.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

27 dicembre 2010
musica
cheremone's 2010 top 40 - 1
E' il momento (come da tradizione), direi, di ripercorrere gli ultimi dodici mesi, con la classifica delle 40 migliori canzoni del 2010...

40 / Robyn; Dancing on my own. Il 2010 è stato un anno impegnativo per la fanciulla, che non ha pubblicato uno ma ben tre dischi. Il primo conteneva questa struggente canzone, una di quelle che si ballano piangendo. Qua sotto la canta alla cerimonia dei premi Nobel (!):

39 / Manic Street Preachers; Some kind of nothingness. A quasi vent'anni dal loro primo album, i Manics continuano ad essere importanti. Il loro album del 2010, Portrait of a young man, continua a regalare sorprese, come questa, che ospita Ian McCulloch.

38 / Antoine Clamaran ft. Soraya; Live your dream. Lui dovrebbe essere un dj francese, lei è una cantante spagnola. La cosa poteva sembrare improbabile, e invece...

37 / Mads Langer; You're not alone. Non è chiarissimo perché, ma la cover del vecchio successo degli Olive ad opera di questo fanciullo danese ha avuto particolare successo in Italia...

(continua... )
1 agosto 2010
musica
and then work came and made us free

Dare un successore a The holy bible era tosta, ma mentre i Joy Division divennero i New Order dopo il suicidio di Ian Curtis, i Manic Street Preachers mantennero il nome e nel 1996 uscì Everything must go (ri-edito nel 2006, con allegate rarità, video, interviste e simili). Per me il momento massimo dei Manics fu il successivo This is my truth tell me yours, ma qui ci sono cose come A design for life e Further away, per cui siamo a un passo dalla perfezione.

Dopo questa re-immersione nei Manics siamo pronti: qui c'è il nuovo singolo, (It's not war) Just the end of love...

31 luglio 2010
musica
i'm an architecht, they call me a butcher

The holy bible è il terzo album dei Manic Street Preachers, uscito nell'estate del 1994 e ripubblicato 10 anni dopo in una nuova edizione (un cd contiene l'album originale, l'altro la versione remixata per il mercato statunitense, mai pubblicata prima, e un dvd con un paio di video, brani dal vivo, un'intervista del 2004 e la 'scandalosa' performance di Faster a Top Of The Pops - quella con James con il passamontagna).

Dieci, anzi sedici, anni dopo, The holy bible resta il testamento di una persona profondamente turbata come Richy Edwards (che sarebbe scomparso nel nulla il 1° febbraio dell'anno dopo) e nello stesso tempo il momento più alto di un gruppo che avrebbe poi comunque scritto pagine eccezionali (come il recente Journal for plague lovers, sempre con testi di Richy).
15 novembre 2009
musica
coming up

Queen; Absolute greatest: ne parlavamo qui.

Arctic Monkeys; Cornerstone: la loro più bella canzone da Humbug esce finalmente come secondo singolo. Il video è incredibile, ma è davvero ora che qualcuno intervenga sul taglio di capelli di Alex Turner:

X-Factor Finalists; You are not alone: a suo tempo ci 'regalarono' una versione di Hero di Mariah Carey, quest'anno i finalisti dell'X Factor inglese hanno scelto la peggior canzone di Michael Jackson (manco scritta da lui!) e ci riprovano. Da evitare a tutti i costi.

Frankie Goes To Hollywood; Frankie say greatest: premesso che questi hanno in tutto fatto DUE album e che con questa sono TRE antologie, qui dentro ci sono tre canzoni (Relax, Two tribes e The power of love – e Rage hard, che da piccolo mi piaceva tanto e mi sembrava significativa) che TUTTI dovrebbero avere e che probabilmente già hanno. Per farci ricomprare lo stesso disco quattro volte, ora annesso c'è un secondo cd di remix (un 'sex mix' di Relax che dure SEDICI MINUTI, ad esempio), di rarità (come i Frankie che rifanno Marc Bolan e David Bowie) non sempre 'essenziali' e qualche nuovo remix di Relax (con tanto di video, in cui fa piacere rivedere Holly Johnson vivo e vegeto e sovversivo come lo era 25 anni fa).

Shirley Bassey; The performance: pare che a 12 anni il piccolo Rufus Wainwright cantasse a squarciagola il tema di Goldfinger, cantato da questa signora 72enne che è, tuttora, una delle voci più belle della musica inglese. Anni dopo, Rufus firma per lei Apartment, i Manic street preachers scrivono The girl from Tiger Bay e i Pet Shop Boys toccano vette mai toccate prima con The performance of my life. Quest'album è già un 'greatest hits':

16 maggio 2009
musica
coming up
Morrissey; Southpaw grammar: ed ecco che, quattordici anni dopo, riesce l'album di Morrissey del 1995, notevole in primis per due canzoni che veleggiano oltre i dieci minuti di durata (sempre tosta The teachers are afraid of the pupils) e, in questa riedizione, per quattro brani rari che fotografono un Morrissey in crisi discografica, non creativa. Escludendo il comunque deludente Maladjusted, ci vorranno altri 9 anni per un disco ugualmente compatto, l'imperdibile You are the quarry.

Daniel Merriweather; Red: secondo singolo dall'imminente album, questa volta è una ballatona; notevole:

Manic Street Preachers; Journal for plague lovers: l'impressione è che sia un disco importante, il primo album dei Manics dal '94 con testi scritti da Richey Edwards, scomparso nel 1995 e recentemente dichiarato deceduto. Ci torneremo sopra.
30 dicembre 2007
musica
il 2007 è stato l'anno in cui...
Gregory Lemarchal è morto e ha fatto la sua più bella canzone (De temps en temps)

la mia nuova boyband preferita sono stati i BeFour

i Backstreet Boys sono ri-ritornati

Shirley Bassey ha rifatto una canzone di Pink

i Pet Shop Boys hanno fatto She’s Madonna con Robbie Williams

London Calling dei Clash ha compiuto trent’anni

Patrick Fiori ha fatto una canzone che, se non ho capito male, parla di un menage a troi

Britney Spears ha perso ogni dignità

Rufus Wainwright ha perplesso Luca Sofri

le Spice Girls si sono riunite e tutti si sono resi conto di ricordare solo una loro canzone

il mondo ha scoperto i Gossip

io ho scoperto Dolly Parton

è uscito il primo album degli Enemy

i Manic Street Preachers sono tornati in grande forma

With every heartbeat di Robyn è stata una di quelle canzoni allegre che fanno piangere

i Foo Fighters hanno fatto un bell’album

Newtown Faulkner ha rifatto Teardrop dei Massive Attack

Kylie è tornata (alé)

gli Eagles sono tornati (bah)

i Linkin Park sono tornati (oh no)

ho scoperto che i Plain White T’s di Hey there Delilah sarebbero emo

i Killers sono stati meravigliosi

50 Cent ha cominciato a vendere un po’ meno dischi

gli americani hanno scoperto i Daft Punk (tramite Stronger di Kanye West)

le Sugababes sono di classe

è uscita Fluorescent adolescent degli Arctic Monkeys

la presenza di Jay-Z non ha rovinato Umbrella di Rihanna

Timbaland ha prodotto di tutto

Mika si è rivelato un genio

La canzone più bella dell’anno è stata Tears dry on their own di Amy Winehouse

(qui il riassunto del 2006)
15 luglio 2007
musica
coming up
Garbage; Tell me where it hurts: nei primi anni novanta i Garbage fecero un paio di dischi notevolissimi (l’album omonimo e Version 2.0) per poi perdersi un po’ per strada e fare inutili colonne sonore di James Bond. Ora tornano con un ‘greatest hits’ e questa cosa nuova, che manca di mordente ma che si fa ascoltare più del 95% della roba che ‘va per la maggiore’ al giorno d’oggi.

Manic Street Preachers; Autumnsong: non mi è chiaro perché sia scritto tuttattaccato, comunque è il secondo estratto da Send Away The Tigers e, er, ‘spacca’.

Mark Ronson; Oh my god: Mark Ronson è quello che ha prodotto Rehab di Amy Winehouse e qui rifà una canzone dei Kaiser Chiefs insieme a Lily Allen, che poi è la figlia di Keith Allen. Troppi riferimenti postmoderni in una sola canzone.

Infine, arriva la notizia che il nuovo album dei Cure, in uscita a ottobre, sarà un doppio e che conterrà una canzone chiamata Christmas without you, un brano ‘non molto felice’, secondo Robert Smith.

(Qui una vecchia cosa dei Garbage, Queer)

free music
6 maggio 2007
musica
musica
Linkin Park; What I’ve done: all’inizio, a qualcuno era parsa ‘interessante’ la commistione tra ‘metal’ e ‘rap’. Ora che del secondo non c’è più traccia,  dovrebbero sparire dalla faccia della terra, avendo perso la loro raison d’etre, no?

Red Hot Chili Peppers; Humd de bump: un quinto singolo da Stadium arcadium! Abbiamo un nuovo sinonimo per il termine ‘inutile’!

Bjork; Volta: Bjork prodotta da Timbaland. Succede anche questo. Inoltre c’è un duetto con Antony Hegarty degli Antony & The Johnsons (The dull flame of desire) che mette i brividi per quant’è bello.

Groove Armada; Soundboy rock: nuovo album dei due fanciulli, ora con Mutya delle Sugababes, ospite in una canzone che si chiama, appunto, Song 4 Mutya. Da conservare e mostrare ai posteri, che è davvero un bel disco

Manic Street Preachers; Send away the tigers: non mi è chiaro perché molti recensori parlino di ‘ritorno in forma’ – a me pure i due album precedenti piacquero (Let Robeson sing e A song for a departure erano notevoli). Anche qui ci sono cose interessanti, come il primo singolo (Your love alone is not enough) che ospita la cantante dei Cardigans, una cover di Working class hero di John Lennon o come Underdogs, che comincia con un meraviglioso This one’s for the freaks / for you’re all so beautiful. Ben tornati.


2 maggio 2007
musica
coming up
    Per cominciare, non saprei bene sotto che categoria inserire l’‘evento’, ma pare che in Svezia sia lecito chiamare la propria figlia ‘Metallica

    E a proposito di nord Europa, qui c’è una cosa che pare uscita direttamente da un film di Derek Jarman. La canzone pare dibattere se sia meglio andare in vacanza a Helsinki o a Milano. Meraviglioso.

    Tornando invece alla solita amministrazione, ci sono nuovi singoli per Amy Winehouse (Back to black) e i notevolissimi Dragonette (I get around); tornano infine i Manic Street Preachers (Your love alone is not enough - da kamau c'è il video - non mi perdo niente, io!) e, ahinoi, non so quanto fosse necessaria, ma c’è una versione 2007 di I’m too sexy dei Right Said Fred.

    Per finire, una nota postmoderna e un sacco globalizzante: stamattina all’aeroporto di Malta avevo la mia t-shirt di Lost (quella che recita 'I'm one of the others'), cosa che ha portato il fanciullo del check-in ad avviare una discussione se sia meglio la seconda stagione di Lost o quella di Prison Break. One world.


sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte