.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

18 febbraio 2011
vita scolastica
serve ancora repubblica?
Una precaria scrive a Repubblica per lamentare la sua condizione di precariato permanente (io lo faccio da anni).

A mo' di provocazione afferma di poter "dire che il latino, la letteratura e la filosofia non servono a nulla
". A me pare ovvio sia una provocazione,  più o meno originale, per sottolineare come oggi lo studio 'matto e disperatissimo' conti assai poco, a repubblica.it invece pensano che il tema della lettera sia davvero l'opportunità o meno di insegnare nelle scuole il latino (non la letteratura e la filosofia, ugualmente citate, ma solo il latino, perché a repubblica.it hanno difficoltà con più soggetti al singolare messi di seguito, evidentemente) e partono subito con il loro 'sondaggio on line' sull'opportunità di studiare 'la lingua di Cicerone' nei 'programmi scolastici'.

Complimenti, avete proprio colto il punto della questione e prestato un ottimo contributo al dibattito sul precariato.

Alla collega invece direi che stamattina ho per caso incontrato sul treno un mio ex studente e e che scoprire che il tempo trascorso insieme è stato ben speso giustifica tutti gli inciampi incontrati per strada.
30 dicembre 2010
letteratura
il mondo alla rovescia

Molto si è discusso sul significato da attribuire alle Donne al Parlamento, la penultima commedia di Aristofane. La commedia, come noto, immagina una sorta di 'colpo di stato' in cui le donne ateniesi, guidate da Prassagora, prendono il potere ed instaurano una sorta di comunismo economico/sessuale, i cui effetti sono, ovviamente, comici.

Secondo alcuni, l'idea di dare il governo alle donne sarebbe una critica alla società, ateniese in toto talmente decaduta che non resta che affidarsi alle donne per risolvere la cosa, per altri Aristofane anticipa, per sfotterlo, il progetto che poi Platone presenterà nella Repubblica, per altri ancora l'autore abbandona la sua stessa utopia, mostrandone l'impraticabilità.

La nuova edizione della commedia, a cura di Andrea Capra (che se la cava abbastanza bene anche nell'impossibile compito di tradurre Aristofane), dedica molto spazio ai rapporti con l'utopia platonica ma soprattutto alle novità strutturali del dramma, che presenta alcune innovazioni significative (una sorta di doppio prologo - dal punto di vista maschile e dal punto di vista femminile - un canto d'ingresso del coro che è tecnicamente un canto d'uscita, la sparizione dell' "eroina comica" a metà commedia e simili); la cosa in assoluto più intrigante è l'attenzione dedicata al ruolo degli attori più che a quello dei personaggi, con la conseguente scelta (è la prima volta che la incontro) di attribuire la battute non a 'Blepiro', 'Prassagora' eccetera ma a 'protagonista', 'attore 2' ed 'attore 3', aiutando il lettore a capire quello che diceva un mio professore, che il teatro, si sa, non è letteratura e non va dunque interpretato come tale.
20 ottobre 2010
letteratura
sisters are doin' it for themselves

Sulla condizione femminile nel mondo antico si è scritto tanto, ma solo recentemente mi è capitato in mano l'intrigante La cittadina impossibile di Silvia Campese, dedicato alla 'donna nell'Atene dei filosofi' - Il sottotitolo è un po' fuorviante, visto che i 'filosofi' sono solo due, ma, dato che si tratta di Platone e di Aristotele, ci si può anche stare.

I due non ci vanno molto leggeri e, semplificando, si potrebbe dire che per Platone la donna è "fisicamente" e "politicamente" inferiore, mentre per Aristotele la donna è inferiore solo "biologicamente" (è venuta male, mica è colpa sua, poverina). Si parla anche di 'famiglia' e di 'matrimonio', due termini alquanto abusati al giorno d'oggi, ed è estremamente interessante vedere come l'allegra utopia platonica ne faccia prima a meno (nella Repubblica) e li recuperi poi (nelle Leggi), sempre schiacciando l'individuo al dominio di quel monstrum che è lo Stato.

Bel punto di partenza, pensiero occidentale.
26 giugno 2010
SOCIETA'
il berchet della sera

Un bel post di Elfo Bruno: “Ti piace addirittura il lavoro che fai, se solo quei quattro pagliacci messi lì a governare ti permettessero di farlo

Tra le imprevedibili conseguenza della morte di Michael Jackson c'è anche la rinnovata 'popolarità' di LaToya Jackson che qui canta Earth song con, tra gli altri, un Dima Bilan che sembra Scialpi ogni giorno di più.

I Pet Shop Boys tornano a Glastonbury.

Mentre Repubblica da anni ripropone le stesse domandine (spesso su argomenti non dell'ultimo anno, utilmente), al Corriere hanno messo un giornalista in pianta fissa al Berchet e ora si inventano pure le domande dell'orale (di filosofia – e dubito che gli studenti sappiano Heidegger, storia, latino – con due domande su Plinio il Giovane! e italiano – e qui hanno cambiato liceo). Su cheremone, qui il tema e qui la versione di greco.

8 novembre 2007
vita scolastica
fuga di cellule grige
Oggi mi sono scordato che avevo fissato una verifica di verbi greci in I.

I ggiovani, stranamente, non ne erano affatto delusi né rattristati.

Malgrado
il minaccioso articolo di repubblica, ci riproviamo domani.



(spero per loro che mi dimentichi anche di farli cercare sequenza esametriche nelle tavolette in lineare B)
8 luglio 2007
musica
bio-che?
Ho seguito distrattamente il Live Earth e al momento mi sento di notare quanto segue:

Sia i Genesis sia i Razorlight hanno cantato delle canzoni con dentro una parolaccia e ciò pare aver turbato i più.

Il Corriere chiama la ‘cosa’ ‘evento bio-rock’ e ‘bio-concertone’, due termini assolutamente privi di senso e alquanto fastidiosi.

A Repubblica devono essere impazziti intravvedendo una tetta di Shakira e hanno dedicato alla ‘cantante’ uno spazio spropositato, pari quasi a quello dedicato alle cravette di Veltroni qualche giorno fa.

Giova infine ripetere quanto già notato a suo tempo.

Ora che ci sentiamo tutti migliori, possiamo ascoltare James Blunt con la coscienza pulita?

29 giugno 2007
musica
(boy)band 62
Tornano le Spice Girls e a Repubblica ne sono talmente entusiasti (manco fosse Veltroni) da scrivere che faranno concerti a Los Angeles e in 'altre 24 città sparse per il mondo'.

Giova notare che le 'altre 24 città' sono, in realtà, 10.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. repubblica riunione spice girls

permalink | inviato da cheremone il 29/6/2007 alle 1:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte