.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

27 giugno 2007
politica estera
deontologia
E’ sempre interessane vedere come i giornali italiani adattano a loro uso e consumo le ‘notizie’; il New York Times (insieme alla CBS e, ahinoi, a MTV) ha fatto un sondaggio sui ggiovani americani.

Al Corriere.it hanno copiato (a tratti parola per parola) l’articolo originale, evitando però di riportare alcuni dati o dando un peso spropositato ad altri. Siccome non ho un granché da fare questo pomeriggio, vediamo le cose nel dettaglio:

All’inizio il NYT riassume l’articolo mettendo in evidenza i seguenti punti: i ggiovani americani sono più propensi rispetto all’elettorato nel suo insieme a un sistema sanitario pubblico (62% al 47% della popolazione totale), a nessuna restrizione sull’immigrazione (30% contro 24%), ai matrimoni fra persone dello stesso sesso (44% a 28%) e a ritenere la guerra in Iraq un successo (!).

Secondo il Corriere, vorrebbero un Democratico come Presidente (54% dei ggiovani contro 49% di tutti), sono favorevoli al sistema sanitario pubblico, a nessuna restrizione all'immigrazione e ai matrimoni fra persone dello stesso sesso, e ‘si dicono favorevoli all’aborto’.

Da notare che è ‘apparso’ l’aborto e ‘scomparso’ l’Iraq.

Sul tema dell’aborto, a cui il Corriere dà particolare rilievo, il NYT dice che in realtà le percentuali dei ggiovani rispecchiano quelle della popolazione nel suo complesso, che non è che sia ‘favorevole all’aborto’ ma che ritiene che sia lecito solo a determinate condizioni (anzi, la posizione dei ggiovani assolutamente contraria all’aborto è maggioritaria rispetto a quella dell’intera popolazione che la pensa così: 24% a 21%)

Ma molto più interessante il fatto che nel Corriere venga completamente omesso il dato sull’Iraq (anche perché sarebbe in contraddizione con la foto che hanno messo nell’articolo, quella di una ‘manifestazione studentesca contro la guerra in Iraq’... ), per il quale il 51% dei ggiovani la politica statunitense in Iraq è ‘molto’ o  ‘in parte’ destinata al successo, contro il 45% della popolazione nel  suo complesso.

Il NYT, inoltre, specifica il metodo con cui è stato effettuato il sondaggio (il Corriere non ne ha idea) e soprattutto afferma che è dal 1992 che i ggiovani favoriscono i Democratici, il che spiega perché non sia dato particolare ruolo a questa preferenza, mentre secondo il quotidiano italiano ‘i tempi stanno davvero cambiando’...

5 luglio 2005
cheremone sondato

Oggi pomeriggio, mentre guardavo Star Trek: Hidden Frontier (su cui prima o poi scriverò qualcosa), mi ha telefonato una signorina che si è presentata come dipendente dello studio Piepoli (il mio numero deve essere in mano a tutti i sondaggisti del mondo, due giorni fa mi ha telefonato, giuro, la CNN, per conto di Design 360. A me piace credere di essere diventato un opinion-maker). 


La signorina mi ha elencato alcuni fatti accaduti nella scorsa settimana (Live8, Congresso UDC, 'follia omicida nel varesotto' e simili), chiedendomi quali mi avessero colpito di più.


Poi mi ha fatto domande sul congresso dell'UDC e su quello di AN, mi ha chiesto il mio grado di fiducia nei confronti del Presidente del Consiglio e dell'attuale Governo, mi ha chiesto cosa avessi votato alle Europee e cosa voterei se le elezioni fossero domenica prossima. 
 

Infine mi ha chiesto chi secondo me vincerà le elezioni del 2006.


Ne è seguito un curioso scambio di opinioni:


Cheremone: 'il centrosinistra, come il 50% degli italiani secondo un sondaggio che ho letto stamattina sul Corriere' (il sondaggio è qui).


Signorina: 'boh, pensi che con tutte le telefonate che ho fatto oggi, solo in 2 hanno detto centrosinistra'.


Cheremone: 'ah si? Non secondo quel sondaggio... '


Signorina: 'mah, vede, dipende da come sono fatti i sondaggi, chi si chiama, dove si chiama eccetera.... '

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte