.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

15 febbraio 2008
letteratura
misobelga
Le Amoenitates belgicae sono, essenzialmente, le poesie in cui Baudelaire se la prende coi belgi (ha scritto di meglio, diciamo pure; è che mi sento completista).

Come si deduce dal titolo del post, è più divertente Alfieri alle prese coi francesi in pieno ardore rivoluzionario: Ed io balzai di carrozza fra quelle turbe, munito di tutti quei sette passaporti, ad altercare, e gridare, e schiamazzar piú di loro; mezzo col quale sempre si vien a capo dei francesi (Vita, cap. XXII).
12 luglio 2007
letteratura
advice for the young at heart
Sto (ri)leggendo (san) Tondelli e ho trovato questi consigli per ggiovani scrittori e ho pensato che dentro c'è proprio tutto Tondelli, la vita vera (il riferimento agli zaini è bellissimo) e la letteratura (la cura di ogni frase, di ogni parola).

Ecco alcune indicazioni, come per un tema in classe.


Scrivete non di ogni cosa che volete, ma di quello che fate.

Astenetevi dai giudizi sul mondo in generale (ci sono già i filosofi, i politologi, gli scienziati ecc. ), piuttosto raccontate storie che si possano oralmente riassumere in cinque minuti.

Raccontate i vostri viaggi, le persone che avete incontrato all’estero, descrivete di chi vi siete innamorati, immaginatevi un lieto fine o una conclusione tragica, non fate piagnistei sulla vostra condizione e la famiglia e la scuola e i professori, ma provateli a farli divenatare dei personaggi, e, quindi, a farli esprimere con dialoghi, tic, modi di dire.

Descrivete la vostra città, esercitatevi a fare degli scritti descrittivi su quel che vedete dalla finestra, dall’autobus, dall’automobile.

Raccontate le vostre angosce senza reticenze piccolo-borghesi, anzi “spandendo il sale sulla ferita”.

Dite quello che non va e quello che sognate attraverso la creazione di un “io narrante” che non deve, per forza di cose, essere in tutto e per tutto simile a voi.

Iniziate a fingere, a dire bugie, a creare sulla carta qualcosa che parta dal vostro mondo, ma che diventi poi il mondo di tutti, nel senso che tutti noi che leggiamo possiamo comprenderlo.

Fate racconti brevi, ricordando che il racconto è il miglior tempo della scrittura emotiva e parlata.

Fate esercizi di questo genere: descrivere un fatto in una pagina, senza l’uso della punteggiatura, poi lo stesso fatto in un’altra paginetta solo attraverso il dialogo, poi ancora la stessa cosa come se fosse successa cento anni fa e la raccontaste da un’astronave.

Raccontate di voi, dei vostri amici, delle vostre stanze, degli zaini, dell’università, delle aule scolastiche.

Ricordate che quando vi mettete a scrivere, state facendo i conti con un linguaggio fluido e magmatico che dovrete adattare alla vostra storia senza incorrere nello stile caramelloso della pubblicità o in quello patetico del fumettone.

Il modo più semplice è scrivere come si parla (e questo è già in sé un fatto nuovo, poiché la lingua cambia continuamente), ma non è il più facile.

Non abbiate paura di buttare via.

Riscrivete ogni pagina, finché siete soddisfatti.

Vi accorgerete che ogni parola può essere sostituita con un’altra.

Allora, scegliendola, lavorando, riscrivendo, tagliando, sarete già in pieno romanzo.


(Pier Vittorio Tondelli, Under 25, in Opere – cronache, saggi, conversazioni, Bompiani)
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte