.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

2 aprile 2011
musica
quand l'amour n'est plus là

Per finire il ripassino sugli album di Robbie Williams ora ripubblicati (iniziato qua), ho lasciato per ultimo Sing when you're winning, il suo trionfale terzo disco.

Dalla fantastica copertina (un trionfo egotico) alla versione in francese di Supreme (che sta solo nella versione gallica dell'album, che comprai a Parigi il giorno della sua uscita), Sing when you're winning è Robbie Williams come dovrebbe essere sempre Robbie Williams: perfetto.

Qui dentro c'è tutto: l'estasi di Rock DJ, il duetto con Kylie (Kids - do you care for sodomy?), le ballate Better man e The road to Mandaley, Eternity a Top of The Pops e soprattutto Supreme, che poi è I will survive di Gloria Gaynor, quasi (ma di poco) meglio dell'originale.

Come dicono altri, When the innocence is dead and gone, these we'll be the times we'll look back on. Se RW fosse un solo album, sarebbe questo.
3 gennaio 2011
musica
cheremone's 2010 top 40 - 7
(qui le posizioni 40-5)

4 / Eminem ft. Rihanna; Love the way you lie. Le grandi canzoni sono capaci o di portarti altrove e di farti dimenticare di tutto (tipo, chessò, Your disco needs you di Kylie Minogue) o sono profondamente disturbanti (tipo Fotoromanza di Gianna Nannini - "quest'amore è una camera a gas" non è esattamente confortante). Che Eminem facesse una canzone dai toni violenti non è una novità ma che Rihanna, vittima a sua volta di violenza da parte di un essere spregevole come Chris Brown, accettasse questa collaborazione mi è sempre parso strano. Escluso che sia così stupida, resta solo l'ipotesi della catarsi artistica. Ciò non toglie che Love the way you lie sia una grande canzone, proprio perché non lascia indifferenti:
 
3 / Katy Perry; The one that got away. Si può ignorare un'artista che ha passato il 2010 in vetta alle classifiche mondiali? Sì, visto che ho beatamente ignorato i Black Eyed Peas. Perché allora non ignorare anche Katy Perry? Un po' per il ricordo di Hot 'n' cold, un po' per le nozze con il geniale Russell Brand, non certo per il California Gurls (già la grafia è fastidiosa) né per Teenage dream (la versione definitiva è quella di Glee) né per Firework, che manco pare una canzone. E' che in un album insulso come il suo, ci sono i 4 minuti scarsi di questa canzone, piena di rimpianti e di speranze. E le si perdona tutto, perché in another life I would be your girl.

2 / Rihanna; Only girl (in the world). Ancora Rihanna, stavolta da sola e un po' più solare. Qua sotto, la versione dei One Direction, che rende il tutto, come dire, destabilizzante:

1 / Lady Gaga; Alejandro. Sono fermamente convinto che la rima con "Roberto" sia in realtà un omaggio a Fernando degli Abba, e già solo per questo si merita la vetta:
2 gennaio 2011
musica
cheremone's 2010 top 40 - 6
(Qui le posizioni 40-37, 36-30, 29-23, 22-15 e 14-10)

9 / Plan B; Prayin'. La trasformazione di Plan B da rapper arrabbiato a versione maschile di Amy Winehouse è stata uno degli eventi musicali del 2010.

8 / Jason Derulo; In my head. Sarà perché una delle mie espressioni preferite per presentare un'opinione è "nella mia mente", fatto sta che questa canzone è grandissima. Sarebbe più alta in classifica se non citasse fastidiosamente il suo nome.

7 / Bruno Mars; Just the way you are. Lui l'abbiamo conosciuto tramite il duetto con Travie McCoy (un po' più sotto in classifica) e si è capito che questa era una grande canzone anche tramite la versione di Glee. Questo è il video originale:

6 / Usher; DJ got us fallin' in love. La produzione è di Max Martin, e si sente. Qua sotto, Frankie dei Wow (Forse sciolti? Spariti nel nulla? Qualcuno dica qualcosa!) la balla.

5 / Taio Cruz ft. Kylie Minogue; Higher. Puro genio:

(continua...)
30 dicembre 2010
musica
cheremone's 2010 top 40 - 4
(qui le posizioni 40-37, 36-30 e 29-23)

22 / Alexandra Burke; The silence. Lo so che c'è qualcosa di profondamente sbagliato in X-Factor e in Alexandra Burke (qui ampia discussione), ma questa canzone, per quanto rispetti uno per uno tutti gli immaginabili clichés, resta, uhm, bella.

21 / Drake; Find your love. Drake è una sorta di melting pot vivente (il padre è di Memphis, la madre è un'ebrea canadese); il suo primo album si chiama Thank me later e questo è il suo secondo singolo:

20 / Duck Sauce; Barbra Streisand. Prendete quella che è essenzialmente Gotta go home dei Boney M, ci ripetete sopra il nome di un'attrice e, miracolo, funziona.

19 / Mika; We are young. La collaborazione tra Mika e RedOne (il produttore di Lady Gaga), per quanto legata ad un inverosimile film, ha i suoi momenti significativi.

18 / Robbie Williams & Gary Barlow; Shame. Il termine corretto pare sia 'bromance', 

17 / Kylie Minogue; All the lovers. I posteri ricorderanno come vetta irraggiungibile della sua carriera il momento in cui l'ha cantata con gli Scissor Sisters, in versione country:

16 / Inna
; Hot. Il titolo dice tutto.

15 / Take That; The flood. Sembrava improbabile, ma il 2010 è stato l'anno dei TT (qui la loro carriera, in 12 tappe). Qua sotto, un'esibizione con ballerini semi-nudi che, c'ho messo un po' a capirlo, rappresentano la copertina dell'album:

(continua...)
13 settembre 2010
musica
popbulimia


Sono appena uscite le ri-pubblicazioni dei primi due album di Jason Donovan (chi è? qui la sua biografia), Ten good reasons del 1989 e Between the lines del 1990, e c'è un po' da rimanere sopraffatti dalla mole di materiale (in tutto sono 75 brani).

Nella massa confusa trovano posto i suoi singoli prodotti da Stock, Aitken & Waterman (dodici, mi pare), i lati b, svariati remix e versioni strumentali (notevoli per la loro insignificanza), ed anche un secondo duetto con Kylie Minogue, All I wanna do is make you mine, di cui ignoravo l'esistenza, nonché la versione in spagnolo di Rhythm of the rain.

Preso a piccole dosi, aveva i suoi momenti.
29 agosto 2010
musica
lento doloroso
E' arrivato Happiness, l'album degli Hurts (noi ne parlavamo qui, e ora Wonderful life è al #2 in Germania e nella top 30 inglese). Popjustice è in estasi anche solo per la confezione. Inoltre contiene un duetto con Kylie Minogue, Devotion. Qua sotto rifanno Confide in me:
20 maggio 2010
musica
amoenitates belgicae

Con colpevole ritardo, ho scoperto l'esistenza di un coro polifonico femminile originario del Belgio, che si diletta nel re-interpretare classici postmoderni (tipo Mutter dei Rammstein o Can't get you out of my head di Kylie Minogue – cercatele, che ne vale la pena). Si chiamano, opportunatamente, Scala (qui il sito) e qua sotto c'è, come non l'avete mai sentita prima, Friday I'm in love dei Cure:

1 aprile 2010
musica
boyband 82
Dopo aver mandato, l'anno scorso, una canzone scritta da Andrew Lloyd Webber (sul quale giova sembre ricordare quanto scrive Jonathan Coe), quest'anno il Regno Unito ha deciso di affidare la selezione per l'Eurofestival a Pete Waterman (!), che ha messo su una trasmissione tv in cui i candidati si sfidavano cantando brani dello storico marchio SAW (i creatori di Rick Astley, Kylie Minogue, Steps etc. ). I miei preferiti sono qua sotto, e si chiamano Uni5 ('unifive, unify', get it?):

Tragicamente, ha vinto questo tizio qua.
11 dicembre 2009
musica
kylie nyc


Lo scorso ottobre la meravigliosa Kylie Minogue ha fatto, per la prima volta, un tour in nord America e, a mo' di instant album, esce ora Kylie live in New York, a perenne testimonianza dell'evento.

I più saranno delusi dall'assenza, nelle 25 tracce dal vivo, della nuova Better than today, che dovrebbe apparire nel suo 11° album, previsto per il 2010, ma c'è comunque molto di cui essere contenti (magari non la versione jazz di The locomotion, ecco): Confide in me prende una piega roccheggiante, The one resta un capolavoro, c'è un medley in cui appare What do I have to do, la sua Burning up confluisce in Vogue di Madonna, un'intrigante versione di I believe in you e infine, acquistando l'album su iTunes, ci sono tre remix inediti prodotti da Steve Anderson.


26 aprile 2009
musica
coming up
Mandy Smith; Mandy: questa è una cosa da pop-archeologi. Mandy Smith era una fanciulla inglese che tipo a 13 anni ebbe una relazione con uno dei Rolling Stones un filino più maturo di lei. In maniera assolutamente non conseguenziale, qualcuno ebbe l'idea di farle fare un album, uscito nel 1988 e ora ripubblicato con 8 brani rari/inediti, fra i quali spiccano una prima versione di Got to be certain (che sarebbe stato poi il terzo singolo di Kylie Minogue), una cover di Don't you want me degli Human League e un 'acid remix' (giuro) della sua più grande canzone, Boys and girls:

Green Day; Know your enemy: c'è un preoccupante 'oh eh oh eh' nel ritornello:
 
Morrissey; Something is squeezing my skull: era dai tempi di Irish blood, english heart che non era così arrabbiato (o quando si accorge che non tutti sono vegetariani).

Eminem; We made it: c'è stato un tempo in cui
Eminem era capace di dire cose (penso a Stan, ma non solo), ora si è ridotto alla parodia di se stesso. Tristissimo.
5 gennaio 2009
musica
cheremone's 2008 top 40 - 4
(penultima parte del meglio del 2008: le posizioni 40-32, 31-24 e 23-15)

14 / The Verve; Love is noise: se non fosse per i fastidiosi oooh oooh sarebbe ben più alta in classifica. Qui il video.

13 / Kylie Minogue; The one: l'album X alla fine si è rivelato un disastro ma, in un mondo ideale, The one sarebbe stato il primo singolo e le cose sarebbero andate diversamente:

12 / The Killers; Human: puro genio. Si può sentire qui.

11 / Sugababes; Denial: il nuovo album è un po' deludente, ma l'ultimo singolo dal disco precedente è splendido:

10 / Amy MacDonald; This is the life: una giovane cantante scozzese ed una drammatica canzone per chi, come me, quando sente le canzoni, pensa che quella sia la vita:

9 / Mark Ronson; Just: il produttore di maggior successo dell'anno. Qui c'è la sua versione di Just dei Radiohead.

8 / Mika; Happy ending: sebbene tecnicamente nel 2008 non abbia fatto nulla, il suo album Life in cartoon motion è rimasto a lungo nello stereo. Qui il video dell'ultimo singolo.

7 / Girls Aloud; The loving kind: il 2008 per me è stato l'anno in cui ho finalmente capito le Girls Aloud:

6 / Katy Perry; Hot 'n' cold: I kissed a girl mi aveva più o meno lasciato indifferente ma questa canzone, scritta da Max Martin, è altra cosa...
4 gennaio 2009
musica
coming up
BeFour; No Limit: non avrei mai pensato che arrivassero al terzo album, invece... il primo singolo da Friends 4 ever è una cover del classico dei 2 Unlimited in cui Dan reppa (!). Qui un'anticipazione.

Kylie Minogue; Boombox: per ricordarci la sua immensa grandezza, Kylie pubblica un album di remix (con inedito) che contiene, tra l'altro il maestoso mash-up di Can't get you out of my head e Blue monday dei New Order, che diventò Can't get blue monday out of my head e che resta una pietra miliare:   
11 ottobre 2008
musica
coming up
Prima di tutto, qui ci sono Kylie e Dannii Minogue che cantano The winner takes it all degli ABBA, con un tragico arrangiamento che fa un sacco 1988. Le altre uscite interessanti sono:

Boy GeorgeYes we can: ebbene sì. Boy George ha fatto una canzone per Obama, e non è terribile. Qua il video.

Boyzone; Back again... no matter what - The greatest hits: visto che è andata bene ai Take That, ci riprovano anche loro. Se ne parlava qua.

Saint Etienne; London conversations - The best of: sono sempre stato segretamente intrigato dai Saint Etienne, e non posso quindi ignorare questa triplice antologia (due cd e un dvd). Questo è un piccolo classico degli anni '90, He's on the phone:
28 giugno 2008
musica
coming up
Busta Rhymes & Linkin Park; We made it: non so se sia carino parlarne male senza aver sentito la canzone. Ok, la sento. Sentita, è invereconda ed insopportabile.

Estelle
; No substitute love: nuovo singolo per la fanciulla inglese, pesantemente basato su Faith di George Michael, che riprende anche nel video.

Ladyhawke; Paris is burning: la cosa migliore prodotta dall’Australia dai tempi di Kylie Minogue. Se ne parla qua.
26 febbraio 2008
televisione
sanremo 2008 - 2
Si riparte, sperando di non crollare dal sonno (domani poi mi devo alzare prestissimo per andare a una cosa un po’ sessista), notando che Simon Le Bon non ci sta molto con la testa (o forse è l’inviata di Repubblica): qui leggo che “i Duran Duran (...) ricordano che l'ultima volta all'Ariston fu ventitrè anni fa”; evidentemente hanno rimosso di aver fatto un album di cover (Thank you) e di aver cantato White Lines, a Sanremo, nel 1995.

Kylie Minogue ha due singoli in uscita, uno per il mercato europeo (Wow) e uno per il resto d'Europa (In my arms), e quindi mi sono arrivati un sacco di nuovi remix da ascolatare (notevole quello ad opera dei CSS per Wow). Tanto per dire che uno non ha tempo di sentire la canzone di Amedeo Minghi...

Rosario Morisco
: ma i soldati non dovrebbero, chessò, farsi la barba?

Una delle cose classiche di Sanremo (come la valletta bionda e la valletta mora) è il momento in cui Loredana Berté dà di testa. Diciamo che il sobrio vestitino non aiuta, e che la lamentala contro i direttori d'albergo è spassosa...

Uno si distrae un attimo (a leggere gli sviluppi delle primarie americane) e si ritrova una specie di tarantella e a sperare nei Finley.

Mentre c'è un insensato stacchetto di Chiambretti con una famiglia disfunzionale, scopro che anche secondo il Corriere i DD sono stati a Sanremo per l'ultima volta 25 (!) anni fa. Oh, ecco i Finley. Oh no, è una ballatona. Direi che è ora delle ninne.

Mi devo essere addormentato e devo aver sognato un gruppo di preti che cantava We are the champions dei Queen in latino e non può essere vero.
2 febbraio 2008
musica
coming up
Morrissey; That’s how people grow up: c’è un imminente Greatest Hits con due inediti, tra cui questo singolo in cui Morrissey ci ricorda che c’è di peggio che non essere il trottolino amoroso di qualcuno. Il momento in cui sorriderà un po’ è ancora lontano, fortunatamente.

Rihanna; Don’t stop the music: questa donna è inarrestabile. Qui campiona Wanna be startin’ somethin’ di Michael Jackson, che in realtà campionava Soul makossa di Manu Dibango.

Kylie Minogue; In my arms: è il nuovo singolo europeo (in Inghilterra esce Wow). Qua lo canta alla tv francese (dove la chiamano Kilì) e riceve poi un premio da Mikà - che parla francese e pure lei pare cavarsela.

Morcheeba; Dive deep: nuovo album (che si può sentire qua) per i sempre gradevoli Morcheeba, anche se cambiano continuamente cantante

30 dicembre 2007
musica
il 2007 è stato l'anno in cui...
Gregory Lemarchal è morto e ha fatto la sua più bella canzone (De temps en temps)

la mia nuova boyband preferita sono stati i BeFour

i Backstreet Boys sono ri-ritornati

Shirley Bassey ha rifatto una canzone di Pink

i Pet Shop Boys hanno fatto She’s Madonna con Robbie Williams

London Calling dei Clash ha compiuto trent’anni

Patrick Fiori ha fatto una canzone che, se non ho capito male, parla di un menage a troi

Britney Spears ha perso ogni dignità

Rufus Wainwright ha perplesso Luca Sofri

le Spice Girls si sono riunite e tutti si sono resi conto di ricordare solo una loro canzone

il mondo ha scoperto i Gossip

io ho scoperto Dolly Parton

è uscito il primo album degli Enemy

i Manic Street Preachers sono tornati in grande forma

With every heartbeat di Robyn è stata una di quelle canzoni allegre che fanno piangere

i Foo Fighters hanno fatto un bell’album

Newtown Faulkner ha rifatto Teardrop dei Massive Attack

Kylie è tornata (alé)

gli Eagles sono tornati (bah)

i Linkin Park sono tornati (oh no)

ho scoperto che i Plain White T’s di Hey there Delilah sarebbero emo

i Killers sono stati meravigliosi

50 Cent ha cominciato a vendere un po’ meno dischi

gli americani hanno scoperto i Daft Punk (tramite Stronger di Kanye West)

le Sugababes sono di classe

è uscita Fluorescent adolescent degli Arctic Monkeys

la presenza di Jay-Z non ha rovinato Umbrella di Rihanna

Timbaland ha prodotto di tutto

Mika si è rivelato un genio

La canzone più bella dell’anno è stata Tears dry on their own di Amy Winehouse

(qui il riassunto del 2006)
24 novembre 2007
musica
coming up
Alison Moyet; A guy like you: il secondo singolo da The turn è magistralmente remixato dagli Almighty e si può sentire qui.

Subsonica; L’eclissi: dopo il singolo La glaciazione (‘questo vuoto esploderà’ è una frase splendida, quasi quanto ‘la superficie liscia delle cose’ in Nuova ossessione), arriva l’album ed è l’ennesima conferma che questo è un gruppo importante.

Kylie Minogue; X: nessuno ha notato che X era il titolo anche di un album degli INXS (sottile riferimento a vecchie tresche)? Comunque, nel caso che si sia rimasti ‘perplessi’ da 2 hearts, qui Kylie è meravigliosamente Kylie; quanto a questo disco, bastano due parole (che sono il titolo di una canzone): The. One.


10 novembre 2007
musica
coming up
Duran Duran; Falling down: il video della canzone pare fare ‘scalpore’ e ‘scandalo’, ciò a 26 anni di distanza da Girls on film. Vabbé.

Kylie Minogue; 2 hearts: sgradevolmente simile alla fase anni ’20 di Christina Aguilera. Non proprio quello che ci aspettavamo, diciamo.

Linkin Park; Shadow of the day: la canzone è un capolavoro e cambierà la vita di chiunque l’ascolti. Anche un bambino di tre anni noterebbe che è la copia di With or without you degli U2, però.

Spice Girls; Greatest hits: alla fine, eccolo qua. Che dire? Wannabe e Viva forever sono capolavori, il resto fa molto anni ’90 e la nuova Headlines è una palla.

ABBA; The album: il classico disco del 1978 (quello con Take a chance on me e Thank You for the music, ora in ben tre versioni) ritorna in una nuova edizione con allegato dvd, nel quale i quattro sono meravigliosamente più kitsch del solito.

Artisti Vari; In the mind of Jamie Cullum: compilation (mooolto jazz) del mio mito Jamie Cullum, in cui si diverte a mettere insieme le sue fonti di ispirazione (Nina Simone, ma anche Pharrell Williams). Ci sono anche due suoi inediti.
27 ottobre 2007
letteratura
like the songs that you sing when you're lonely


Non è così tanto trash quanto speravo, ma Between the lines – my story uncut, l’autobiografia di Jason Donovan, ha i suoi momenti.

Si scopre ad esempio che si faceva un sacco di canne prima di darsi alla cocaina, che ha affittato casa a Saldam Rushdie, che il suo vicino era Brian Eno, che è angosciato dalla calvizie incipiente e che detestava le sue stesse canzoni (il che è terribile, perché cose When you come back to me erano notevoli).

Nessuna chicca sulla sua storia con Kylie Minogue, anche se qualcuno potrebbe trovare tragicomico il fatto che fu lui a portarla al concerto degli INXS in cui Kylie conobbe Michael Hutchence, per il quale poi lasciò il povero Jason.
2 ottobre 2007
musica
compilazione


Siccome sono quarant’anni dalla prima trasmissione di Radio 1 della BBC, oggi mi è arrivata una compilation nella quale 40 artisti ‘di oggi’ rifanno 40 canzoni ‘di ieri’, esattamente una per anno (con qualche forzatura: ad esempio, Crazy for you di Madonna non è del 1991 ma fu solo ripubblicata in quell’anno e spero che la versione più familiare di Father and son di Cat Stevens non sia quella del 2005 con Ronan Keating). Tralasciando la ripresa di You’re sexy thing da parte degli Stereophonics (che non è venuta molto bene), ci sono un sacco di cose interessanti:

Mutya Buena rifà elegantemente Fast car di Tracy Chapman

I Groove Armada si dedicano a Crazy for you di Madonna e la cosa viene un po’, come dire, diversa


T
oxic di Britney Spears rifatta dagli Hard-Fi è a metà strada tra una parodia e un classico del III millennio


Fa piacere vedere che i Franz Ferdinand sono vivi e vegeti e rifanno Sound and vision di David Bowie


Calvin Harris che rifà Stillness in time di Jamiroquai pare Jamiroquai che rifà Acceptable in the ‘80s di Calvin Harris


Can’t stand losing you dei Police rifatta da Mika con Armand Van Helden a me pare insulsa, ma non perché ritenga ‘sacrilego’ rifare i Police, anzi


Lullaby dei Cure nelle mani degli Editors diventa ancora più epica e più nera, ed è una delle cose migliori qua dentro


Le Girls Aloud ripropongono fedelmente Teenage dirtbag dei Wheatus ma l’immagine di loro che ascoltano gli Iron Maiden (come il protagonista della canzone) non regge


Non so chi ha avuto l’idea, ma io non avrei lasciato che i Keane scegliessero Under pressure dei Queen...


Love is the drug dei Roxy Music era, ovviamente, un capolavoro anche prima ma ora che l’ha ripresa Kylie Minogue sono senza parole


Stranamente, la versione di Like I love you di Justin Timberlake da parte dei Maximo Park (che si pronuncia maxìmo, pare), non è male


Robbie Williams emerge dal letargo per Lola dei Kinks ed è sempre Robbie Williams


I Gossip hanno scelto Careless whisper di George Michael. Spettacolare


Gli Enemy optano per Father and son e ci riescono


La vecchia Betcha golly, wow degli Stylistics in mano alle Sugababes sorge a nuova vita


I più saranno curiosi cosa The Street sia riuscito a tirare fuori da Your song di Elton John. Beh, è praticamente uguale all’originale, tranne l’accento, e solo alla fine cambia un po'

22 settembre 2007
musica
coming up
Holly Dolly; Dolly song: non ho capito bene di che si tratti, credo sia un mulo che canta una specie di polka. Peggio di Crazy Frog, ed inoltre è una produzione italiana.

The Sheilas; (I'm so) happy happy (you're mine): ommioddio, è di nuovo il 1988 ed è tornato il marchio SAW (i creatori della prima Kylie Minogue), ora con queste tre fanciulle (qui il sito) e una cosa che sembra un singolo delle Bananarama dei tempi d’oro. Puro genio. Qua sotto il video (attendo con impazienza una versione fatta da qualche drag queen; intanto qui cantano – con una certa difficoltà - It’s raining men)



Joy Division; Love will tear us apart: in attesa del film sulla vita di Ian Curtis (si chiama Control ed esce a ottobre), ripubblicano quella che Kurt Cobain definiva la più bella canzone mai scritta. Giustamente.

BWO; Fabricator: nuovo album per i Bodies Without Organs (di cui sono, ricordo sempre, il primo fan italiano). Tranne forse Happiness (che tecnicamente è reggae svedese), è un capolavoro, anche per via della copertina un po’ barocca.



sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte