.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

6 agosto 2008
letteratura
pizza e mandolino


A un primo sguardo la caduta di Mussolini sembra tratta da un melodramma vittoriano
. Orwell, ovviamente. 
17 giugno 2008
letteratura
chi parla male pensa male


Ho quasi finito il meridiano di Orwell; in Saggi e divagazioni su arte e società ho trovato una bella definizione: se libertà significa qualcosa, significa il diritto di dire alla gente ciò che non vuole sentirsi dire.

(ho trovato anche una frase adatta a chi scrive cose come ‘tototema’: è chiaro che chi è capace di usare frasi come questa ormai ha ampiamente dimenticato che le parole hanno un significato)

14 dicembre 2007
letteratura
not for the proles


“In un paesaggio tropicale i vostri occhi assorbono tutto tranne gli esseri umani. Prendono nota della terra inaridita, dei fichi d’India, delle palme e delle montagne in lontananza, ma ignorano sempre il contadino che zappa il suo pezzetto di terra”.


Ho finito i Racconti e saggi autobiografici di Orwell e penso che sia triste che definizioni come ‘scrittore’ siano usate anche per altri.

23 settembre 2007
musica
pet shop boys - integral (2006)
Chi sono questi: Neil Tennant e Chris Lowe sono un’istituzione della musica pop, attivi dal 1984 (quando uscì una prima versione della storica West End Girls). Sono ufficilmente il duo di maggior successo della storia (più degli Wham! e di Simon & Garfunkel – e di Hall & Oates, vabbé). Oltre a fare dischi ‘normali’, hanno fatto un film (It couldn’t happen here), un musical con Jonathan Harvey (Closer to heaven) e la colonna sonora della Corazzata Potemkin (qui la mia esperienza in materia). Grazie a loro, Go west dei Village People è diventata un inno da stadio (oh eh, Paris Saint-Germain, pare) e gli inglesi sanno il significato di ‘paninaro’.

La musica: esattamente come uno se l’aspetta. Peccato che il remix usato per il video non sia granché.

Le parole: La canzone ha origine come protesta contro il piano del governo Blair di imporre una carta d’identità obbligatoria per tutti – va detto che nella nostra legislazione ciò non ha nulla di strano, ma nel diritto anglosassone è una cosa inaudita. La cosa ovviamente non si ferma qui, e la canzone rappresenta uno scenario da incubo rispetto al quale 1984 di Orwell è roba da dittatori alle prime armi. Comincia con un concetto ben adatto a qualsiasi dittatura che cerca di violare i diritti alla privacy dei cittadini (quando dicono ‘se non hai fatto nulla di male, non hai nulla da temere’ o ‘se hai qualcosa da nascondere, non dovresti nemmeno essere qui’) e delinea poi la tragica realtà (‘ci stiamo muovendo verso una situazione in cui la tua vita si riduce ad una somma di informazioni’) e alla fine si soccombe tutti ad un SISTEMA che è ormai ‘sterile’, ‘immacolato’, ‘razionale’ e ‘perfetto’. Fa paura, molta paura.

Cheremone’s corner: E’ come sparare sulla croce rossa. Li seguo ossessivo-compulsivamente dai tempi di Suburbia, li ho visti dal vivo tre volte e ho tutto, ma proprio tutto, quanto hanno pubblicato. Ho persino un ‘laserdisc’ e un ‘video cd’.

Pregnanza socio-culturale: al momento, nessuno ha tentato la rivoluzione spinto da Integral. Ma il video che sta qua sotto pare sia una cosa iper-moderna: non mi è chiarissimo come, ma usando un cellulare con camera digitale, se si riesce a leggere le schermate in bianco e nero tramite una funzione che legge i codici a barre, si accede a siti che trattano argomenti inerenti il testo della canzone. Il mio cellulare fa a mala pena le telefonate e ha la funzione ‘sveglia’, quindi non ho capito nulla di quanto ho appena scritto. Qui se ne parla un po’ meglio.

La si trova qui: nell’album Fundamental, nel dvd Cubism e nel nuovo Disco 4.

7 luglio 2007
musica
coming up
Curioso accostamento questo, dato che sono in uscita due canzoni apparentemente analoghe, Fluorescent adolescent degli Arctic Monkeys e Teenagers dei My Chemical Romance.

La prima parla della vita vera, è un capolavoro e davvero non riesco a capacitarmi di come Alex Turner sia un tale genio; la seconda è pretenziosa quanto Innuendo dei Queen e sembra scritta da un computer a cui sia stato detto di comporre un ‘testo per adolescenti’, come la ‘prolemusica’ di 1984.
30 aprile 2007
diari di viaggio
cheremone salso - 2

     Assai poco 'salso', oggi, dato che il mare non l'ho neanche visto da lontano. Da St. Julian, sulla costa, ho camminato per ore verso il centro dell'isola, Attard, e poi fino a Rabat e Mdina (la vecchia capitale - pare che in arabo voglia dire 'citta''). Ho avuto una certa tendenza a perdermi, ma la gente e' molto cortese e disponibile e un paio di signore mi hanno anche accompagnato per un pezzo di strada (per quanto secondo loro sarei arrivato a Rabat la sera, mentre in realta' a mezzogiorno ero li') e dalle loro parole ho imparato che di solito i ggiovani italiani che vengono a Malta a imparare l'inglese di fatto imparano solo a trovare fidanzati e fidanzate. Educativo. 
    A Medina ci sono i resti di una villa romana di eta' giulio-claudia (figa) e la cittadina stessa, interamente murata dagli arabi, e' notevole, pare essere uno dei pochi posti della Malta di un tempo, prima dell'invasione delle automobile e degli scempi urbanistici che stanno letteralmente erodendo questo paese. Ieri sera, girando per Paceville, sono finito nel complesso di Bay Street, una specie di cattedrale post moderna che pare Las Vegas (a Malta esiste una 'cosa' chiamata Casino' di Venezia, il che la dice tutta) e che fa letteralmente paura
    Per il primo maggio, poi, c'e' un concerto in piazza di Toto Cutugno. Credo staro' chiuso in stanza a leggere Una boccata d'aria  di George Orwell. O a dormire, visto che questa cosa del camminare fara' anche bene allo spirito, ma massacra le gambe.

    (qui la prima parte)

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte