.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

13 ottobre 2010
musica
non chiamatele canzonette

Come ai tempi degli Smiths, tra un album e l'altro Morrissey cominciò a pubblicare strani dischi, fatti di singoli isolati, lati b, brani già noti e simili.

Così, dopo il debutto di Viva hate, nel 1990 uscì Bona drag, ora ripubblicato (con cinque inediti assoluti, di cui un paio, come Happy lovers at last united, degni di nota).

Dentro Bona drag, ci sono i 'vecchi' singoli Suedehead ed Everyday is like sunday, ma soprattutto tre canzoni importanti, come The last of the famous international playboys (genio genio genio), November spawned a monster (Jesus made me so, Jesus save from pity and sympathy and people discussing me) e Piccadilly Palare, canzone dall'incipit spettacolare (Off the rails I was and off the rails I was happy to stay) dedicata ad una subcultura inglese degli anni '60, fatta di prostitute, omosessuali e malavitosi, nonché di uno slang tutto loro (da cui il titolo del disco). Ce ne sono poche, di canzoni così.
13 settembre 2010
musica
popbulimia


Sono appena uscite le ri-pubblicazioni dei primi due album di Jason Donovan (chi è? qui la sua biografia), Ten good reasons del 1989 e Between the lines del 1990, e c'è un po' da rimanere sopraffatti dalla mole di materiale (in tutto sono 75 brani).

Nella massa confusa trovano posto i suoi singoli prodotti da Stock, Aitken & Waterman (dodici, mi pare), i lati b, svariati remix e versioni strumentali (notevoli per la loro insignificanza), ed anche un secondo duetto con Kylie Minogue, All I wanna do is make you mine, di cui ignoravo l'esistenza, nonché la versione in spagnolo di Rhythm of the rain.

Preso a piccole dosi, aveva i suoi momenti.
13 giugno 2010
musica
bring me my chariot of fire!

Deduco che siano iniziati i mondiali di calcio, visto lo spropositato numero di canzoni calcistiche nelle varie classifiche europee. In Francia trionfa quella cosa rumorosa vista all'Eurofestival, mentre in Italia sono tutti sovraeccitati per una cosa di Shakira (con annessa 'polemica'). In Inghilterra al #1 in classifica c'è Shout for England, in cui il buon Dizzee Rascal recupera Shout dei Tears For Fears con risultati non molto convincenti (ed è un eufemismo).

Resto sempre dell'idea che le canzoni migliori siano quelle che non c'entrano molto con il calcio, come World in motion dei New Order per Italia 90, che originariamente si doveva chiamare E is for England e che in realtà parlava di droga:

O Jerusalem dei Fat Les (per gli Europei del 2000), visto che è la poesia di William Blake - qui il remix ad opera dei Pet Shop Boys.

Speriamo finisca presto e si torni alla normale amministrazione, eh.

29 maggio 2010
musica
nothing left

I grandi gruppi, spesso, mettono le loro cose più belle come oscuri lati b. Questo è quello che ho scoperto sentendo, ventuno anni fa, il lato b di Lovesong, il secondo singolo da Disintegration dei Cure. Si chiamava 2 late, ed è una piccola cosa che dura solo 2:41 minuti e che è perfetta dall'inizio (so I'll wait for you where I always wait) alla fine (always too late). Disintegration, è, credo, l'album più importante della mia vita e i Cure ne sono stati spesso la colonna sonora (ne ho parlato, ad esempio, qui o qui). Riprendendo la ri-edizione dei loro album (che si era fermata a Kiss me kiss me kiss me), è appena arrivato anche l'album del 1989, Disintegration, appunto (cui hanno dedicato pure un sito apposito). Sull'album di per sé non so cosa dire, se non che è di una bellezza stravolgente e che rimane il picco artistico dei Cure, che mai hanno fatto un disco così coerente. Quanto alle singole canzoni, Lullaby e Lovesong saranno note ai più, Pictures of you mi fa piangere ogni volta che la sento e l'iniziale Plainsong ti porta altrove. In più, nella riedizione attuale, si trova una versione ampliata di Entreat (album uscito nel 1990 solo in Francia, poi edito anche altrove, che allora riportava le versioni dal vivo di 2/3 di Disintegration e che ora è completo) ed un cd di rarità, fatte di demo e simili. Poi le cose sono un po' complicate, perché pare che se si acquista il disco in formato digitale, le rarità del secondo disco sono altre rispetto a quelle del cd fisico.

E tra queste trova posto un bootleg di Faith registrato al Palaeur di Roma il 4 giugno del 1989, che Robert Smith dedica 'a tutti quelli che sono morti oggi in Cina'. Era il giorno del massacro di piazza Tienanmen, e io stavo lì, sotto il palco. Finiva, banalmente, la mia infanzia e le parole di una vecchia canzone di sette anni prima quella sera erano particolarmente importanti:

I went away alone / With nothing left / But faith

Credo di aver detto tutto il possibile sul perché i Cure occupino un posto speciale tra le cose del mondo.

6 dicembre 2009
musica
e se prometto poi mantengo

Avevamo lasciato lo svedese Basshunter tre mesi fa, alle prese con il suo testo più insulso e una canzone, Every morning, che proprio non convinceva (e pensare che a fine 2008 era quarto nella classificona di fine anno di Cheremone, ma solo per merito di Walk on water).

Nel video lo si vedeva impegnato a chiedere la mano della fanciulla che lo accompagna dai tempi di Now you're gone (che pare sia una ex pornostar – evidentemente i due hanno qualcosa in comune), solo che, colpo di scena, lei a un certo punto veniva travolta dalle onde e spariva nella notte. Suspence.

Il video del secondo singolo, I promised myself, vede Basshunter in taxi alla volta di un ospedale in cui, nelle ultime scene, avrà una sorpresa che non sveliamo, un po' perché mi sono perso nella storia (ho la capacità di concentrazione sul testo narrativo di un adolescente) e un po' perché quello che merita è la CANZONE.

I promised myself è, infatti, la stessa canzone che Nick Kamen (!) portò al 'successo' nel 1990 (sta qua, con Raffaella Carrà) e che segnò la fine di uno dei quartetti più importanti della storia della musica, i compianti A*Teens (qui il video).

Un po' banalotta promessa d'amore e un po' inno alla verginità prematrimoniale, I promised myself è un classico smisconosciuto e, a rendere le cose ancora più interessanti, il singolo comprende il remix ad opera di Pete Hammond, uno che negli anni '80 lavorava con Stock, Aitken & Waterman e remixava cose di Jason Donovan. Recentemente tornato attivo (qui è all'opera con Boyfriend degli Alphabeat, che fa diventare la canzone dimentica delle Bananarama), è ora riuscito in una cosa impossibile: fare sì che una canzone del 2009, cover di un originale del 1990, sembri uscita nel 1987:


Su iTunes si trova il singolo, con DUE remix di Pete Hammond, dei 7th Heaven ed altri.




8 settembre 2009
letteratura
walking wounded


Ritrovando la grandiosa Touched by the hand of Cicciolina dei Pop Will Eat Itself (inno  dei Mondiali di calcio del 1990, a meno che l'onore non tocchi davvero a quell'orrore del duetto tra Edoardo Bennato e Gianna Nannini, probabilmente il momento più basso della 'canzone italiana') il cui ritornello – Cicciolina Cicciolina Cicciolina Italia Italia – dice, ahimé, quasi tutto quello che c'è da dire sul nostro paese, ho letto un classico del genere, Porn, di Robert J. Stoller, uno psichiatra la cui bibliografia ha dedicato amplissimo spazio alle questioni di genere e, en passant, alla pornografia.

In questo Porn si raccolgono colloqui con attrici, produttori e vari personaggi del porno eterosessuale americano degli anni '80, senza ombra di giudizio morale ma con l'approccio dell'etnografo. Un libro brusco, che a tratti fa male (sono gli anni in cui la diffusione dell'AIDS era mediaticamente ben presente) e che ricorda che le cose difficilmente sono bianche o nere ma che il grigio domina su tutto.

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte