.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

17 giugno 2010
musica
abba in the snow

Nel 1979 gli Abba divennero un po' disco, con cose come Summer night city, Voulez-vous e la sempre magnifica Gimme Gimme Gimme. A celebrare la svolta, ecco che mi è arrivata la nuova edizione di Voulez-vous, teoricamente un album “disco”, appunto – ma che contiene Chiquitita, quindi l'appellattivo non tiene a lungo. L'edizione 2010 è in due dischi, un cd con l'album originale e qualche rarità (ma nulla di davvero 'inedito') e un dvd, ben più significativo, visto che contiene gran parte di uno speciale della BBC che seguiva gli Abba in Svizzera e che da solo giustifica l'acquisto, per vedere i nostri eroi in mezzo alla neve.

2 maggio 2009
musica
coming up
Alcazar; Disco defenders: dopo un po' di cambiamenti (a un certo punto divennero quattro, ora sono di nuovo tre, ma una delle fanciulle è cambiata) gli svedesi Alcazar (quelli dell'assolutamente perfetta Crying at the discothequequi la versione originale, che si chiamava Spacer ed era del 1979) sono di nuovo fra noi. Il nuovo album è un doppio, con inediti ('now', tra cui Baby, scritta dai Pet Shop Boys) e 'greatest hits' ('and then', in cui massacrano Don't you want me degli Human Leaguequi lo faceva Mandy Smith). Questo è il nuovo singolo, Burning, che pare risentire un po' troppo di Hung up di Madonna:

Depeche Mode; Sounds of the universe: se ne parlava qui, ma ora mi è arrivata l'edizione speciale, che contiene, oltre ad altre cose un po' fatue, un librone fotografico di Anton Corbijin, un ulteriore cd di rarità/inediti (tra cui Oh well, la prima canzone scritta da Martin e Dave, insieme), un dvd e soprattutto un cd di demo (prima volta in assoluto per i DM), che è, direi, la cosa più interessante, visto che offre lo stato embrionale non solo di nuove canzoni ma anche di cose vecchie, come Little 15 o Walking in my shoes. Notevole, e non solo perché il tutto fa bella figura di sé in salotto.
10 gennaio 2009
televisione
bsg80


Malgrado avesse ottimi ascolti, la serie originale di Battlestar Galactica fu soppressa nel 1979, in quanto troppo costosa per la televisione del tempo.

Seguirono però proteste dei fan e dei critici, per cui l'ABC mise in cantiere Galactica 1980, sempre con un'ossessiva attenzione ai costi della cosa. Per risparmiare, si decise di rimuovere gran parte del cast originale, ambientando la serie 30 anni dopo, e riciclando, come 'effetti speciali', sia materiale della serie del '78 e, ancora più ridicolmente, di altri film (le case che crollano durante un attacco dei Cylons derivano dal film Terremoto!). Inoltre i nostri arrivano sulla terra del 1980, così da poter risparmiare su abbigliamenti e scenografie.

Aggiungiamo a questo sviluppi della trama terrificantemente ridicoli (a cominciare dall'abbandono dei viaggi nel tempo dopo l'episodio pilota, passando per Boxie/Troy che fa il capo scout, per finire con una serie che praticamente non ha nulla a che fare con quella da cui deriverebbe – unico spiraglio di dignità nell'ultimo episodio, con il ritorno di Starbuck, ma non fu abbastanza e il telefilm fu soppresso) e capiremo perché in seguito ci siano voluti tipo 15 anni prima che qualcuno provasse a riprendere in mano l'idea originale e fare una serie degna di questo nome...
25 ottobre 2007
letteratura
chierico rosso, o nero


Solo quest'iride posso
lasciarti a testimonianza
d'una fede che fu combattuta.


Non so perché, ma per commentare il corposo In difesa della fede – La Chiesa di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI di Giovanni Miccoli mi è venuta in mente questa sequenza montaliana  (dal Piccolo testamento, in La bufera e altro), forse troppo buona per l’oggetto del contendere.

Il libro è una serrata disamina della Chiesa degli ultimi trent’anni, lontana anni luce sia dalle agiografie giornalistiche (mi vengono le bolle ogni volta che sento sintagmi come ‘il papa venuto da lontano’ o  ‘Ratzinger papa teologo’) sia dai pamphlet pseudo-laicisti.

Si tratta, al contrario, di una attentissima lettura dei documenti pontifici dal 1979 in poi (fatta da uno storico di primo livello), con particolare attenzione alle aperture (scarse, va detto), alle chiusure, agli arroccamenti e ai punti di contatto e alle divergenze fra i due pontefici, con un occhio particolare alla dimensione ecclesiologica e ai rapporti tra Stato e Chiesa.

Una lettura impegnativa, ma essenziale.

sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte