.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

25 maggio 2010
musica
eurovision 2010 - 1
  
Premesso che sono ancora alquanto turbato dal finale di Lost, questa è la sera della prima semifinale dell'Eurofestival, in cui 17 paesi lottano per 10 posti nella finale di sabato. Il tutto si svolge ad Oslo in Norvegia visto che l'anno scorso ha vinto lui. Per quanto sia possibile vedere lo spettacolo on-line, cercherò come al solito qualche canale balcanico sul satellite, visto che l'inquietante fanciullo serbo porta davvero una canzone scritta da Goran Bregovic. Qui, al momento, si tifa Germania, poi vediamo che succede...

21:08 I primi in gara sono i moldavi e, a essere sinceri si è visto di meglio. I commentatori rumeni che sto seguendo io ne sono comunque entusiasti. Segue la Russia (che vinse ai tempi di Dima Bilan - la cui carriera internazionale tragicamente non pare essersi materializzata) che ormai gioca al ribasso e porta una canzone che è esattamente come uno teme possa essere una canzone russa...

21:13 Arriva l'Estonia, che ha chiaramente problemi di pronuncia con l'inglese e che spero sia eliminata subito. Non pongo grandi speranza nella Slovacchia ma la fanciulla, vestita come una betulla, è intrigante. Peccato che la canzone non decolli... speriamo nel folk finlandese...

21:32 Finlandia e Lettonia scorrono indolori (intanto si spiega che i 10 che passeranno in finale saranno scelti al 50% dal televoto e al 50% da delle giurie di qualità) e quando arriva la Serbia ormai sono conquistato. Si resta nei Balcani con la Bosnia-Herzegovina, che va meno sull'etnico e tenta un'improbabile pezzo metallaro. Ne, credo si dica.

21:45 La Polonia tende sempre ad arrivare ultima e ci saranno le sue ragioni; negli ultimi anni il Belgio ha avuto risultati spaventosi (l'anno scorso sono arrivati ultimi con 1 punto - ma nel 2003 sono arrivati al secondo posto); quest'anno, visto che rischiano di scannarsi tra fiamminghi e francofoni, hanno optato per una canzone in inglese - un po' melensa, ma le giurie potrebbero premiarla. Malta, d'altro canto, a me sta simpatica, ma nella biografia della fanciulla leggo che si vanta di una collaborazione con Gigi D'Alessio e la canzone sembra una cosa uscita diretta dall'X Factor inglese...

21:57 Giova notare che in meno di un'ora sono passate più di dieci canzoni, mentre da noi a Sanremo a quest'ora saremmo ancora ai patetici siparietti della Clerici (ecco perché non faccio più i post sul festival - uno si addormenta prima di aver qualcosa da scrivere). Intanto, dopo l'Albania, arriva la Grecia (che di solito adoro), la cui canzone inizia esattamente come Maria di Ricky Martin ("ueppà") poi sembra La isla bonita di Madonna rifatta coi Gogol Bordello e io sono in estasi dionisiaca. Epici. Mancano solo quattro paesi, poi si vota...

22:15 Arrivano Portogallo, Macedonia, Bielorussia e Islanda (la canzone è in parte in francese ed è un classico postmoderno). Finita la cosa, devono passare Grecia, Serbia e Islanda, sennò mi deprimo...
2 maggio 2010
letteratura
history vs truth

In uno storico episodio dei Simpsons, si scopre che Bart ha un gemello cattivo, il mitico Hugo, che vive nella soffitta di casa e che viene nutrito di teste di pesce; alla fine dell'episodio, salta fuori che Hugo era quello buono e Bart quello cattivo.

L'episodio dei Simpsons è la prima cosa che mi è venuta in mente leggendo il nuovo romanzo di Philip Pullman, The good man Jesus and the scoundrel Christ, in cui salta fuori che Maria partorì due gemelli, Gesù e Cristo (giuro) e che sin dall'inizio i due non andavano molto d'accordo. Per il resto, con qualche scopiazzamento dai vangeli aprocrifi e con un tocco di gnosi che non guasta mai, il romanzo ripercorre la vulgata cristiana, rileggendo gli episodi più noti in modo assai intelligente (il presupposto di base è che Cristo, una sorta di protoevangelista, adatti a suoi fini quanto Gesù fa o dice) fino al colpo di scena finale, che innervosirà i fondamentalisti (ma mi pare si sia lontani dal clamore suscitato a suo tempo da L'ultima tentazione di Cristo di Scorsese).

Non è comunque il testo più innovativo mai scritto (vanno citati per lo meno Saramago e Mailer), ma alcune pagine (la 'versione originale' della parabola delle vergini sagge e la preghiera di Gesù ai Getsemani, come minimo) meritano attenzione.

10 agosto 2007
musica
blondie - atomic (1980)
Chi sono questi: il gruppo di Debbie Harry, fondamentalmente. Pare che lei facesse la coniglietta di Playboy, prima. A cavallo tra gli anni ’70 e gli anni ’80 hanno fatto canzoni essenziali (Call me, The tide is high, Heart of glass), capaci di rendere accessibile alle masse quello che tecnicamente era punk. Si sono sciolti intorno al 1982 per poi tornare insieme nel 1999 (Maria) ma ora sono di nuovo in pausa e Debbie ha ripreso la sua carriera solista.

La musica: i primi quattordici secondi dicono tutto quello che bisogna sapere su come si suona la chitarra.

Le parole: in tutto, credo siano 11, organizzate diversamente (make, me, tonight, it, right, magnificent, your, hair, is, beautiful e atomic). Malgrado ciò, la canzone è molto più pregnante di tutta la discografia di, chessò, uno Sting.

Cheremone’s corner: ho vaghi ricordi d’infanzia di Heart of glass e considero I want that man (un singolo solista di Debbie del 1989) più importante della magna charta libertatum.  Alcune loro canzoni sono, semplicemente, perfette.

Pregnanza socio-culturale: Debbie Harry ha inventato Madonna. Punto. (Inoltre c'è un suo poster nel video di New York City Boy dei Pet Shop Boys)

La si trova qui: credo ci siano in giro più raccolte che album originali. Io ho questa.

15 luglio 2007
musica
shirley bassey - climb ev'ry mountain (1961)
Chi è questa: Meravigliosa cantante gallese, nata nel 1937, ha inciso il brano portante della colonna sonora di un paio di film di James Bond, come Goldfinger e Diamonds are forever (anche quello del film con Roger Moore nello spazio, ma nessuno lo ricorda – ci sarà una ragione). Nel 1999 è stata nominata dalla regina ‘dama dell’impero britannico’ o qualcosa del genere. A 70 anni compiuti, non ha ancora intenzione di fermarsi, ha recentemente pubblicato un nuovo album e qui canta Get the party started di Pink.

La musica: Climb ev’ry mountain viene dal musical del 1959 di Rodgers e Hammerstein The sound of music, noto in Italia come Tutti insieme appassionatamente (il film con Julie Andrews è del 1965). Nel film, il brano è cantato dalla madre badessa quando spiega a Maria che la cosa più importante è seguire i propri sogni. Essendo un musical, la canzone è, ipso facto, un filino camp e richiede una notevole estensione vocale per essere eseguita. Attenzione: contiene orchestra.

Le parole: Scala ogni montagna / Cerca da una parte e dall’altra / Segui ogni via, ogni sentiero che conosci / Scala ogni montagna, guada ogni fiume / Segui  ogni arcobaleno finché trovi il tuo sogno / Un sogno che avrà bisogno di tutto l’amore che potrai dare / Ogni giorno della tua vita, fino a quando vivrai / Scala ogni montagna, guada ogni fiume / Segui  ogni arcobaleno finché trovi il tuo sogno / Un sogno che avrà bisogno di tutto l’amore che potrai dare / Ogni giorno della tua vita, fino a quando vivrai / Scala ogni montagna, guada ogni fiume / Segui ogni arcobaleno finché trovi il tuo... sogno! (cantato ‘dreeeeeeeeeeeeeeeam’). Non scrivono più cose così.

Cheremone’s corner: Non ricordo bene quando, ma un certo punto stavo a Londra e finii in un cinema (questo qua) in cui organizzavano una serata interamente dedicata al film. Nella ‘cosa’ (cercherò di descriverla ma sarà tosta), una drag queen faceva da presentatrice, vestita con una tenda verde (citazione dal film, quando Maria cuce dei vestiti da gioco per i bambini) e anche un sacco di gente del pubblico era vestita come i personaggi del film (suore con i baffi e cose del genere). Il film stesso era sottotitolato tipo karaoke e tutti dovevano cantare e fare determinate cose nei vari momenti della storia (tipo fare la ‘ola’ ogni volta che si inquadrava una montagna o stappare una bottiglia di champagne quando Maria e il colonnello si baciano). E’ stata la serata più surreale della mia vita (qui il sito!). Da quel momento, era ovvio che The sound of music diventasse un mio imprescindibile punto di riferimento nel compiere le scelte della mia vita.

Pregnanza socio-culturale: The sound of music è, semplicemente, il più importante film mai girato. Pare che un intero episodio di Will & Grace sia dedicato ad esso, consacrando il fatto che ci sia qualcosa di intrinecamente gay nell’opera, probabilmente perché Maria cerca di essere se stessa o qualcosa del genere. Il che vale per tutti.

La si trova qui: c’è un’antologia che la contiene; la colonna sonora del musical dovrebbe essere regalata dallo stato ad ogni cittadino appena nasce.

Nel video qua sotto a cantare non è Shirley Bassey, ma la madre badessa:

8 luglio 2005
boyband 46

Dies ist die ultimative Boyband, proclama il sito.


Si chiamano US5, sono un ibrido american-germanico (!) e cantano una cosa chiamata Maria, in inglese (qualche parolina in spagnolo, per il lucroso mercato latinamericano).


Praticamente sono i nuovi *Nsync, principalmente perché Jay assomiglia enormemente a JC Chavez e perché ci sono due simil-Timberlake (nelle persone di Richie e Chris).


Di diverso rispetto agli *Nsync hanno un membro di colore (Michael - gravissimo errore: le boyband che sfondano in America sono sempre monoetniche, da qui l'errore dei Blue) e soprattutto Izzy, il ggiovane alternativo, a sinistra nella foto (il cui pregio principale pare consistere nei 4 piercing e nei 13 tatuaggi).
                                   

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte