.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

11 dicembre 2010
musica
ma anche no


Manco fosse Freddie Mercury, Michael Jackson ha già il suo primo album postumo.

Di questo Michael (non commenterò la copertina, che pare la brutta copia di quella di Dangerous) avevamo già sentito una prima versione di The way you love me (nella Ultimate collection del 2004), l'inedita Breaking news (che pare fatta col taglia-e-incolla di altre canzoni) e la non terribile Hold my hand, il primo singolo - che passerebbe da 'non terribile' a 'una  gran bella canzone' se non ci fosse di mezzo Akon che, ahimé, copre circa l'82% della traccia vocale.

La serie di ospiti discutibili continua con 50 Cent e Lenny Kravitz (che fanno un sacco 2005) e che poco aggiungono ad un album che è certamente meglio di molto altro in giro (hello, JLS!) ma che davvero non è quello che Michael Jackson meritava.

Si salvano, ma più per quello che riecheggiano che per quello che sono, cose Hollywood tonight e Keep your head up.

Se questo è il meglio di quanto è rimasto, c'è da guardare con orrore alla storia per la quale ci aspettano altri NOVE album...
4 aprile 2009
musica
coming up
Milow; Ayo technology: sì, è quella cosa sulla pornografia di un paio di anni fa ad opera di 50 Cent e Justin Timberlake e, sì, è una versione acustica:

Kid British; Sunny days: un nuovo gruppo da Manchester. Decisamente da tenere d'occhio (se ne parla qui):

Ultravox; The very best of: una discreta antologia, con dentro un paio di canzoni impeccabili, come Vienna:
11 marzo 2008
vita scolastica
fluorescent adolescent 6
(parti precedenti: 5, 4, 3, 2 e 1)

Il tentativo discoteca ha trovato un tragico epilogo; siamo andati a Glyfada dove i ggiovani mi hanno impedito di andare da Dunkin' Donouts (ne saranno puniti alla prima occasione).

Il mio collega ha trovato un locale un filino alternativo che era pronto ad aprire prima solo per noi, locale la cui trasparenza etica lasciava alquanto a desiderare, visto che il gestore ha tentato di corrompere il mio collega con la proposta di divedersi in ratio 3/7 i 10 euro dell'ingresso dei ragazzi. Da docente di specchiata onestà, ha rifiutato e alla fine i fanciulli sono entrati a 5 euro senza nostro arricchimento.

Il locale, un filino angusto, ci ha propinato un ora e mezza di quella che alcuni ggiovani chiamano 'musica' (personalmente ho trovato ridondante la presenza di 50 Cent nella playlist).

Verso l'una abbiamo esercitato la nostra autorità professorale e li abbiamo salvati da se stessi, portandoli fuori (dove ggiovani locali giocavano alle belle statuine per strada) per tornare in albergo dopo aver preso un gelato.

Una volta in albergo, alla nostra domanda 'possiamo lasciare le valigie qua domani mattina?', il custode ha risposto un inquietante 'I don't think so' che non ci ha proprio colmato di serenità, diciamo (fortunatamente la mattina dopo ci hanno lasciato mettere i bagagli nelle nostre stanze – buon avviamento alla lotta di classe visto che i ragazzi hanno notato che le nostre stanze erano meglio delle loro e ora invocano Proudhon).

Per l'ultima giornata ad Atene ci siamo trascinati in tram alla volta di Syntagma per comprare cartoline, gingilli et similia, per poi tonare in hotel dove dovrebbe (il condizionale è d'obbligo) esserci il pullman per l'aeroporto.

Il giro per Atene è andato bene, ed alla fine erano tutti sani e salvi, Nuova corsa verso l'hotel e da lì per l'aeroporto, tutto a buon fine. Ancora più incredibilmente, il volo è stato puntuale e persino i bagagli sono arrivati (tutti!). E' stato un po' più difficile trovare il pullman a Fiumicino ma ce l'abbiamo fatta. Non poteva mancare un ultimo aneddoto: Cheremone e collega si sono fatti vigili urbani nel momento in cui il pullman si era incastrato sull'Appia bloccandone il traffico.

Oggi, nell'altra scuola, mi mancavano un po'.

(mica finisce qua: ad aprile ci sarà una novità assoluta: Cheremone a Creta!)


30 dicembre 2007
musica
il 2007 è stato l'anno in cui...
Gregory Lemarchal è morto e ha fatto la sua più bella canzone (De temps en temps)

la mia nuova boyband preferita sono stati i BeFour

i Backstreet Boys sono ri-ritornati

Shirley Bassey ha rifatto una canzone di Pink

i Pet Shop Boys hanno fatto She’s Madonna con Robbie Williams

London Calling dei Clash ha compiuto trent’anni

Patrick Fiori ha fatto una canzone che, se non ho capito male, parla di un menage a troi

Britney Spears ha perso ogni dignità

Rufus Wainwright ha perplesso Luca Sofri

le Spice Girls si sono riunite e tutti si sono resi conto di ricordare solo una loro canzone

il mondo ha scoperto i Gossip

io ho scoperto Dolly Parton

è uscito il primo album degli Enemy

i Manic Street Preachers sono tornati in grande forma

With every heartbeat di Robyn è stata una di quelle canzoni allegre che fanno piangere

i Foo Fighters hanno fatto un bell’album

Newtown Faulkner ha rifatto Teardrop dei Massive Attack

Kylie è tornata (alé)

gli Eagles sono tornati (bah)

i Linkin Park sono tornati (oh no)

ho scoperto che i Plain White T’s di Hey there Delilah sarebbero emo

i Killers sono stati meravigliosi

50 Cent ha cominciato a vendere un po’ meno dischi

gli americani hanno scoperto i Daft Punk (tramite Stronger di Kanye West)

le Sugababes sono di classe

è uscita Fluorescent adolescent degli Arctic Monkeys

la presenza di Jay-Z non ha rovinato Umbrella di Rihanna

Timbaland ha prodotto di tutto

Mika si è rivelato un genio

La canzone più bella dell’anno è stata Tears dry on their own di Amy Winehouse

(qui il riassunto del 2006)
15 settembre 2007
musica
coming up
50 Cent; Ayo technology: pare che questa canzone (che ospita Justin Timberlake) originariamente avesse a che fare non con la technology ma con la pornography e che il testo fosse, di conseguenza, alquanto osé. Poi sarebbe intervenuta la casa discografica a limitare la cosa; considerato che nella sua versione corrente il brano contiene frasi tipo ‘sono stanco di usare la tecnologia, perché non ti siedi qua sopra?’ e ‘lei lo vuole, lei lo vuole, lei lo vuole e quindi devo darglielo’, uno si chiede cosa ci fosse nella canzone originaria.

Ian Brown and Sinead O'Connor
; Illegal Attacks: la voce di Sinead O’Connor è sempre piacevole e a me Ian Brown sta pure simpatico. Non è chiarissimo dove la canzone voglia andare a parare, però.

Kraftwerk; Aerodynamik/La forme: due nuovi remix (per mano degli Hot Chip) di un paio di brani tratti dal loro ultimo lavoro di studio, Tour de France (che però è del 2003). Non è chiaro perché adesso, ma sono, ovviamente, benvenuti (e sono meglio loro che questa cosa sulla nazionale francese di rugby).

16 giugno 2007
musica
coming up
50 Cent; Straight to the bank: una buona notizia, a dimostrare che nel mondo c’è ancora speranza: pare che il nuovo ‘materiale’ di 50 Cent non piaccia a nessuno, motivo per cui la pubblicazione dell’album è stata spostata da giugno a settembre... questo intanto è il primo singolo, sperando sia anche l’ultimo...
 
Chemical Brothers; Do it again: malgrado la presenza di Ali Love, questa Do it again fa un sacco 1999. Speriamo nel nuovo album, We are the night, che ospita Willy Mason e i Klaxons

Just Jack; Writer’s block: ripubblicazione di un gioiello.

Take That; I’d wait for life: Ok, siete tornati, avete dimostrato di avere ancora un pubblico. Ora BASTA.

Per finire, spero che qualcuno arresti i Linkin Park, visto che Shadow of the day è spudoratamente copiata da una delle poche canzoni sopportabili degli U2, With or without you.
 
4 novembre 2005
metanichilismo del nulla

(post cogestito)

    In preda a un sacco di cose da fare (e con la testa qui) e pure impegnato in una elevatissima discussione con jsp sullo stupido messenger, provo a seguire gli MTV Europe Awards da Lisbona (sull'mtv teutonica, che fa più figo, anche se è sfasata di qualche minuto, credo - alle 21.05 sono ancora nel pre-show), pur consapevole che celebrino solo se stessi e null'altro.


    Ma la cosa inizia con Madonna che canta Hung up e che balla (la coreografia, ahimé, è la stessa del video): lei è sempre meravigliosa ma l'esibizione non mi esalta (io le do 7, jsp 7--. 10+ per il culo, dice).


    Ora c'è Anastacia (media del voto mio e di jsp sul suo look: 6+) che annuncia il premio per il miglior album che vai Green Day (poteva andare peggio, visto che in lizza c'era pure 50Cent). 
   

    Le Sugababes (media look: tra il 6 e il 7) danno il premio per il miglior pop ai Black Eyed Peas
   

    Al che, arrivano i Coldplay che cantano Talk, cosa che dà senso alla serata, ma jsp annuncia di odiare Chris Martin (per me è carino-carino, per lui è supponente-supponente); siamo comunque d'accordo su due obiettivi a breve termine per lui: cambiare vestito ogni tanto e sbiancarsi i denti. 
   

    Durante la pubblicità si medita di colpire con un ferro da stiro chi critica Madonna, dicendo che è brava a far nulla (eresia! eresia!).
   

    Si intravvede Sean Paul (che piace a jsp, consapevole che non gli dovrebbe piacere, però) e poi il premio per il miglior hip-hop finisce a Snoop Dogg.


    Dopo una stacchetto comico (?), ci sono le disarmantemente volgari Pussycat Dolls che cantano la solita Don't cha con una fastidiosa coda pseudo-techno. 


    Due calciatori a me ignoti consegnano il premio per il miglior rock ai Green Day (secondo premio della serata) e jsp va a mangiare, mentre i Gorillaz sono sul palco di Lisbona a cantare  Feels good inc. (cosa un po' surreale, visto che NON SONO REALI). 
   

    Mi rendo conto che neanche MTV è reale con il suo momento demagogico-populista del pubblico che fischia al nome di George Bush e arriva il premio per la musica alternativa (alternativa a che? A emtivì?) va ai System Of A Down (ormai una multinazionale dell'alternativo) che ci spiegano che 'la civiltà è un totale fallimento'.


    Intravvedo Craig David e Alicia Keys che vince qualcosa, seguita dai Green Day che cantano Holiday


    JSP torna dalla pasta in tempo per Nelly Furtado e Shaggy e il premio per il miglior video (Believe dei Chemical Brothers - noi tifavamo per Keine lust dei Rammstein).


    John Legend presenta il premio per la miglior donna a Shakira ('genuina', secondo jsp).    


  L'incubo di serata si interrompe grazie all'arrivo di Robbie Williams che NON canta la meravigliosa Sin sin sin ma Tripping.


    Intanto, nel mondo reale, è arrivato dimanche


    Torna Madonna (estasi! estasi!) che zittisce la folla in delirio e annuncia il premio 'rigore etico' della serata a Bob Geldof


    Arrivano le tATu (qui si apprezza il nuovo taglio di capelli della mora) che danno il premio come miglior uomo a RW


    Poi il premio per il miglior debutto va a James Blunt, cosa che dimostra la totale inadequatezza di questa premiazione. 


    Un po' di volgarità da parte del presentatore e arriva Alison dei Goldfrapp (finirà mai la serata?) che consegna il premio come miglior canzone ai Coldplay per Speed of sound (meritoriamente, mi sento di aggiungere). 


    E' il momento del premio nazionale e, siccome sono su mtv.de, scopro con piacere la vittoria dei Rammstein come migliori artisti tedeschi (così non mi tocca vedere i Negramano), seguiti dai Gorillaz (in carne ed ossa! Senza Damon!) che vincono come miglior gruppo. 
   


E dopo una rumorosissima esibizione dei System Of A Down il tutto finisce. Finalmente.

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte