.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

19 aprile 2010
vita scolastica
Where the sun is always out and you never get old - 4

(qui la terza parte) Non è che ad Aci Reale ci sia molto da fare, quindi per l'ultima sera in Sicilia torniamo nella piazza deserta della sera prima, solo che questa volta abbiamo un pallone, per cui la cosa si fa interessante, con tanto di partita con gli sparuti locali. Il giorno dopo, ci attendono due tappe per me nuove, l'Etna e Taormina.

Delle due tappe, l'Etna mi pare quella più intrigante (Taormina mi suona un posto finto, tipo Portofino), ed effettivamente merita. E' un po' lunga arrivarci, con la nostra carovana di tre pullman e una guida che parla ininterrottamente del nulla per circa due ore. Il colpo d'occhio è comunque notevole, ed è curiosissimo passare in poco tempo dal mare a un paesaggio che, metro dopo metro, sa sempre più di montagna. Pian piano si cominciano a vedere le colate degli ultimi anni, che lambiscono le case e gli alberghi (va bene che il suolo è particolarmente fertile, ma a me sembra folle mettersi a costruire case alle pendici o proprio sopra un coso del genere). Io avevo capito che saremmo arrivati a un rifugio a 1400 metri slm e che avrebbe fatto un po' freschino, ma nulla mi avrebbe preparato al fatto che il rifugio è in realtà a 1900 metri slm e che la temperatura è POLARE (io poi sono furbamente in pantaloni corti perché mi sentivo montanaro e mi aspettavo un contesto à la Tutti insieme appassionatamente) – ci manca solo la neve (che arriverà, eh). Il pullman ci molla davanti al rifugio e la guida sparisce nel nulla.

La massa indistinta di adolescenti spontaneamente sale alle volta dei Crateri Silvestri più piccoli, per quanto coperti da una fittissima nebbia, e io dietro, preoccupatissimo che loro cadano nel vuoto sottostante. E' impossibile capirci qualcosa, per cui dopo un po' torniamo al rifugio.

La maggior parte dei fanciulli si getta sui salsicciotti che vendono davanti al rifugio ma, avendo ancora una mezz'oretta a disposizione (utile, salire fin qua su per restarci meno di un'ora, vero?), con i soliti quattro maschietti tentiamo la scalata a un cratere più impegnativo. Loro scattano tipo velocipedi, io arranco con fatica (la roccia vulcanica tende a farmi scivolare, e ogni 10 cm in sù sono 15 in giù, più o meno) ma alla fine arrivo in un posto che pare un altro pianeta:


Per la discesa, ci sembra troppo facile passare per la strada che abbiamo fatto all'andata, per cui ci lasciamo scivolare sulla parete, 'surfando' sulla roccia (temo esistano foto che mi ritraggono nell'impresa) e distruggendo di conseguenza un paio di pantaloni. Ovviamente, comincia a nevicare. Si torna in pullman e via, verso Taormina, con l'impressione di aver fatto qualcosa di speciale. (continua...)

15 luglio 2007
musica
shirley bassey - climb ev'ry mountain (1961)
Chi è questa: Meravigliosa cantante gallese, nata nel 1937, ha inciso il brano portante della colonna sonora di un paio di film di James Bond, come Goldfinger e Diamonds are forever (anche quello del film con Roger Moore nello spazio, ma nessuno lo ricorda – ci sarà una ragione). Nel 1999 è stata nominata dalla regina ‘dama dell’impero britannico’ o qualcosa del genere. A 70 anni compiuti, non ha ancora intenzione di fermarsi, ha recentemente pubblicato un nuovo album e qui canta Get the party started di Pink.

La musica: Climb ev’ry mountain viene dal musical del 1959 di Rodgers e Hammerstein The sound of music, noto in Italia come Tutti insieme appassionatamente (il film con Julie Andrews è del 1965). Nel film, il brano è cantato dalla madre badessa quando spiega a Maria che la cosa più importante è seguire i propri sogni. Essendo un musical, la canzone è, ipso facto, un filino camp e richiede una notevole estensione vocale per essere eseguita. Attenzione: contiene orchestra.

Le parole: Scala ogni montagna / Cerca da una parte e dall’altra / Segui ogni via, ogni sentiero che conosci / Scala ogni montagna, guada ogni fiume / Segui  ogni arcobaleno finché trovi il tuo sogno / Un sogno che avrà bisogno di tutto l’amore che potrai dare / Ogni giorno della tua vita, fino a quando vivrai / Scala ogni montagna, guada ogni fiume / Segui  ogni arcobaleno finché trovi il tuo sogno / Un sogno che avrà bisogno di tutto l’amore che potrai dare / Ogni giorno della tua vita, fino a quando vivrai / Scala ogni montagna, guada ogni fiume / Segui ogni arcobaleno finché trovi il tuo... sogno! (cantato ‘dreeeeeeeeeeeeeeeam’). Non scrivono più cose così.

Cheremone’s corner: Non ricordo bene quando, ma un certo punto stavo a Londra e finii in un cinema (questo qua) in cui organizzavano una serata interamente dedicata al film. Nella ‘cosa’ (cercherò di descriverla ma sarà tosta), una drag queen faceva da presentatrice, vestita con una tenda verde (citazione dal film, quando Maria cuce dei vestiti da gioco per i bambini) e anche un sacco di gente del pubblico era vestita come i personaggi del film (suore con i baffi e cose del genere). Il film stesso era sottotitolato tipo karaoke e tutti dovevano cantare e fare determinate cose nei vari momenti della storia (tipo fare la ‘ola’ ogni volta che si inquadrava una montagna o stappare una bottiglia di champagne quando Maria e il colonnello si baciano). E’ stata la serata più surreale della mia vita (qui il sito!). Da quel momento, era ovvio che The sound of music diventasse un mio imprescindibile punto di riferimento nel compiere le scelte della mia vita.

Pregnanza socio-culturale: The sound of music è, semplicemente, il più importante film mai girato. Pare che un intero episodio di Will & Grace sia dedicato ad esso, consacrando il fatto che ci sia qualcosa di intrinecamente gay nell’opera, probabilmente perché Maria cerca di essere se stessa o qualcosa del genere. Il che vale per tutti.

La si trova qui: c’è un’antologia che la contiene; la colonna sonora del musical dovrebbe essere regalata dallo stato ad ogni cittadino appena nasce.

Nel video qua sotto a cantare non è Shirley Bassey, ma la madre badessa:

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte