.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

28 dicembre 2009
musica
cheremone's 2009 top 40 - 2

(qui le posizioni 40-31)

30/ Florence And The Machine; You got the love: la canzone, di Carole King, è da sempre un classico e Florence è una delle rivelazioni dell'anno:

29 / Depeche Mode; Peace: Wrong non mi aveva convinto molto, ma questo secondo singolo da Sounds of the universe ha ristabilito la mia fede nei DM (e il concerto all'Olimpico pure!)

28 / Emiliana Torrini; Jungle drum: i più pensano che l'unica cantante islandese sia Bjork e invece c'è anche questa fanciulla di mamma islandese e di papà italiano. Questa Jungle drum ha avuto un inverosimile successo in Germania e lo meriterebbe anche altrove:


27 / Daniel Merriweather; Red: non per fare quello che 've l'avevo detto', ma qui si diceva di tenerlo d'occhio. Red è stata la sua canzone:

26 / Calvin Harris; I'm not alone: qui il video e qui il ricordo di Popjustice.

25 / Mika; We are golden: il ritorno del fanciullo non è stato poi così trionfale, forse perché l'idea di vederlo in mutande che salta nella sua stanza non è parsa così attraente come avrà pensato il regista del video. La canzone resta carina e sì, pare Belinda Carlisle.

24 / Cheryl Cole; Fight for this love: proprio quando avevo finalmente cominciato ad apprezzare le Girls Aloud, ecco che si prendono un anno di pausa e Cheryl fa un disco da sola. Che merita.

(continua)

21 ottobre 2009
letteratura
... ma mancano le spice girls!


Fear the music di Gary Mulholland raccoglie 261 recensioni di album, (c'è anche il libro sui 500 migliori singoli) i migliori dal punk e dalla disco ad oggi, cioè dal 1976 al 2003, in pratica dai Ramones agli Outkast. I gusti sono per definizione non disputandi, ma ci sono cose che vale comunque la pena di leggere, come il confronto fra Venus as a boy di Bjork e You're beautiful di James Blunt, in cui si spiega chiaramente perché quest'ultima sia il MALE. Inoltre ho scoperto la versione di She's lost control dei Joy Division ad opera di Grace Jones, e merita. 
16 agosto 2008
musica
happy birthday
Siccome Madonna compie 50 anni, ed io ho 338 (!) suoi brani, ecco il definitivo elenco delle sue 50 migliori canzoni, in ordine alfabetico:

4 minutes, in cui fa cose con Justin Timberlake
American life, in cui dice di avere una Mini
American pie, in cui, secondo alcuni, massacra il capolavoro di Don McLean
Another suitcase in another hall, in cui è particolarmente commovente
Bedtime story, in cui diventa Bjork
Bordeline, con cui ha introdotto nella musica pop un concetto psichiatrico (vedi il ‘Sigmund Freud, analyze this’ di Die another day)
Cherish, la canzone più bella della storia
Crazy for you, la prima ballatona
Dear Jessie, una ninna-nanna, essenzialmente
Deeper and deeper, il singolo migliore da Erotica
Die another day, in cui fa James Bond
Drowned world/Substitute for love, in cui è, sinceramente (?), umana
Don’t cry for me Argentina, in cui fa Eva Peron
Everybody, la prima canzone
Express yourself, un capolavoro
Frozen, un gioiello
Give it 2 me, un classico contemporaneo
Gone, la cosa migliore da Music
Holiday, un classico
Hollywood, in cui gioca col filo del telefono
Human nature, in cui si dà al sadomaso
Hung up, in cui campiona gli ABBA
I’ll remember, in cui è commovente
I love New York, in cui fa pace con se stessa
Into the groove, in cui ha definito gli anni ‘80
I want you, in cui lavora coi Massive Attack
Jump, in cui cita West end girls dei Pet Shop Boys
Justify my love, con cui ha giustificato l’esistenza di Lenny Kravitz
La isla bonita, su cui non ho parole per quanto è bella
Like a prayer, in cui si fa misticheggiante
Like a virgin, di cui si parla in Pulp fiction
Love profusion, in cui sembra la Primavera di Botticelli
Lucky star, in cui impara a cantare
Material girl, in cui fa Marylin Monroe
Miles away, in cui suona moderna
Oh father, in cui fa i conti col passato
Papa don’t preach, quella di Italians do it better
Rain, in cui ha i capelli neri
Ray of light, in cui lavora con William Orbit
Rescue me, in cui, per la prima volta, ‘reppa’
Secret, in cui parla di masturbazione (ma pare lo facesse anche in Into the groove)
Something to remember, in cui è divina
Sorry, in cui impara le lingue ('sono spiacente')
Take a bow, in cui canta con Babyface
The power of goodbye, LA canzone degli anni ‘90
Vogue, in cui cita Bette Davis
You’ll see, in cui rifà Take a bow
You must love me, in cui muore
What it feels like for a girl, in cui investe la gente
Words, in cui cita Vogue
6 maggio 2007
musica
musica
Linkin Park; What I’ve done: all’inizio, a qualcuno era parsa ‘interessante’ la commistione tra ‘metal’ e ‘rap’. Ora che del secondo non c’è più traccia,  dovrebbero sparire dalla faccia della terra, avendo perso la loro raison d’etre, no?

Red Hot Chili Peppers; Humd de bump: un quinto singolo da Stadium arcadium! Abbiamo un nuovo sinonimo per il termine ‘inutile’!

Bjork; Volta: Bjork prodotta da Timbaland. Succede anche questo. Inoltre c’è un duetto con Antony Hegarty degli Antony & The Johnsons (The dull flame of desire) che mette i brividi per quant’è bello.

Groove Armada; Soundboy rock: nuovo album dei due fanciulli, ora con Mutya delle Sugababes, ospite in una canzone che si chiama, appunto, Song 4 Mutya. Da conservare e mostrare ai posteri, che è davvero un bel disco

Manic Street Preachers; Send away the tigers: non mi è chiaro perché molti recensori parlino di ‘ritorno in forma’ – a me pure i due album precedenti piacquero (Let Robeson sing e A song for a departure erano notevoli). Anche qui ci sono cose interessanti, come il primo singolo (Your love alone is not enough) che ospita la cantante dei Cardigans, una cover di Working class hero di John Lennon o come Underdogs, che comincia con un meraviglioso This one’s for the freaks / for you’re all so beautiful. Ben tornati.


sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte