.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

2 giugno 2011
televisione
teenage dream

Superata la confusione per il fatto che la terza stagione è in realtà la seconda parte della seconda stagion, Kyle XY continua ad avere spunti interessanti, ma anche momenti mortalmente noiosi in cui il tutto diventa fastidiosamente educativo. L'impressione è che si vada avanti per inerzia, tra l'altro con 'buchi' spaventosi nella trama, che più si va avanti più diventano macroscopici. Manca ancora una stagione (la 'vera' terza stagione), poi Kyle è stato cancellato, forse a ragione...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. kyle xy season 3 dvd

permalink | inviato da cheremone il 2/6/2011 alle 12:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
28 maggio 2011
televisione
from pittsburgh to moscow

Da una parte c'è la seconda stagione di Queer as folk (lesbiche in motocicletta! re dei cetriolini! violinisti! partite di bowling! sesso tantrico! fumetti!), dall'altra questo. Qui c'è un appello di Amnesty International.
9 maggio 2011
televisione
kyle 90201

La prima stagione di Kyle XY era una meravigliosa metafora dell'adolescenza, e mi stupisce che non abbia ricevuto l'attenzione che meritava; la seconda stagione, però, prende un po' troppo le strade del teen drama, con risvolti educativi che sanno un po' di riduttivo (la questione delle "droghe leggere"), per quanto importanti (l'attenzione per l'omofobia). La cosa complicata è che in Europa la seconda stagione è stata divisa in due parti (questa la prima), di cui la seconda si chiama "terza stagione", ma in realtà è la seconda parte della seconda stagione. Francesi matti, pare.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dvd season 2 kyle xy season 3

permalink | inviato da cheremone il 9/5/2011 alle 12:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 maggio 2011
televisione
babylon, not 5

Skins non è di certo stata la prima serie inglese ad essere stata 'rifatta' per il mercato statunitense; anni fa la stessa cosa accadde per Queer as folk. Per ora ho visto solo la prima stagione, che per la prima metà segue abbastanza fedelmente l'originale inglese, per poi assumere toni  decisamente più cupi. E, come in tutte le storie con i gay, le uniche persone equilibrate sembrano sempre le lesbiche, almeno per ora (forse perché indagini di mercato dimostrarono che la serie, per quanto avesse come target ovvio i maschietti, era molto apprezzata dal pubblico femminile, anche eterosessuale). Da vedere, comunque.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dvd skins season 1 queer as folk

permalink | inviato da cheremone il 1/5/2011 alle 12:19 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
22 aprile 2011
cinema
curb your allen

Sebbene sembri costruito su misura per il grandioso Larry David di Curb your enthusiasm, pare che Whatever works di Woody Allen (visto a suo tempo, ora in dvd) si basi in realtà su una sceneggiatura degli anni '70, qua e là riadattata. In ogni caso, il personaggio-tipo di Woody Allen (un neurotico misantropo, con accentuate punte di ipocondria) si trova a che fare con una fanciulla del sud, seguita a ruota dalla madre bigotta in piena crisi di mezza età. Non un capolavoro, ma carino.
21 aprile 2011
cinema
I can still recall

Rivedendo Mamma mia, uno si rende conto che non esistono "brani minori" degli ABBA e che ogni tanto saltano fuori perle inattese, come Our last summer (qui nella versione degli A*Teens).

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. abba dvd mamma mia our last summer a*teens

permalink | inviato da cheremone il 21/4/2011 alle 22:57 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
20 aprile 2011
televisione
memorie del sottosuolo

La prima stagione di Dexter seguiva più o meno il libro da cui era tratta, la seconda, invece, pare prendere percorsi diversi. Il mio serial killer preferito, infatti, entra in una specie di loop di autocoscienza, dal quale, deo gratias, si riprende, ma non così presto come uno vorrebbe...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dexter dvd season 1 season 2

permalink | inviato da cheremone il 20/4/2011 alle 17:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
12 aprile 2011
cinema
edipo relitto

Oltre che con la Medea di Euripide, Pasolini si cimentò anche con l'Edipo re di Sofocle, con il fedele Franco Citti ed una splendida Silvana Mangano. Stavolta i paesaggi si fanno ancora più selvaggi, il testo segue più fedelmente l'originale ma lo spunto più intrigante è dato dal preambolo (ambientato nel ventennio) e dall'epilogo (a fine anni '60), che mostrano meglio di molte parole le ramificazioni freudiane del complesso di Edipo e come i capri espiatori siano sempre, silenziosamente, presenti.

Il suo capolavoro?
1 aprile 2011
musica
still learning

Ormai definitivamente convertito ad iTunes, Intensive care è il primo album di Robbie che ho comprato in digitale (ora però ci vuole il formato fisico, con annesso dvd). Dopo una serie di dischi impeccabili (tranne questo), fu il suo primo lavoro "così così" (anche se Sin sin sin è sempre incredibile), anche perché la scelta di Tripping come singolo iniziale non fu feliccisma. Perà c'è Advertising space, che è parecchio ruffiana ma che continua ad essere una bellissima canzone:
28 marzo 2011
musica
mother's pride

Uhm. Dopo Sing when you're winning (il suo album migliore?) Robbie fece Swing when you're winning (ora ri-edito), il suo pastiche à la Frank Sinatra. Lui si sarà anche divertito un mondo a farlo ma il risultato resta un karaoke sopra la media (e di duetti coi morti restano discutibili). A risollevare la cosa, l'allegato dvd del concerto alla Royal Albert Hall che dimostra che, a prescindere da quello che canta, Robbie sa decisamente tenere la scena (My way, in particolare).
24 marzo 2011
musica
so write another ballad

E pure Robbie Williams, senza festeggiare i 40 anni di carriera (sono circa la metà), è entrato nel tunnel delle ri-edizioni e sono appunto stati ripubblicati tutti i suoi album solisti (tranne il più recente, Reality killed the video star) con annesso dvd (ma, ahimé, niente rarità d'epoca)

Ho deciso di cominciare il riascolto a partire da Rudebox, l'ultimo della serie, perché è il disco più discusso, qualcosa in mezzo tra una ciofeca senza precedenti ed il suo lavoro più ambizioso.

I più saranno rimasti infastiditi dall'assenza di una Angels parte 2 o anche di una nuova Feel, nonché dal mancato realizzarsi di un secondo disco di cover (sul modello del fortunato Swing when you're winning) ma Rudebox resta, secondo me, il disco più genuino di Robbie, quello in cui faceva i conti col suo passato (The 80's e The 90's restano due brani essenziali), ritrovava canzoni/artisti della sua formazione (c'è Louise degli Human League e la splendida She's Madonna, scritta coi Pet Shop Boys), scopriva Mark Ronson prima degli altri (Lovelight) e sperimentava (ok, Rudebox, la canzone, proprio non funziona). In più. il dvd contiene dei cortometraggi di giovani registi indipendenti che è riduttivo chiamare "video".

Listen without prejudice vol. II, insomma.

20 marzo 2011
televisione
dirty sexy... beautiful?

Uhm...dopo una veramente interessante prima stagione, Dirty Sexy Money ha preso una piega da soap opera che ha prontamente portato alla sua cancellazione. E uno così guarda questa seconda stagione e scopre che il finale richiede un seguito che non ci sarà mai. Una sòla, credo si dica.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dirty sexy money dvd season 1 season 2

permalink | inviato da cheremone il 20/3/2011 alle 23:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
6 marzo 2011
televisione
mendaciologia

Dopo la prima stagione di Lie to me, sono abbastanza convinto di saper decifrare se la persona davanti a me sta mentendo, o forse sono abbastanza convinto di capire se il personaggio di Lie to me davanti a me sta mentendo. In ogni caso, mi sembra una delle serie più intelligenti in giro, anche se la leggere piega da soap opera di qualche puntata mi sembra stonare un po'.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lie to me season 1 dvd

permalink | inviato da cheremone il 6/3/2011 alle 19:24 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
1 marzo 2011
televisione
punti di vista

L'ultimo capitolo di Battlestar Galactica è un film di un paio d'ore, The plan, che in pratica ripercorre le prime due stagioni della serie viste dal punto di vista dei Cylon, costruito con materiale inedito e con il copia-incolla degli episodi originali. Il risultato non è un capolavoro assoluto ma si lascia guardare e soprattutto 'chiude il cerchio' su una delle storie di fantascienza più affascinanti degli ultimi anni. 

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. dvd battlestar galactica the plan

permalink | inviato da cheremone il 1/3/2011 alle 12:4 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
4 febbraio 2011
televisione
ar gabbio

La tragedia di Prison Break è che la vetta è stata raggiunta con la prima (e al massimo la seconda) stagione e da lì in poi è stata (ripensandoci) una penosa china discendente.

La quarta ed ultima stagione, ahimé, si è rivelata spesso imbarazzante: il casting è la cosa peggiore, perché il tizio dei computer ed il poliziotto sono totalmente insopportabili e inverosimili, e non si capisce poi perché Christina, che sarebbe una miliardaria di gran classe, vada avanti per tipo otto puntate con lo stesso vestito.

La serie è stata cancellata, cosa che ha costretto ad un affrettato finale e poi, credo avanzando dei soldi, ad un film per la tv, The final break, in cui tutti, ma proprio tutti, gli stereotipi del genere sono portati all'ennesima potenza.

Tragica poi la ciccia che Wenworth Miller ha messo su in quattro stagioni.
22 gennaio 2011
televisione
like pat buchanan's gym friend

Credo di aver trovato un nuovo punto di riferimento in Larry David, autore di Seinfeld (mai visto - credo dovrò iniziare a breve) e protagonista di Curb Your Enthusiasm (qui la prima stagione).
12 gennaio 2011
televisione
e poi ha fatto glee

Duole dirlo ma, giunto alla quinta stagione, Nip/Tuck, malgrado la nuova ambientazione losangelina (ma tanto è quasi tutto girato in interni), sta cominciando a diventare come i Simpsons, una cosa cioè che si guarda solo per ricordare com'era. Ci sono, va riconosciuto, alcune idee notevoli (l'autoparodia di Hearts 'n' Scalpels, la puntata girata come fosse un 'reality show') e seguire i nostri eroi nel baratro di autodistruzione in cui si gettano da soli in ogni stagione ha sempre i suoi momenti piacevoli, ma la ripetizione e l'autoreferenzialità cominciano a diventare un po' pesanti...
3 gennaio 2011
televisione
true twilight

Sono più di 15 anni che la società contemporanea è invasa dai vampiri, a partire direi da Intervista col vampiro (nella cui colonna sonora i Guns 'n' Roses fecero per l'ultima volta qualcosa di decente, tanto per dare l'idea di quanto tempo sia passato).

Per quanto i vampiri mi stiano un po' indifferenti (e sono completamente immune da cose come Twilight), ho con enorme piacere scoperto True blood (qui la prima stagione), una serie creata da Alan Ball (il genio di Six Feet Under) ed ispirata ai romanzi di Charlaine Harris.

In True blood i vampiri sono fra di noi e lottano per i loro diritti, da quando, esistendo il sangue sintetico, non hanno più bisogno (quasi tutti, eh) di ammazzare vergini nelle notti di luna piena. La premessa pare scema, il risultato invece è brillantissimo - il fatto poi che la serie sia ambientata in Louisiana e che tutti parlino con un marcatissimo accento del sud, è un plus.
1 gennaio 2011
musica
2011!

Per quanto si apprezzi la carriera solista di Brandon Flowers (qui e qui, ad esempio), l'ideale sarebbe avere un nuovo disco dei Killers. Beh, pare che a maggio si rivedano per cominciare a lavorare al successore di Day & age! Intanto si può iniziare l'anno con il loro concerto alla Royal Albert Hall di Londra del 2009.

La cosa si presenta come dvd+cd, per cui si ha il disco del concerto e in più il video (sono quasi due ore), inoltre ci sono un paio di dietro le quinte e soprattutto altre esibizioni festivaliere (nel senso di comse come Oxegen, non in quello di Sanremo), con cose come Human e Mr. Brightside che vale sempre la pena di risentire o rivedere.
29 dicembre 2010
televisione
trek 1.5.2

La terza ed ultima stagione dell'originale Star Trek (qui la seconda e qui la prima), ora rimasterizzata e con nuovi effetti speciali, ha la particolarità di avere al suo interno alcuni degli epidosi peggiori mai visti (That which survives, Spock's brain e la terrificante risposta della tivvù alla contestazione degli anni '60, The way to Eden) ed altri che invece meritano a ragione la nomea di uber-classici, come The paradise syndrome (Kirk fa l'indiano), All our yesterdays (Spock fa sesso) e For the world is hollow and I have touched the sky (McCoy fa il romantico), nonché altri episodi comunque notevoli.

Come noto, la scelta dell'NBC di trasmettere il tutto ad un orario improbabile come le 22:00 del venerdì sera ed alcune scelte autorali alquanto discutibili misero presto fine alle speranze di una quarta stagione e ST fu cancellato per sempre.

Una decina d'anni dopo, in seguito al successo del primo Guerre Stellari e dopo anni di repliche, le cose sarebbero cambiate...
23 dicembre 2010
musica
e fu così che scoprimmo gli oreo

Mentre il primo album dei Frankie Goes To Hollywood, Welcome to the pleasuredome, entrò direttamente nella storia della musica, il loro secondo lavoro, Liverpool, cadde presto nel dimenticatoio, portando allo scioglimento definitivo dei Frankies (la reunion del 2004, senza Holly, non vale, eh).

Dalle ceneri del quintetto, uscì presto fuori il cantante, Holly Johnson, i cui primi due singoli furono veramente ineccepibili (Love Train si apre con il verso "sei un'opera d'arte, sei la fontana di Trevi", mentre Americanos è il miglior trattato di sociologia sull'immigrazione ispanica negli Stati Uniti mai scritto).

L'album, Blast, uscito nel 1989 aveva i suoi momenti (Got it made e Heaven's here restano dei gioielli) ma non era il capolavoro che ci si aspettava - ora ne è uscita una 'edizione espansa', con i video dei singoli su dvd, un cd di remix (alcuni dei quali totalmente inediti) e qualche rarità (Holly che canta Love me tender di Elvis Presley ci ricorda che la sua voce era davvero notevole), in un'edizione filologicamente corretta di cui si sentiva il bisogno e che è il caso di procurarsi, at any price.
30 novembre 2010
cinema
I want to forget

Non sono mai stato un enorme appassionato di X-Files (chiedo venia), ma comunque mi piaciucchiava.

Credo comunque di aver visto più o meno tutta la serie e mi mancava solo il secondo film, I want to believe, ma ora (su iTunes si possono anche affittare i film - poi il file si autodistrugge, tipo) posso unirmi al coro dei detrattori.

E' una cosa priva di ogni senso, che si chiama "X-Files" per caso (la sceneggiatura poteva tranquillamente essere adattata ad un thriller di quarta categoria), in cui i cattivi sono i cattolici  aapostolici romani manco fossimo in un libro di Dan Brown e in cui manca ogni traccia di quella che è stata comunque una grande serie televisiva.

Fate finta che non esista.
17 novembre 2010
musica
non proprio apeiron ma quasi

Tenuto conto che sono stato fisicamente al concerto a Roma e che dal sito ufficiale avevo anche comprato il cd/mp3 con l'intero concerto (e uno, volendo, si può comprare tutte le date), l'arrivo di questo Tour of the universe (il titolo è un po' pretenzioso, ma hanno comunque fatto 102 concerti in tre continenti) dei Depeche Mode non ha suscitato in me il dovuto entusiasmo.

Il tutto comprende la data di Barcellona (quasi un anno fa) su due cd audio (dove mancano però quattro brani) ed un dvd (che è ovviamente la cosa migliore, visto che Dave Gahan sa muoversi su un palco).

Quanto alle canzoni, c'è molto dell'ultimo album (ma non Peace), un po' di Black Celebration e parecchio dei loro due dischi più importanti, Music for the masses e Violator.

Detto questo, va comunque comprato e mostrato ai vostri figli, per far loro vedere che fenomeno sanno essere i Depeche Mode.
15 novembre 2010
televisione
bsg4/2

Per quanto si chiami The final season, si tratta in realtà della seconda parte della quarta stagione, l'ultima, di Battlestar Galactica.

Come praticamente tutti i finali di serie televisive importanti, anche questo a suo tempo lasciava un po' insoddisfatti, ma, rivisto qualche tempo dopo, direi che assume senso (man mano che i collegamenti con Caprica diventano più evidenti), e che in fondo non poteva che finire così.

Se superificialmente credete che sia 'solo' fantascienza, ricredetevi, perché Battlestar Galactica è davvero una grande storia.
14 novembre 2010
musica
the world starts to fade / as we leave it behind

Per non limpidissimi motivi, a sette anni dall'epocale Pop art, la EMI ha pubblicato una nuova antologia dei Pet Shop Boys, Ultimate. Per fare contenti quelli che hanno già tutto, oltre all'inedita Together, l'edizione speciale di Ultimate comprende anche uno spettacolare dvd con 27 (!) apparizioni televisive dei PSB presso la BBC (Top of the pops, ma non solo).

Riassumere in un solo disco 25 anni di carriera non è facile, ed Ultimate finisce col deludere chi sa che c'è altro (anche solo fra i singoli) qui non compreso (Rent! So hard! Can you forgive her!) e che alcune scelte non sono proprio "ultimate" (New York City boy!).

Detto questo, se uno non conosce i PSB, Ultimate è comunque una buona introduzione.

E poi c'è Together, che riassume tutto quanto:
30 ottobre 2010
televisione
oh my god they killed kenny

Nato nel 1997, South Park è un cartone animato decisamente non per bambini, che sin dall'inizio si è proposto di "fare scandalo": Stan vomita ogni volta che parla con la ragazza che gli piace, Kenny muore (violentemente) ogni episodio, Eric Cartman è la somma di tutti gli stereotipi possibili sull'americano medio, l'unico adulto con il quale i piccoli sembrano avere un rapporto è il cuoco della scuola, che è un filino sessuomane, etc. L'animazione è, volutamente, rozza ed infantile, i temi trattati sono spesso spinosi e l'umorismo tende allo scatologico.

Ciò non toglie che la prima stagione abbia momenti di puro genio, come la lotta tra Barbra Streisand e Robert Smith dei Cure...
20 ottobre 2010
televisione
los angeles is for people who sleep

E' sempre piacevole, dopo una grande prima stagione, ritrovare lo scrittore disfunzionale più noto d'America, Hank Moody, alle prese con la figlia adolescente nonché emotendente, il di lei fidanzatino, l'amore della sua vita, il manager alle prese con una crisi di mezza età e la consueta fauna babilonese di Californication. Qui c'è la seconda stagione.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. californication season 2 dvd hank moody

permalink | inviato da cheremone il 20/10/2010 alle 22:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
18 ottobre 2010
cinema
alien 13

Premesso che ce ne sono ancora due, il nono film di Venerdì 13 (qui tutti i post sulla serie) si chiama in realtà Jason goes to hell, perché alla fine, letteralmente, Jason va all'Inferno. Oltre all'impianto didascalico del titolo, il film non ha granché senso, come non hanno senso la nuova metempsicosi di cui pare dotato Jason, ci sono riferimenti ad altri classici del genere che io non riconosco e più parolacce e tette al vento di quanto mi aspettassi. Visto con lo spirito giusto, è un capolavoro.
17 ottobre 2010
televisione
per tutti gli uomini liberi

Dovessi salvare una sola cosa della mia infanzia, sarebbe probabilmente la storia di Conan. E non il Conan di Schwarzwegger, ma il cartone animato di Hayao Miyazaki.

Ispirato ad un romanzo di Alexander Key, racconta di un futuro post-apocalittico in cui la terra è quasi interamente ricoperta dalle acque ed i pochi esseri umani sopravvissuti vivono sulle poche isole emerse, come l'inquientante Indastria. La storia di Conan, di Lana, del dottor Rao, di Monsley, di Dyce e di tutti gli altri è una di quelle storie che non si scordano e che rimangono sempre dentro di noi.

La nuova edizione in dvd (qui il volume uno e qui il due) offre dei contenuti speciali un po' imbarazzanti ("sigla di testa versione televisiva italiana", "sigla di testa versione giapponese con karaoke", "sigla di coda versione giapponese con traduzione" e simili) e un nuovo doppiaggio filologicamente corretto (così si capisce che la misteriosa "aierbòr" è in realtà High Harbor), ma per chi l'ha visto in tv da bambino il doppiaggio 'storico' resta quello emotivamente più forte. E per fortuna è presente sui dvd. Non fatemi poi parlare della sigla, che mi commuovo:
16 ottobre 2010
televisione
time is on our side

Diciamo pure che, vista a posteriori, la quinta stagione di Lost comincia ad avere più senso di quanto pensassi. Inoltre, tra i 'bonus' del dvd c'è un finto documentario degli anni '80 sulla Dharma che spiega qualcosa in più.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. lost season 5 dvd dharma

permalink | inviato da cheremone il 16/10/2010 alle 13:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte