.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

21 novembre 2010
letteratura
keep the faith

Sono abbastanza convinto che Oscar Wilde abbia scritto qualcosa come "lo stile di san Paolo è la rovina del cristianesimo" ma non riesco a trovare la citazione (ed internet non pare avere tutte le risposte, come invece si crede); in ogni caso, principalmente a Paolo è dedicata l'interessantissima Antropologia delle origini cristiane, di Adriana Destro e Mauro Pesce.

Non esattamente un testo per neofiti della materia (si parte subito con la distinzione tra "concetti etici" e "concetti emici", e per capirci qualcosa bisogna sapersi ben orientare nel Nuovo Testamento), è un lavoro estremamente interessante per capire, attraverso serrate analisi di alcune epistole paoline, degli Atti degli aspostoli e del Vangelo di Giovanni, i complessi rapporti tra cristianesimo ed ellenismo/ebraismo ed il modo con cui i primi cristiani pensavano se stessi ed il mondo circostante con un approccio che, a chi di antropologia ne sa ancora poco, risulta davvero affascinante.

Particolarmente tosto è il II capitolo, in cui si sfatano un po' di luoghi comuni, come quello del supposto dualismo mondo/chiesa di Paolo o l'idea che la ekklesìa volesse porsi come alternativa alla società pagana/ebraica dell'epoca. Da meditarci sopra, insomma.
25 ottobre 2007
letteratura
chierico rosso, o nero


Solo quest'iride posso
lasciarti a testimonianza
d'una fede che fu combattuta.


Non so perché, ma per commentare il corposo In difesa della fede – La Chiesa di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI di Giovanni Miccoli mi è venuta in mente questa sequenza montaliana  (dal Piccolo testamento, in La bufera e altro), forse troppo buona per l’oggetto del contendere.

Il libro è una serrata disamina della Chiesa degli ultimi trent’anni, lontana anni luce sia dalle agiografie giornalistiche (mi vengono le bolle ogni volta che sento sintagmi come ‘il papa venuto da lontano’ o  ‘Ratzinger papa teologo’) sia dai pamphlet pseudo-laicisti.

Si tratta, al contrario, di una attentissima lettura dei documenti pontifici dal 1979 in poi (fatta da uno storico di primo livello), con particolare attenzione alle aperture (scarse, va detto), alle chiusure, agli arroccamenti e ai punti di contatto e alle divergenze fra i due pontefici, con un occhio particolare alla dimensione ecclesiologica e ai rapporti tra Stato e Chiesa.

Una lettura impegnativa, ma essenziale.

15 agosto 2007
letteratura
oh no, ancora i manoscritti di qumran


Questo Giacomo – il fratello di Gesù  è verosimilmente il saggio peggiore mai scritto al mondo (il Codice da Vinci, almeno, era un ‘romanzo’).

Le poche cose eventualmente interessanti (una sorta di complotto paolino per sminuire il ruolo di Giacomo nella Chiesa delle origini - le altre sono note e stranote) sono perse nelle 581 pagine di ridondanti ripetizioni e affermazioni non dimostrate, con in più il ricorso ai sopravvalutati manoscritti di Qumran (che in copertina Piemme definisce ‘segreti’, tanto per intrigare); la scientificità della cosa è sottozero (ci sono parole come ‘superapostoli’), la traduzione in italiano è affrettata (temo che il ‘Tatiano’ di cui si parli a un certo punto sia calcato sull’inglese ‘Tatian’, mentre di solito l’autore del Discorso ai greci è chiamato ‘Taziano’) e l’autore commette banalotti errori di greco.

Ecco un noioso esempio di quest’ultima cosa: a p. 415 viene citato l’episodio della transfigurazione di Gesù, a partire da Matteo 17.1 che in italiano recita ‘Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello’ (lo stesso episodio è in Marco 9.2 e in Luca 9.28, ma senza riferimento al ‘suo fratello’, mentre l’autore attribuisce la citazione in generale ai ‘sinottici’ – e già questo... ) e prontamente l’autore si chiede se questo Giovanni sia fratello di Gesù o di Giacomo, dato che, in italiano (e in inglese) l’aggettivo possessivo è un po’ ambiguo (ad esempio, in una frase come ‘Marco è uscito con Matteo e la sua ragazza’ non è limpidissimo di chi sia la fanciulla). Giova qui ricordare che il testo greco ha ‘tòn adelphòn autoù’ (con lo spirito dolce, per chi ne sa qualcosa) e che la prima grammatica greca che ho sotto mano (quella di Lukinovich - Rousset, addattata da Carmignani - Santoni, Loescher 1998) nota prontamente (§73, p. 88) che la foma con spirito dolce non è riflessiva (quindi è ‘il fratello di quello’, latino eius e non ‘il fratello di lui stesso’, latino suus), cosa che invece vale per la forma con spirito aspro (avevo detto che l’esempio era ‘noioso’). In Matteo 17.1, insomma, questo ‘Giovanni’ è ‘fratello’ di ‘Giacomo’, cosa d’altronde rispecchiata da Matteo 4.22, dove, nello stesso ordine, si trova il sintagma ‘Giacomo, figlio di Zebedeo, e Giovanni suo fratello’...

Se ci si vuole divertire coi fratelli di Gesù, converrebbe piuttosto rileggersi Matteo 12.46 e 13.55, Marco 3.31 e 6.3, Luca 8.19, Giovanni 2.12 e 7.3 nonché I Corinzi 9.5 (tanto per parlare di ‘celibato ecclesiastico’).

Mi devo ricordare che i libri pubblicati da Piemme sono, ipso facto, non leggibili.
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte