.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

2 maggio 2010
musica
ad meliora

Più o meno un anno fa, si annunciava la riunione dei Blue; è dunque con sommo orrore che scopro che la cosa al momento è sospesa, in quanto Lee Ryan ci tiene prima a mostrarci di essere un artista per se. Per ottenere questo scopo, ha appena pubblicato Secret love (una canzone talmente avanti coi tempi che sembra uscita nel 2001 – che non è per forza un male, eh), nel cui video non è chiaro se sia più imbarazzante lui che tenta di fare Justin Timberlake o i ballerini.

Aspetto con impazienza la nuova Breathe easy, comunque.

30 dicembre 2009
musica
cheremone's 2009 top 40 - 4

(qui le posizioni 40-31, 30-24 e 23-19)

18 / Agnes; Release me. Se non ho capito male, viene fuori da una trasmissione tv svedese. Ciò nulla toglie alla magnificenza della canzone:


17 / Cascada; Evacuate the dancefloor. Un classico anni '90, quindici anni dopo. Inevitabile.

16 / Madonna; Celebration. Per celebrare i quasi trent'anni di carriera, Madonna ha pubblicato un'antologia che ha ovviamente scontentato tutti e fatto un paio di inediti, una cosa con Lil Wayne sulla quale giova sorvolare, e questa Celebration, qui nel video per 'madonnari':


15 / Tinchy Stryder; Take me back: anche qua devo autocitarmi...

14 / Pink; Please don't leave me: l'ho quasi sempre trovata insopportabile (Get the party started era così edonistica da risultare fastidiosa), ma quando merita, merita. Qua sotto canta dal vivo ma prima parla male di Kanye West, cosa sempre gradita:


13 / T. I. ; Dead and gone: sta qui solo per via di Justin Timberlake, eh:

12 / La Roux; In for the kill. Pura perfezione:


11 / Robbie Williams; Last days of disco. Che dire del ritorno di Robbie? Non è stato, ahimé, così trionfale come speravo, ma tutto potrebbe essergli perdonato se rifacesse questa canzone con La Roux, no?

(continua...)

7 dicembre 2009
musica
boyband 77

Nei primi anni novanta succedeva spesso che le boyband venissero lanciate prima nel mercato tedesco e da lì muovessero alla conquista del mondo; è la tattica che è stata adottata, senza, ahimé, grande successo, per gli US5 ma che, al tempo dei Backstreet Boys, diede ottimi risultati.

Partiti proprio dalla Germania, tra il 1997 ed il 2000 dominarono le classifiche americane, fin quando non vennero eclissati dagli *Nsync di un giovanissimo Justin Timberlake (e di altri quattro tizi, di cui alcuni particolarmente impresentabili).

Dal 2005 hanno provato per ben tre volte a fare un 'grande ritorno', suscitando solo un entusiasmo iniziale per poi perdersi per strada. Terza tappa di questo ritorno è il nuovo album, This is us, con brandi prodotti da RedOne, Max Martin, T-Pain (!) e altri. Purtroppo per loro, le boyband si basano sul momentum e raramente sul materiale, ed è un peccato che il primo singolo, Straight to my heart (ne parlavamo qui), non sia andato da nessuna parte (non ha intaccato né la Top 100 americana né la Top 40 inglese), anche se in Giappone è arrivato al #3. Sarà per questo che l'oriente è diventato il loro mercato di riferimento ed il video del nuovo singolo, Bigger, è girato da quelle parti.

A questo punto, posso solo suggerire alcuni consigli per tentare di salvare la loro carriera:

1. Fare qualcosa per AJ, che fa paura

2. Recuperare Kevin, l'adulto del gruppo e diventare i Westlife

3. Puntare tutto su Howie e tentare il mercato sudamericano

4. Annunciare che Nick è gay e sta con Levi Johnston

5. Farsi scrivere le canzoni da Gary Barlow dei Take That

5 dicembre 2009
musica
coming up
 
Depeche Mode: Fragile tension / Hole to feed: spiace ammetterlo, ma Sounds of the universe non è stato il capolavoro che mi aspettavo. Per questo terzo singolo si sono comunque impegnati, con ben 10 remix disponibili...

Timbaland; Shock value 2: fin quando ospita Nelly Furtado o Justin Timberlake, uno ci può anche stare, ma quando si arriva ad ospitare il cantante dei Nickelback è un po' troppo, no?

4 aprile 2009
musica
coming up
Milow; Ayo technology: sì, è quella cosa sulla pornografia di un paio di anni fa ad opera di 50 Cent e Justin Timberlake e, sì, è una versione acustica:

Kid British; Sunny days: un nuovo gruppo da Manchester. Decisamente da tenere d'occhio (se ne parla qui):

Ultravox; The very best of: una discreta antologia, con dentro un paio di canzoni impeccabili, come Vienna:
15 febbraio 2009
musica
povia non ha vinto niente
Ho finalmente trovato il tempo di vedere la serata dei Grammys e questi sono stati i momenti più trash/significativi (fate voi) della cosa.
  • La standing ovation per Whitney Houston, immagino per il fatto di essere ancora viva.
  • I Coldplay (vestiti come Spagna nel 1986) hanno lasciato che Jay-Z devastasse la loro Lost non solo su disco ma anche dal vivo, poi però hanno cantato Viva la vida e la cosa si è un po' ripresa.
  • I cantanti country sono così cafoni che non si tolgono il cappello da cowboy nemmeno da seduti.
  • Steve Wonder è regolarmente coinvolto in duetti improbabili (come questo), stavolta con i Jonas Brothers.
  • Fa piacere vedere i Blink-182, anche se avevano l'aria di aver abusato di analgesici.
  • Pare che I kissed a girl di Katy Perry non sia quel manifesto di empancipazione  femminile che credevo.
  • Non sarebbe ora che, anziché duettare con T. I. , Justin Timberlake facesse un nuovo disco e si mettesse, chessò, a ballare, più che stare dietro a un pianoforte?
  • Neil Diamond avrà anche 1000 anni, ma ha classe da vendere. E c'è pure Ben E. King.
  • I Green Day consegnano il premio per l'album dell'anno a Robert Plant per il suo disco di sub-country e si va tutti a ninna.
  • E mentre noi abbiamo 'Sanremo', qui c'è la lista completa dei vincitori.
14 febbraio 2009
musica
coming up
Beyoncé; Single ladies: poche sono le cose più fastidiose del sintagma 'impazza su internet'; pare comunque che, a partire da questa cosa con Justin Timberkake in collant, tutti ora facciano parodie del nuovo singolo di Beyoncé (qui la versione di 'Barack Obama'):

The Prodigy; Omen: se facciamo finta che non abbiano mai pubblicato l'album precedente (il deludente Always outnumbered, never outgunned del 2004), uno può ancora credere che i Prodigy siano 'importanti'. Devo ancora capire se questo nuovo singolo sia sulla falsariga dello storico Fat of the land o se sia 'moderno' (e devo ancora dare un nome al campionamento su cui è costruito, ma ce l'ho sulla punta della lingua).

U2; Get on your boots: uh, pare che abbiano rifatto Pop.

Warchild – Heroes: prestigiosa compilation a cura di Warchild che vede gli Scissor Sisters alle prese con Do the strand dei Roxy Music e i Franz Ferdinand che rifanno Call me dei Blondie. Da non perdere, e non solo per la buona causa.
24 settembre 2008
musica
rock your demo
Il buon arjan ha messo on line un video in cui si vedono Pharrell e Justin Timberlake (che è a Roma!!!) lavorare ad una prima versione di Rock your body. Il che è molto carino, tranne per la mania della gente di tenere il cappello anche all'interno, cosa un po' cafona.
16 agosto 2008
musica
happy birthday
Siccome Madonna compie 50 anni, ed io ho 338 (!) suoi brani, ecco il definitivo elenco delle sue 50 migliori canzoni, in ordine alfabetico:

4 minutes, in cui fa cose con Justin Timberlake
American life, in cui dice di avere una Mini
American pie, in cui, secondo alcuni, massacra il capolavoro di Don McLean
Another suitcase in another hall, in cui è particolarmente commovente
Bedtime story, in cui diventa Bjork
Bordeline, con cui ha introdotto nella musica pop un concetto psichiatrico (vedi il ‘Sigmund Freud, analyze this’ di Die another day)
Cherish, la canzone più bella della storia
Crazy for you, la prima ballatona
Dear Jessie, una ninna-nanna, essenzialmente
Deeper and deeper, il singolo migliore da Erotica
Die another day, in cui fa James Bond
Drowned world/Substitute for love, in cui è, sinceramente (?), umana
Don’t cry for me Argentina, in cui fa Eva Peron
Everybody, la prima canzone
Express yourself, un capolavoro
Frozen, un gioiello
Give it 2 me, un classico contemporaneo
Gone, la cosa migliore da Music
Holiday, un classico
Hollywood, in cui gioca col filo del telefono
Human nature, in cui si dà al sadomaso
Hung up, in cui campiona gli ABBA
I’ll remember, in cui è commovente
I love New York, in cui fa pace con se stessa
Into the groove, in cui ha definito gli anni ‘80
I want you, in cui lavora coi Massive Attack
Jump, in cui cita West end girls dei Pet Shop Boys
Justify my love, con cui ha giustificato l’esistenza di Lenny Kravitz
La isla bonita, su cui non ho parole per quanto è bella
Like a prayer, in cui si fa misticheggiante
Like a virgin, di cui si parla in Pulp fiction
Love profusion, in cui sembra la Primavera di Botticelli
Lucky star, in cui impara a cantare
Material girl, in cui fa Marylin Monroe
Miles away, in cui suona moderna
Oh father, in cui fa i conti col passato
Papa don’t preach, quella di Italians do it better
Rain, in cui ha i capelli neri
Ray of light, in cui lavora con William Orbit
Rescue me, in cui, per la prima volta, ‘reppa’
Secret, in cui parla di masturbazione (ma pare lo facesse anche in Into the groove)
Something to remember, in cui è divina
Sorry, in cui impara le lingue ('sono spiacente')
Take a bow, in cui canta con Babyface
The power of goodbye, LA canzone degli anni ‘90
Vogue, in cui cita Bette Davis
You’ll see, in cui rifà Take a bow
You must love me, in cui muore
What it feels like for a girl, in cui investe la gente
Words, in cui cita Vogue
8 marzo 2008
musica
quattro minuti
Non so ancora per quanto, ma qui si può sentire il nuovo singolo di Madonna, Four minutes to save the world, che ospita un Justine Timberlake che pare ogni giorno di più il Michael Jackson dei tempi andati...
17 novembre 2007
musica
coming up
Justin Timberlake & Beyonce; Until the end of time: questa è tosta, perché Justin è un genio mentre Beyoncé (insieme a Jennifer Lopez – non più J-Lo, pare) rappresenta poù o meno tutto quanto ci sia di sbagliato al mondo. La canzone, di suo, è il 117° singolo da Futuresex/Lovesounds e non è che ci guadagni molto nel fatto che a un certo punto una strofa la canti Beyoncé.

Daft Punk; Alive 2007: il precedente Alive 1997 era un disco un po’ di nicchia, ora fanno le cose in grande con un doppio album dal vivo e un film  (in cui dei robot vogliono diventare umani, come Data)

Gorillaz; D-sides: seconda raccolta di lati b, demo e remix per i Gorillaz. Un po’ da fan completisti, ma ci sono cose carine, come il remix di Dare ad opera dei Soulwax (i cui migliori remix sono raccolti qua)

Bearforce 1; Christmas is here: rieccoli qua, e non è che prima fossero più sobri:


20 ottobre 2007
musica
coming up
Backstreet Boys; Inconsolable: io li ho difesi fino all’ultimo ma con questa ballatona ora sono ufficialmente insopportabili. BASTA.

Britney Spears; Gimme more: insopportabile anche lei, pur facendo finta di non ricordare quanto accaduto agli MVA di Mtv. Quest’ultimo ‘prodotto’ è apprezzabile sono per l’incipit (It’s Britney, bitch!) e poco più.

Youssou N’Dour feat Neneh Cherry; Wake up (it’s Africa calling): 13 (!) anni fa i due fecero una cosa splendida che si chiamava 7 seconds (qui il video), ora ci riprovano con un nuovo brano (che si può sentire qui), un po’ troppo pieno di trombe. Temo un fiasco epocale, malgrado le buone intenzioni.

Paul Oakenfold; Greatest hits & remixes: triplo (!) cd che raccoglie il meglio di uno dei dj più influenti degli ultimi anni. Ci sono remix a suo tempo pubblicati di gente come i Cure, Justin Timberlake, gli Stone Roses e altri, oltre ad alcuni remix inediti, tra cui, sorpresa sorpresa, un remix di Everything in its right place dei Radiohead.

R. E. M. ; Live: un disco dal vivo è sempre un po’ coraggioso (i dischi live importanti si contano sulle dita di una mano), qui poi non ci sono solo brani stranoti (Losing my religion, Everybody hurts et similia) ma anche parecchie canzoni non frequentatissime (Cuyahoga!) e quello che credo sia un inedito, I’m gonna DJ. Nel frattempo, qui c’è una nuova canzone di studio, Until the day is done, usata dalla CNN per una serie di documentari sull’ambiente.
2 ottobre 2007
musica
compilazione


Siccome sono quarant’anni dalla prima trasmissione di Radio 1 della BBC, oggi mi è arrivata una compilation nella quale 40 artisti ‘di oggi’ rifanno 40 canzoni ‘di ieri’, esattamente una per anno (con qualche forzatura: ad esempio, Crazy for you di Madonna non è del 1991 ma fu solo ripubblicata in quell’anno e spero che la versione più familiare di Father and son di Cat Stevens non sia quella del 2005 con Ronan Keating). Tralasciando la ripresa di You’re sexy thing da parte degli Stereophonics (che non è venuta molto bene), ci sono un sacco di cose interessanti:

Mutya Buena rifà elegantemente Fast car di Tracy Chapman

I Groove Armada si dedicano a Crazy for you di Madonna e la cosa viene un po’, come dire, diversa


T
oxic di Britney Spears rifatta dagli Hard-Fi è a metà strada tra una parodia e un classico del III millennio


Fa piacere vedere che i Franz Ferdinand sono vivi e vegeti e rifanno Sound and vision di David Bowie


Calvin Harris che rifà Stillness in time di Jamiroquai pare Jamiroquai che rifà Acceptable in the ‘80s di Calvin Harris


Can’t stand losing you dei Police rifatta da Mika con Armand Van Helden a me pare insulsa, ma non perché ritenga ‘sacrilego’ rifare i Police, anzi


Lullaby dei Cure nelle mani degli Editors diventa ancora più epica e più nera, ed è una delle cose migliori qua dentro


Le Girls Aloud ripropongono fedelmente Teenage dirtbag dei Wheatus ma l’immagine di loro che ascoltano gli Iron Maiden (come il protagonista della canzone) non regge


Non so chi ha avuto l’idea, ma io non avrei lasciato che i Keane scegliessero Under pressure dei Queen...


Love is the drug dei Roxy Music era, ovviamente, un capolavoro anche prima ma ora che l’ha ripresa Kylie Minogue sono senza parole


Stranamente, la versione di Like I love you di Justin Timberlake da parte dei Maximo Park (che si pronuncia maxìmo, pare), non è male


Robbie Williams emerge dal letargo per Lola dei Kinks ed è sempre Robbie Williams


I Gossip hanno scelto Careless whisper di George Michael. Spettacolare


Gli Enemy optano per Father and son e ci riescono


La vecchia Betcha golly, wow degli Stylistics in mano alle Sugababes sorge a nuova vita


I più saranno curiosi cosa The Street sia riuscito a tirare fuori da Your song di Elton John. Beh, è praticamente uguale all’originale, tranne l’accento, e solo alla fine cambia un po'

15 settembre 2007
musica
coming up
50 Cent; Ayo technology: pare che questa canzone (che ospita Justin Timberlake) originariamente avesse a che fare non con la technology ma con la pornography e che il testo fosse, di conseguenza, alquanto osé. Poi sarebbe intervenuta la casa discografica a limitare la cosa; considerato che nella sua versione corrente il brano contiene frasi tipo ‘sono stanco di usare la tecnologia, perché non ti siedi qua sopra?’ e ‘lei lo vuole, lei lo vuole, lei lo vuole e quindi devo darglielo’, uno si chiede cosa ci fosse nella canzone originaria.

Ian Brown and Sinead O'Connor
; Illegal Attacks: la voce di Sinead O’Connor è sempre piacevole e a me Ian Brown sta pure simpatico. Non è chiarissimo dove la canzone voglia andare a parare, però.

Kraftwerk; Aerodynamik/La forme: due nuovi remix (per mano degli Hot Chip) di un paio di brani tratti dal loro ultimo lavoro di studio, Tour de France (che però è del 2003). Non è chiaro perché adesso, ma sono, ovviamente, benvenuti (e sono meglio loro che questa cosa sulla nazionale francese di rugby).

1 settembre 2007
musica
coming up
Bloodhound Gang: Screwing you on the beach at night; mi era sfuggito che i talora volgarotti BG (tecnicamente, una boyband!) avessero fatto un nuovo singolo per l’estate 2007. Si chiama, er, ‘scoparti in spiaggia di notte’ e nel video il buon Jimmy Pop risulta un po’ più grasso del solito. Pare sia una parodia di Wicked games di Chris Isaak, comunque.

Billiam; beautiful ones: ne parlavamo, un po’ basiti, qui. Ora è arrivato il video ed è, come dire, così brutto da essere bello.

Dave Gahan; Kingdom: costa ammetterlo, ma questa cosa della ‘carriera solista’ per il cantante dei Depeche Mode non convince. Questo è comunque il primo singolo dall’album Hourglass, in uscita a ottobre

Duran Duran; Red carpet massacre; ok, l’album esce a novembre (e come dicevamo qua, c’è di mezzo Justin Timberlake). Qui un’anteprima.

T–Rex; Hot love: sono 30 anni dalla morte di Marc Bolan ed è quindi tempo di celebrazioni, come attesta la ripubblicazione della leggendaria Hot love, un #1 inglese del 1971. Gli Oasis hanno costruito un’intera carriera partendo da cose loro, tipo Get it on (presente Cigarettes & alcohol?):

8 agosto 2007
musica
vma 2007
Scopro qui le candidature per gli MTV Video Awards (VMA, pare) del prossimo 9 settembre a Las Vegas. Nel dettaglio, i migliori/peggiori sono:

Miglior gruppo: risibili le candidature (Fall Out Boy! Maroon 5!); spero vincano gli White Stripes, essenzialmente perché Prickly thorn but sweetly worn è meravigliosa.

Miglior nuovo artista
: se non vince Amy Winehouse è una vergogna, anche se, tecnicamente, non è molto ‘nuova’ visto che Back to black è il suo secondo album.

Artista donna dell’anno
: ad eccezione delle terribili Beyoncé e Fergie, le altre tre sono meritevoli di vincere TUTTO.

Artista uomo dell’anno
: qui sono tutti brutti e cattivi; speriamo vinca Justin Timberlake.

Singolo ‘mostruoso’ dell’anno
: vista la presenza di Girlfriend di Avril Lavigne, uno pensa che ‘mostruoso’ sia nel senso di terribile.

Miglior collaborazione
: troppo Akon.

‘Quadruple threat of the year’
: categoria intraducibile che, anziché punire, premia quelli che fanno anche gli ‘attori’ (Beyoncé) e Bono.

Video dell’anno
: speriamo vincano i Justice per D. A. N. C. E. , che almeno sembrano diversi dagli altri.

Miglior coreografia
: se non vince My love di Justin Timberlake è uno scandalo.

Ci sono anche premi per il miglior ‘editing’ e la miglior regia.

E  per finire, per la serata del 9 settembre si annuncia un'esibizione dei Foo Fighters.

27 maggio 2007
musica
coming up
    Non molte cose interessanti, c’è comunque un nuovo singolo degli Scissor Sisters (Kiss you off), mentre ha una distribuzione più ampia l’album degli Infernal (From Paris to Berlin), meritevole di attenzione per lo meno per la presenza di Self control (la canzone di Raf) e per il fatto che I won’t be crying campiona pesantemente Strangelove dei Depeche Mode.
    Esce poi il disco del musical basato sulle canzoni dei Boney M, di cui parlavamo qui, ed è ufficiale che il nuovo singolo di Justin Timberlake sarà Summer love.
    Qua sotto, così, senza una ragione, ci sono dei vecchietti inglesi che cantano My generation degli Who
18 novembre 2006
musica
coming up

Innanzitutto, la cosa dei Duran Duran che fanno una canzone con Justin Timberlake pare vera


Andando oltre, ecco le novità della settimana:


Emma Bunton, Downtown: lei è ormai l'unica Spice Girl ancora presentabile. La canzone è il capolavoro di Petula Clark (correva il 1964), recentemente usata nella prima puntata della terza stagione di Lost. Il tutto viene pubblicato per beneficienza. Non può fallire.


Faithless, Bombs: ritornano in grandissima forma. Qui si può scaricare, gratis e legalmente, un remix del primo singolo da To all new arrivals. Notevole.


Red Hot Chili Peppers, Snow: è quasi Natale e pubblicate una canzone che si chiama 'neve' e che verosimilmente parla di cocaina. Andate via, per favore. E non tornate mai più.


Take That, Patience: indicare l'esatto momento in cui i TT hanno smesso di essere presentabili è stato quando hanno pubblicato Sure. Era tipo il 1994. Questa canzone, per quanto ascoltabile, resta 


The Beatles, Love: il nuovo 'progetto', approvato dai Beatles superstiti e dalle vedove dei defunti, affidato allo storico produttore George Martin e, non si sa perché a suo figlio, è alla base di uno 'spettacolo' del Cirque du Soleil in scena a Las Vegas. Avete paura? Fate bene...


Oasis, Stop the clocks: Uscendo la stessa settimana dei Beatles, realizzano un loro sogno. Secondo Luca Sofri, queste sono le loro canzoni essenziali: Live forever, Don't look back in anger, Wonderwall, Stand by me, Stop crying your heart out, Little by little, Who put the weight of the world on my shoulders e Let there be love. Solo tre sono presenti in questa raccolta.


U2, 18 singlescontinuiamo con le antologie inutili. Ci sono già due raccolte da avere (una dal 1980 al 1990 e una dal 1990 al 2000). Qui si aggiunge poco, e vogliamo ricordare che la loro ultima grande canzone è del 1991 o continuiamo a illuderci che ci sia qualcosa oltre all'ego di Bono?


Westlife, The love album. La cover di Nothing's gonna change my love for you di Glenn Medeiros non è compresa nell'album ma è solo  sul singolo The rose, mentre quella di Total eclipse of the heart di Bonnie Tyler sì. C'è qualcosa di perverso nell'esserne incuriositi?

8 luglio 2005
boyband 46

Dies ist die ultimative Boyband, proclama il sito.


Si chiamano US5, sono un ibrido american-germanico (!) e cantano una cosa chiamata Maria, in inglese (qualche parolina in spagnolo, per il lucroso mercato latinamericano).


Praticamente sono i nuovi *Nsync, principalmente perché Jay assomiglia enormemente a JC Chavez e perché ci sono due simil-Timberlake (nelle persone di Richie e Chris).


Di diverso rispetto agli *Nsync hanno un membro di colore (Michael - gravissimo errore: le boyband che sfondano in America sono sempre monoetniche, da qui l'errore dei Blue) e soprattutto Izzy, il ggiovane alternativo, a sinistra nella foto (il cui pregio principale pare consistere nei 4 piercing e nei 13 tatuaggi).
                                   

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte