011
musica
every little angry schoolgirl's pride and joy

Nel 1987 in Inghilterra c'era Margaret Thatcher, negli Stati Uniti Ronald Reagan, a Berlino il muro cominciava a scricchiolare e George Michael aveva da un anno posto fine agli Wham (col punto esclamativo), intenzionato a fare l'adulto (aveva già fatto un paio di singoli, come la perfetta Careless whisper e la più discutibile A different corner, che non aveva né capo né coda), per quanto avesse solo 24 anni.

Il frutto di questa maturità fu Faith, un disco che avrebbe alla fine venduto più di 20 milioni di copie, oggi ripubblicato (con rarità e dvd). Di quest'album restano cose immacolate, come One more try o Kissing a fool, altre che sono invecchiate meno bene, come Monkey o la 'scandalosa' I want your sex, che dimostra le conseguenze di un eccessivo ascolto di Prince su una giovane mente. In ogni caso, come disse lo stesso George a suo tempo, superbamente ma sinceramente, se di quest'album non vi piace niente, allora non vi piace la musica pop. Quod erat demonstrandum.
3 dicembre 2010
musica
glee bells


Per quanti adori Glee (ed io adoro Glee), l'idea di un album natalizio mi metteva un po' paura; e questo The Christmas album resta effettivamente un po' discutibile - non c'è niente di meraviglioso tipo la loro versione di Teenage dream o di Umbrella, ma solo una passabile cover di Last Christmas, la gradevole presenza di kd lang e il primo duetto tra Kurt e Blaine (!).

Niente paura, la seconda stagione riprende a febbraio...
23 dicembre 2009
musica
I'm george michael, I get out of the car
Dopo la grandiosa versione letterale di Total eclipse of the heart di Bonnie Tyler (emo kid is throwing slow-mo dove at my face!), qualcuno ha avuto il tocco di genio di rileggere Last christmas degli Wham...
23 settembre 2007
musica
pet shop boys - integral (2006)
Chi sono questi: Neil Tennant e Chris Lowe sono un’istituzione della musica pop, attivi dal 1984 (quando uscì una prima versione della storica West End Girls). Sono ufficilmente il duo di maggior successo della storia (più degli Wham! e di Simon & Garfunkel – e di Hall & Oates, vabbé). Oltre a fare dischi ‘normali’, hanno fatto un film (It couldn’t happen here), un musical con Jonathan Harvey (Closer to heaven) e la colonna sonora della Corazzata Potemkin (qui la mia esperienza in materia). Grazie a loro, Go west dei Village People è diventata un inno da stadio (oh eh, Paris Saint-Germain, pare) e gli inglesi sanno il significato di ‘paninaro’.

La musica: esattamente come uno se l’aspetta. Peccato che il remix usato per il video non sia granché.

Le parole: La canzone ha origine come protesta contro il piano del governo Blair di imporre una carta d’identità obbligatoria per tutti – va detto che nella nostra legislazione ciò non ha nulla di strano, ma nel diritto anglosassone è una cosa inaudita. La cosa ovviamente non si ferma qui, e la canzone rappresenta uno scenario da incubo rispetto al quale 1984 di Orwell è roba da dittatori alle prime armi. Comincia con un concetto ben adatto a qualsiasi dittatura che cerca di violare i diritti alla privacy dei cittadini (quando dicono ‘se non hai fatto nulla di male, non hai nulla da temere’ o ‘se hai qualcosa da nascondere, non dovresti nemmeno essere qui’) e delinea poi la tragica realtà (‘ci stiamo muovendo verso una situazione in cui la tua vita si riduce ad una somma di informazioni’) e alla fine si soccombe tutti ad un SISTEMA che è ormai ‘sterile’, ‘immacolato’, ‘razionale’ e ‘perfetto’. Fa paura, molta paura.

Cheremone’s corner: E’ come sparare sulla croce rossa. Li seguo ossessivo-compulsivamente dai tempi di Suburbia, li ho visti dal vivo tre volte e ho tutto, ma proprio tutto, quanto hanno pubblicato. Ho persino un ‘laserdisc’ e un ‘video cd’.

Pregnanza socio-culturale: al momento, nessuno ha tentato la rivoluzione spinto da Integral. Ma il video che sta qua sotto pare sia una cosa iper-moderna: non mi è chiarissimo come, ma usando un cellulare con camera digitale, se si riesce a leggere le schermate in bianco e nero tramite una funzione che legge i codici a barre, si accede a siti che trattano argomenti inerenti il testo della canzone. Il mio cellulare fa a mala pena le telefonate e ha la funzione ‘sveglia’, quindi non ho capito nulla di quanto ho appena scritto. Qui se ne parla un po’ meglio.

La si trova qui: nell’album Fundamental, nel dvd Cubism e nel nuovo Disco 4.

23 aprile 2007
musica
the smiths - panic (1986)
(In attesa del restyling del ‘blog’, una nuova versione della rubrichetta ‘songs’. Questa gioiosa ‘novità’  - che nasce essenzialmente perché correggere i compiti di greco è sempre deprimente – che fare se ad aprile si confondono imperfetti con aoristi? - parte dal testo di cui sotto, in cui Morrissey si lamenta che la radio suoni solo canzoni che ‘non dicono nulla su di me e sulla mia vita’. Ecco, le canzoni di questa ‘rubrica’ non dovrebbero essere così)

Chi sono questi: Probabilmente il miglior gruppo inglese di sempre (sì, meglio dei Beatles). Erano quattro, ma il nucleo essenziale era composto da Morrissey (testi e voce) e Johnny Marr (musica e chitarra). Attivi dal 1982 al 1987, hanno raggiunto un livello di scrittura incommensurabile e hanno cambiato la vita di milioni di adolescenti sofferenti. Poi hanno litigato (di brutto) e Morrissey ha fatto capolavori anche da solo, mentre Johnny Marr si è dato ora ai The The ora agli Electronic e resta il più grande chitarrista della sua generazione. Per saperne di più, c’è un libro

La musica: Panic è, essenzialmente, Metal guru dei T. Rex, con in più l’inconfondibile chitarra di Johnny Marr

Le parole: Leggenda metropolitana vuole che alla radio della BBC, subito dopo aver dato notizia dell’incidente nucleare alla centrale di Chernobyl, il dj non abbia trovato nulla di meglio da suonare che la fastidiosa I’m your man degli Wham!. Il ‘panico’ per le strade di Londra, Birmingham, Leeds, Carlisle, Dublin, Dundee, Humberside e in generale nelle città di provincia (il modo in cui Morrissey pronuncia ‘provincial towns’ vale l’intera carriera di un sacco di gente) sarebbe quello dell’incombente inverno atomico. Ma siccome alla BBC di certo non mettono su canzoni che dicano qualcosa di importante ma, appunto, gli Wham!, il ritornello diventa un inquietante ‘impiccate il dj!’ ripetuto ad lib. da un coro di bambini. Geniale.

Cheremone’s corner
: Vaghi ricordi d’infanzia legati al video diretto da Derek Jarman (regista capace di traviare una giovane mente, va detto), ma per me gli Smiths sono stati una scoperta tardiva (1992, There is a light that never goes out e simili)


Pregnanza socio-culturale
: Immensa. A maggior ragione dopo gli attentati londinesi del luglio 2006. Non è infine colpa degli Smiths se i Panic! At The Disco hanno preso il loro nome da qui.


Lo si trova
: su The world won’t listen, una compilation del 1987 (e il  primo disco degli Smiths che ho comprato)

9 dicembre 2006
musica
coming up

Crazy Frog, Last Christmas: Nel caso qualcuno avesse mai trovato divertente questa trovata della rana psicopatica (nessuno abbastanza intelligente da essere in grado di allacciarsi le scarpe, mi auguro), ora dovrebbe davvero ammettere l'errore, no? O dovremmo permettere questa abominevole vergogna sacrilega, nella quale Last Christmas degli Wham, dico, Last Christmas, viene così massacrata?


Eminem; You don't know: Era meglio se si ritirava. O se uccide Crazy Frog a colpi di sega elettrica, per lo meno. 


The Killers; A great big slead: E già. E' il singolo natalizio dei Killers. Meraviglioso. E fa anche parte della campagna (Red) per combattere la diffusione dell'AIDS in Africa. Qui il video


BWO; Chariots of fire: uno dei grandi problemi del mondo è che non si presta sufficiente attenzione al pop scandinavo. Prendete il caso dei Bodies Without Organs (da qualche tempo semplicemnte BWO), di cui, giova ricordaesene, sono il first fan in Italy®. Hanno appena pubblicato un nuovo singolo (Chariots of fire, il quarto estratto da Halcyon days) il cui video, stando a chi ne sa di più di noi, è "quite good".

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte