.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

29 marzo 2011
musica
meglio un bonifico

Non si capisce bene perché, per aiutare gli interventi umanitari in Giappone, sia uscita questa instant-compilation, Songs for Japan. Tutti i diritti d'autore vanno infatti alla nobile causa, ma penso si possa fare prima donando direttamente alla Croce Rossa (via iTunes, o anche da qui), no? O forse il disco è comunque meritorio, perché molti non donerebbero un euro senza averne qualcosa in cambio...

 Anyway, qui dentro c'è un remix inedito di Born this way di Lady Gaga, poche cose che c'entrano qualcosa (come la canzone dei Queen di cui parlavamo qua), altre che non c'entrano nulla (pare che Imagine di John Lennon vada ormai bene per tutte le cause), altre superflue (esiste qualcuno interessato ad una rarità dei Black Eyed Peas?) ed alcune pure un po' offensive - io avrei evitato una canzone come Only girl (in the world) di Rihanna, in cui si prospetta un mondo in cui è rimasta in vita una sola ragazza...
13 giugno 2010
musica
bring me my chariot of fire!

Deduco che siano iniziati i mondiali di calcio, visto lo spropositato numero di canzoni calcistiche nelle varie classifiche europee. In Francia trionfa quella cosa rumorosa vista all'Eurofestival, mentre in Italia sono tutti sovraeccitati per una cosa di Shakira (con annessa 'polemica'). In Inghilterra al #1 in classifica c'è Shout for England, in cui il buon Dizzee Rascal recupera Shout dei Tears For Fears con risultati non molto convincenti (ed è un eufemismo).

Resto sempre dell'idea che le canzoni migliori siano quelle che non c'entrano molto con il calcio, come World in motion dei New Order per Italia 90, che originariamente si doveva chiamare E is for England e che in realtà parlava di droga:

O Jerusalem dei Fat Les (per gli Europei del 2000), visto che è la poesia di William Blake - qui il remix ad opera dei Pet Shop Boys.

Speriamo finisca presto e si torni alla normale amministrazione, eh.

13 gennaio 2010
musica
I've got no reason to forgive you
Questi vengono dal nulla, si chiamano Hurts e sono decisamente in bianco e nero. Il loro sito è un filino enigmatico, c'è una prima canzone (Wonderful life, con un notevole remix di Arthur Baker) e ora è arrivata Blood, tears & gold:

Commercialmente è disponibile solo un 12" di Wonderful life. Sarebbe ora di pubblicare il resto, no?
11 dicembre 2009
musica
kylie nyc


Lo scorso ottobre la meravigliosa Kylie Minogue ha fatto, per la prima volta, un tour in nord America e, a mo' di instant album, esce ora Kylie live in New York, a perenne testimonianza dell'evento.

I più saranno delusi dall'assenza, nelle 25 tracce dal vivo, della nuova Better than today, che dovrebbe apparire nel suo 11° album, previsto per il 2010, ma c'è comunque molto di cui essere contenti (magari non la versione jazz di The locomotion, ecco): Confide in me prende una piega roccheggiante, The one resta un capolavoro, c'è un medley in cui appare What do I have to do, la sua Burning up confluisce in Vogue di Madonna, un'intrigante versione di I believe in you e infine, acquistando l'album su iTunes, ci sono tre remix inediti prodotti da Steve Anderson.


6 dicembre 2009
musica
e se prometto poi mantengo

Avevamo lasciato lo svedese Basshunter tre mesi fa, alle prese con il suo testo più insulso e una canzone, Every morning, che proprio non convinceva (e pensare che a fine 2008 era quarto nella classificona di fine anno di Cheremone, ma solo per merito di Walk on water).

Nel video lo si vedeva impegnato a chiedere la mano della fanciulla che lo accompagna dai tempi di Now you're gone (che pare sia una ex pornostar – evidentemente i due hanno qualcosa in comune), solo che, colpo di scena, lei a un certo punto veniva travolta dalle onde e spariva nella notte. Suspence.

Il video del secondo singolo, I promised myself, vede Basshunter in taxi alla volta di un ospedale in cui, nelle ultime scene, avrà una sorpresa che non sveliamo, un po' perché mi sono perso nella storia (ho la capacità di concentrazione sul testo narrativo di un adolescente) e un po' perché quello che merita è la CANZONE.

I promised myself è, infatti, la stessa canzone che Nick Kamen (!) portò al 'successo' nel 1990 (sta qua, con Raffaella Carrà) e che segnò la fine di uno dei quartetti più importanti della storia della musica, i compianti A*Teens (qui il video).

Un po' banalotta promessa d'amore e un po' inno alla verginità prematrimoniale, I promised myself è un classico smisconosciuto e, a rendere le cose ancora più interessanti, il singolo comprende il remix ad opera di Pete Hammond, uno che negli anni '80 lavorava con Stock, Aitken & Waterman e remixava cose di Jason Donovan. Recentemente tornato attivo (qui è all'opera con Boyfriend degli Alphabeat, che fa diventare la canzone dimentica delle Bananarama), è ora riuscito in una cosa impossibile: fare sì che una canzone del 2009, cover di un originale del 1990, sembri uscita nel 1987:


Su iTunes si trova il singolo, con DUE remix di Pete Hammond, dei 7th Heaven ed altri.




5 dicembre 2009
musica
coming up
 
Depeche Mode: Fragile tension / Hole to feed: spiace ammetterlo, ma Sounds of the universe non è stato il capolavoro che mi aspettavo. Per questo terzo singolo si sono comunque impegnati, con ben 10 remix disponibili...

Timbaland; Shock value 2: fin quando ospita Nelly Furtado o Justin Timberlake, uno ci può anche stare, ma quando si arriva ad ospitare il cantante dei Nickelback è un po' troppo, no?

11 ottobre 2009
musica
coming up

PetShop Boys; Beautiful people: il terzo singolo da Yes non è forse lascelta più azzeccata (dov'è More than a dream? E All over theworld?) ma viene accompagnato, oltre che da un demo di BeautifulPeople e da un raro remix di Up And Down, dalla versione a 7”(finora inedita) della vecchia Fugitive, una delle cose migliori che abbiamo mai fatto. Lo si può comprare qui.

BobDylan; Christmas in the heart: va bene che è per beneficienza ma unalbum natalizio di Bob Dylan mi mette paura, per almeno un paio dimotivi: a) è OTTOBRE e b) l'ultima volta che provò a fare musicacristiana i risultati furono imbarazzanti. Speriamo bene...

DuranDuran; Rio: mi è appena arrivata la superchiccosa riedizione del 2°album dei DD, Rio. Siamo di fronte a una cosa fantastica che, su duecd, offre l'album rimasterizzato, le versioni di 5 canzoni apparseoriginariamente nell'edizione statunitense del disco, quattro demooriginali, quattro lati b e cinque remix. Pur ammettendo di esseresfuggito per poco alla duranmania (avevo 10 anni!) ho ricordivivissimi di Simon Le Bon in mezzo a una giungla nel video di Hungry like the wolf e penso tuttora che Save a prayer sia un CAPOLAVORO. La riedizionepermette inoltre di apprezare cose sfuggite ai più, come le treversioni qui presenti di Hold back the rain. Se dovete salvare unsolo album dagli anni '80, che sia questo.

Madonna;Celebration: la scelta delle canzoni dell'antologia su doppio cdaveva qualche lacuna che la versione su due dvdin parte colma, anche se mancano i due video di American Life, Fevere altro. Cose come Hung up, Cherish, Like a virgin e soprattutto lostraordinario video di Justify my love rendono l'acquisto comunqueessenziale.

19 settembre 2009
musica
there are too many options
Trovare, nell'intera discografia di Madonna, le 36 canzoni (cui si aggiungono due inediti, Celebration e Revolver) da mettere in un'antologia dev'essere stata un'impresa. Qui noi facciamo il contrario, scegliamo cioè le 10 canzoni di Madonna ingiustamente ed orrendamente escluse (in ordine alfabetico):

1 / American pie: l'idea di riprendere l'uber-classico di Don McLean fu criticata da molti, anche perché connessa all'ennesimo, insulso film (una cosa con Rupert Everett che è gay ma ha un momento di confusione e fa un figlio con Madonna, tanto per dare l'idea). Ma, malgrado tutto, a me la versione di Madonna non pare così orribile e il video, pseudopatriottico, è sempre piaciuto:

2 / Deeper and deeper: una delle poche canzoni ascoltabili di Erotica (l'altra è Rain), è degna erede di Vogue.

3 / Nessuna delle canzoni di Evita appare in un'antologia che vorrebbe essere 'definitiva'. Pare vergognoso, no? Questa è Don't cry for me Argentina (se volete farvi del male, qui c'è il remix, ma siete avvisati... ):

4 / I'll remember è un piccolo gioiello, spesso dimenticato perché non compreso in nessun album (viene dalla colonna sonora di un dimenticato film, With honors).

5 / Il video di Jump merita, essenzialmente perché i suoi fighissimi ballerini fanno parkour e lei si muove impacciata in mezzo a dei tubi:

6 / Dall'esecrabile American life, Love profusion resta notevole.


7 / Rain, sempre da Erotica, è meravigliosa:

8 / Rescue me era uno dei due inediti della prima antologia di Madonna (The immaculate collection, 1991). Notevole in primis perché ospita quello che temo si potrebbe definire un rap, resta per me una delle cose più belle che abbia mai fatto, di quelle che riassumevano tutta la mia vita fino a quel momento. Veramente insuperabile.

9 / Della colonna sonora di Dick Tracy (certo che Madonna è stata davvero coinvolta in film discutibili... ) questa Something to remember rimane la cosa migliore.


10 / Secondo me la traccia migliore di Ray of light, The power of goodbye è la canzone più bella che abbia inciso negli anni '90. La sua esclusione da Celebration grida vendetta dalla terra:
27 giugno 2009
musica
coming up
Freemasons; Shakedown 2: non è proprio un 'nuovo' album, nel senso che raccoglie i vari remix fatti dai due negli ultimi anni (tipo Work di Kelly Rowland), ma ci sono anche un po' di novità come un sorprendente remix di Here comes the rain again degli Eurythmics (!), la collaborazione con Sophie Ellis-Bextor e soprattutto una nuova versione di Blue monday dei New Order, che merita.

La Roux; La Roux: nel delirio anni '80 in cui pare siamo tornati, la fanciulla spicca per la sua voce particolare e per cose come In for the kill. Questo è il loro primo album (tecnicamente sono un duo).
13 giugno 2009
musica
the music that's flooding my mind
Ho fatto una ricerchina ed ho appurato che, tra lati b, versioni dal vivo e remix, ho 391 (trecentonovantuno!) canzoni dei Depeche Mode; dovendo farne una cernita per il concerto di martedì, queste solo le 18 canzoni (in ordine alfabetico) dei DM che tutti dovrebbero sentire almeno una volta nella vita:

Behind the wheel è il terzo singolo da Music for the masses; i primi cinque secondi sono semplicemente perfetti e il brano è una delle loro grandi canzoni 'on the road'. Qui il video, girato in Italia.

Blasphemous Rumours, da Some great reward, è il preciso momento in cui i DM si sono dati al misticismo. Il testo è uno di quelli che, quando si hanno 12 anni (!) restano impressi, con l'idea di Dio ed il suo 'perverso senso dell'umorismo'

Enjoy the silence, secondo singolo da Violator, è forse la loro canzone più famosa, e a ragione:

Everything counts è apparsa originariamente in Construction time again, ma la versione definitiva è quella del live 101, con il pubblico che va avanti da solo per tipo dieci minuti. Epica la rima career / Korea.

Halo non è forse tra le loro canzoni più note (non fu un singolo, anche se ebbe un video, quasi felliniano) ma per me resta una delle loro cose più importanti (and when our worlds they fall apart / when the walls come tumbling in / though we may deserve it / it will be worthy, e non dico altro):

In your room viene da Songs of faith and devotion, il disco che mi ha accompagnato nell'estate del 1993 ed il loro album più cupo, quello in cui alla fede ed alla devozione mancava la speranza. Struggente.

It's no good sta su Ultra, quando i DM rimasero in tre. Il video è un po' pacchiano e non l'ho mai capito, ma la canzone è una delle più belle (anche se sembra il diario di uno psicopatico).

Just can't get enough è talmente bella che nemmeno le Saturdays sono riuscite a rovinarla. Fu il loro primo singolo nella top ten inglese, nel 1981 (!)

Master and servant (sempre da Some great reward) è a metà strada fra l'inno al sadomasochismo e la critica al thatcherismo, e proprio qui sta la sua grandezza (anche se da piccolo non la capivo un granché).

Never let me down again da Music for the masses è nella top 5 delle canzoni più importanti di tutti i tempi:

Nothing to fear mi sa che la conosco solo io – è un brano, solo strumentale, tratto da A broken frame del 1982. Non essendoci un testo, uno si immagina le parole, ma non servono, perché la musica è perfetta.

Peace è la canzone che riscatta il recente Sounds of the universe e dimostra che, dopo quasi trent'anni di carriera, i DM hanno parecchio da dire. Qui il video.

Personal Jesus (notoriamente ripresa da uno straordinario Johnny Cash e da un meno ispirato Marilyn Manson)  anticipò di qualche mese l'uscita di Violator (l'album perfetto) e fece sì che i DM non fossero più percepiti come un gruppo 'anni 80':

Precious si avvicina, per perfezione, ad Enjoy the silence e pare il corrispondente musicale de Il dio delle piccole cose...

Route 66 è una vecchia canzone degli anni '40 (l'hanno rifatta pure i Rolling Stones), il cui testo segue, essenzialmente, il percorso della strada attraverso gli Stati Uniti (well it goes to Saint Louis, down to Missouri). A pelle, i DM c'entrano poco, ma la loro versione (soprattutto nel remix dei Beatmasters, che la fonde con Behind the wheel) è qualcosa di indescrivibile.

Shout è una cosa vecchissima (viene dal primo album, Speak & Spell, ed era originariamente il lato b di New life). Non so perché, ma a me pare un capolavoro.

Ogni adolescente vorrebbe un genitore come quello di Cat Stevens in Father and son ed un ragazzo o ragazza come quello di Somebody, e non importanta quanto il testo sia melenso:

E per finire, Useless:
30 maggio 2009
musica
coming up
Pet Shop Boys; Did you see me coming: il secondo singolo da Yes continua la tradizione dei titoli ambigui iniziata nel 1990 con So hard. Il singolo contiene anche un remix della magnifica The way it used to be ad opera di Richard X, mentre qui si può scaricare gratuitamente un remix della nuova Up and down ad opera di Tom Stephan, che omaggia, tra l'altro, la vecchia Opportunities.

Franz Ferdinand; Blood: visti i non eccellenti risultati del loro terzo album, i fanciulli lo ripubblicano in una notevole versione 'dub' che merita attenzione.

Aqua; Back to the '80s: esattamente come Gli anni degli 883, che però era riuscita a installare nei ggiovani degli anni '90 dei ricordi che originariamente non avevano, mentre questa sembra una canzoncina un po' mediocre, che solo un grandioso video potrebbe salvare...

Alexander Rybak; Fairytales: che il 2009 potesse essere l'anno del folk norvegese non era facile immaginarlo; ma dopo la vittoria del fanciullo all'Eurofestival, il suo primo album si rivela piuttosto interessante, in particolare per Roll with the wind e una perfetta cover di 500 miles dei Proclaimers...
14 marzo 2009
musica
coming up
Pet Shop Boys; Love etc. : l'impressione è che sia in giro da sempre ma, in realtà, il singolo esce lunedì, con un paio di inediti e remix ad opera, fra gli altri, di Kurd Maverick e Gui Boratto. L'album, Yes, esce il 23. Il video è, come dire, insolito:

Oasis; Falling down: da qualche tempo gli Oasis hanno scoperto l'esistenza dei 'remix' e così il terzo estratto da Dig out your soul è rivisitato, tra gli altri, dai Prodigy, dai Chemical Brothers e dagli Amorphous Androgynous – questi ultimi si scatenano e il loro 'monstrous psychedelic bubble mix' è una monumentale 'cosa' da 22 minuti e mezzo, che credo risulti apprezzabile solo sotto l'effetto di stupefacenti.

Barry Manilow
; The greatest songs of the eighties: per la serie 'ho visto cose che voi umani... ', Barry Manilow è capace di far sì che ogni canzone (anche Never gonna give you up di Rick Astley) sembri Copacabana. Davvero spaventoso.

Peter Doherty; Grace/Wastelands: a me pare un po' pretenzioso il fatto che ora si chiami PeteR. Il primo singolo, Last of the english roses, merita un ascolto, non solo per la deriva omofila del video:
6 dicembre 2008
musica
coming up
Boyzone; Better: è il secondo inedito dal loro 'greatest hits'. Unica nota di colore pare essere il video, in cui Stephen, a differenza degli altri quattro, non abbraccia una fanciulla. Per il resto, secondo me le boyband non dovrebbero fare ballate per Natale,
 
James Morrison feat. Nelly Furtado; Broken strings: visti i non eclatanti risultati del suo secondo album, il buon James gioca il tutto per tutto e pubblica il duetto con Nelly. Gradevole, nulla di più.

Maroon 5; Call & response: mai e poi mai avrei pensato si arrivasse a questo – un album di REMIX dei Maroon 5.
22 novembre 2008
musica
coming up
Madonna; Miles away: e finalmente esce come singolo la più bella canzone di Hard candy. Ah, pare che per le spese del divorzio Madonna abbia bisogno di contanti e infatti si è messa a fare una pubblicità per Luis Vuitton.
 
T. I. feat. Rihanna; Live your life: una cosa che campiona Dragostea din tei degli O-Zone non poteva, ovviamente, lasciarmi indifferente. Peccato, perché poteva venire meglio.

Coldplay; Prospekts march: continua la fase di iperattività dei Coldplay, con un nuovo ep che comprende, tra le altre cose, la versione di Lost con Jay-z un remix di Lovers in Japan e qualche inedito.

The Killers; Day & age: terzo album dei Killers. A me pare epico, ma sono solo al terzo ascolto.
2 novembre 2008
SOCIETA'
cose
Su quanto successo mercoledì a piazza Navona, questa mi pare la sintesi migliore. Da leggere anche questo. E domani, finalmente, torno a scuola.

E dov'è il Ministro Gelmini?

John McCain è andato al Saturday Night Live. Qua i filmati. E qui c'è tutta la campagna elettorale in poco più di un minuto. Si vota martedì.

Cominciano ad affiorare dei remix di Human dei Killers. Qui quello di Armin Van Buuren.
13 luglio 2008
SOCIETA'
cose
La campagna presidenziale negli USA è simpaticamente feconda di gaffes del buon John McCain: l’altro giorno ha detto di essere contento che gli iraniani fumano molto così muoiono prima, e recentemente un suo stretto collaboratore ha detto che gli americani sono dei ‘piagnoni’, motivo per cui lo manderà per punizione a fare l’ambasciatore in Bielorussia, il che non è carino per i bielorussi.

Dall’altra parte, Jesse Jackson ha detto a bassa voce delle volgarità su Barack Obama e ha chiesto scusa.

Al turpiloquio noi siamo abituati, quindi per qualche ora c’è mancato poco dichiarassimo guerra alla Spagna ma poi le cose si sono calmate.

Non a tutti è piaciuto The Tudors (che da noi hanno sottolineato ‘scandali a corte’, che sennò non si capiva cosa fosse); non sarà peggio di questi bambini francesi che fanno musica techno, comunque. O della paventata collaborazione tra Michael Jackson e i redivivi New Kids On The Block.

Andando sul personale, io non sono particolarmente 'vecchio' e, da precario, se cambio scuola non è per scelta. Tié.

Per finire, non so quanto l’idea di un album di remix di Johnny Cash sia apprezzabile.

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte