.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

22 aprile 2011
letteratura
amata nobis quantum amabitur nulla

Nel mondo classico, le storie di donne sono per forza storie di uomini. Se poi gli uomini in questione sono Cicerone e Catullo e la donna è Clodia/Lesbia, la storia è davvero interessante.

A Clodia, dunque, sorella del tribuno della plebe Plubio Clodio, la terribile "Medea del Palatino" di cui parla Cicerone nella Pro Caelio, la puella tanto amata da Catullo (come dice Apuleio, e come lo stesso Catullo semba confermare nel carmen 79) è dedicata questa biografia che cerca di ricostruirne la storia, giungendo, ahimé, alla conclusione che Clodia è per noi solo quanto gli uomini hanno fatto sì che fosse. Un peccato, ma non per colpa dell'autrice del libro, che resta interessante.
12 aprile 2011
cinema
edipo relitto

Oltre che con la Medea di Euripide, Pasolini si cimentò anche con l'Edipo re di Sofocle, con il fedele Franco Citti ed una splendida Silvana Mangano. Stavolta i paesaggi si fanno ancora più selvaggi, il testo segue più fedelmente l'originale ma lo spunto più intrigante è dato dal preambolo (ambientato nel ventennio) e dall'epilogo (a fine anni '60), che mostrano meglio di molte parole le ramificazioni freudiane del complesso di Edipo e come i capri espiatori siano sempre, silenziosamente, presenti.

Il suo capolavoro?
1 luglio 2010
letteratura
patofilologia

Per la serie 'facciamoci del male', ho affrontato il dottissimo, e tecnicissimo, Filologia in frammenti di Lorenzo Nosarti, in cui, con maestria filologica, si discute di testi frammentari di autori latini (un po' di tragici, come i miei miti Accio e Pacuvio, qualche preneoterico, qualche neoterico vero e simili).

Il tutto esula un po' dai miei interessi di ellenista, comunque le pagine sulla ripresa del mito di Medea in Ennio, Pacuvio e Accio sono interessanti (da qui, tra l'altro, è scopiazzata una pagina sul prologo enniano che abbiamo fatto in III) e soprattutto ho scoperto (crassa ignoranza, proprio crassa) l'esistenza di una ventina di senari attribuiti dalla tradizione manoscritta al buon Apuleio, il cui contenuto osceno (ma osceno tanto, eh) ha molto in comune con la conclusione dell'epodo di Colonia di Archiloco (se ne parlava qua).

Lettura solo per specialisti (ah, ci sono anche un paio di problemi testuali sul 'canone' di Volcacio Sedigito, cosa che non sapevo), malgrado all'università il mio professore dicesse che una buona tesi di laurea deve essere capita anche da un bambino di 10 anni...

13 febbraio 2010
cinema
ice ice baby


Ho con piacere scoperto che, oltre alla Medea di Pasolini (di cui parlavo qui) anche Lars Von Trier si è cimentato con la tragedia di Euripide (partendo da una sceneggiatura non realizzata di Carl Th. Dreyer), spostando la storia in un nord Europa atemporale e glaciale, con un Giasone può insopportabile del solito (e ci vuole molto) e con un finale che à la Cattelan piuttosto forte. Algido.
9 febbraio 2010
letteratura
e bush sembra l'unico serio


Race of a lifetime (titolo inglese, negli USA si chiama Game Change) è probabilmente il libro definitivo sulle elezioni del 2008, ma potrebbe anche darsi, visto che le dichiarazioni raccolte sono in forma anonima, che sia tutto inventato.

In tal caso, è divertente vedere come John McCain sia un incosciente, John Edwards un essere ignobile, la moglie non l'eroina che si crede, Barack Obama una specie di dio in terra, Bill Clinton una mina vagante, Hillary Clinton una sorta di Medea pronta a tutto - davvero a tutto - pur di vincere, Joe Biden un tontolone e Sarah Palin una pazza per la quale dalle parti repubblicane si meditava davvero di chiamare uno psichiatra.

Nel caso sia tutto vero, viene da piangere.

E' comunque una lettura gradevolissima ed è pure scritto bene, non fosse per l'ignobile tendenza a creare neologismi tipo Hillaryland o McCainworld...
8 gennaio 2010
cinema
il ramo d'oro


Come l'anno scorso, anche stavolta mi tocca (ma è sempre un piacere) la Medea di Euripide ma per cambiare approccio a uno dei testi essenziali della letteratura sto cercando di visualizzare Medea, per ora rivedendo il classico film di Pasolini, con una Maria Callas da urlo (soprattutto nella prima parte, la sequenza cioè ambientata in Colchide, su cui Euripide tutto tace, con il violento sparagmòs di una vittima sacrificale, che anticipa la sorte di Apsirto). Trucemente bello.

14 novembre 2008
vita scolastica
oh, se lo scafo della nave Argo...


Quest'anno in III leggiamo la Medea di Euripide (scelta dei ragazzi, io tifavo per l'Antigone di Sofocle - ma va bene uguale, visto che, malgrado le proteste, questa sarà l'ultima tragedia che insegnerò in una cosa ancora chiamabile 'scuola'), una tragedia sulla quale lavoro dal '97, per cui, alla ricerca di stimoli nuovi, ho letto un bel lavoro di Umberto Albini, Euripide o dell'invenzione che, oltre a riassumere le 'cose da sapere' sul teatro euripideo, si sofferma sia sulle novità rispetto ai suoi predecessori Eschilo e Sofocle sia, cosa questa piuttosto interessante, sulle rappresentazioni moderne delle tragedie euripidee. Mi sa che ho trovato un altro libro da far leggere per le vacanze di Natale ;-)!
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte