.
Annunci online

cheremone
gaze at the moon until I lose my senses

NEW!!! 

Pet Shop Boys together Mylène Farmer oui mais... non Glee Cast teenage dream Lady Gaga born this way Subsonica il diluvio The Wanted gold forever The Sound Of Arrows nova Eric Saade popular Lady Gaga judas Depeche Mode personal jesus (the stargate mix) Example changed the way you kiss me

 
 

Locations of visitors to this page

c i n q u e l i b r i
Georges Simenon maigret e il ladro indolente Charles Baudelaire saggi sulla letteratura Georges Buby e Michelle Perrot storia delle donne - l'ottocento Guido Gozzano
i colloqui Achille Campanile manuale di conversazione

c i n q u e c a n z o n i
Bananarama careless whisper Manic Street Preachers hazelton avenue Eddy Grant
 I don't wanna dance Groove Armda tuning in Pussycat Dolls whatcha think about that

d v d
dexter season 3 queer as folk season 3 family ties season 3 the simpsons season 13 friday the 13th jason x south park season 2 lie to me season 2 kyle xy season 4 star trek the motion picture hung season 1 glee season 1 earth: final conflict season 2 lost season 6 fringe season 2 24 season 8 coupling season 1 gregor jordan the informers nip/tuck season 6 misfits season 1 v season 1 true blood season 2 curb your enthusiasm season 2 californication season 3 the big bang theory season 1 skins season 5 dynasty season 1 lazzaretti/santolini domani torno a casa pier paolo pasolini salò seinfeld season 1 woody allen incontrerai l'uomo dei tuoi sogni spartacus season 1 the walking dead season 1 bones season 1 faenza/macelloni silvio forever

canzoni che dicono qualcosa
001 / The Smiths
panic
002 / Fiamma Fumana bella ciao 003 / Depeche Mode personal jesus 004 / New Order true faith 005 / The Cure killing an arab  006 / Johnny Cash san quentin 007 / Edith Piaf non, je ne regrette rien 008 / The Clash london calling 009 / Shirley Bassey climb ev'ry mountain 010 / Dusty Springfield I close my eyes and count to ten 011 / Blondie atomic 012 / human league don't you want me 013 / Pet Shop Boys integral 014 / Joy Division love will tear us apart 015 / The Pogues & Kirsty McColl fairytale of new york 016 / Saez jeune et con 017 / Soft Cell say hello wave goodbye

23 marzo 2007
vita scolastica
bright young things - 2
(qui la prima parte) Il ‘concerto’ è il momento in cui la classe si rivela davvero incredibile (in senso positivo); è dall’inizio dell’anno che uno di loro trascorre ore a riscrivere il testo di canzoni care ai ggiovani (cose di un tale ‘Brusco o la sigla dei Cesaroni – che pare quella di Daitan III) adattandole alla loro classe: nascono così gioielli come Non si studia mai da soli o epiche ballate sugli studenti che studiano sempre e prendono sempre 3.
    Il ‘concerto’ consiste nell’esibizione del suddetto fanciullo con gli altri maschietti che motteggiano la sua ‘posse’ e le fanciulle che fanno le fan isteriche sotto il palco.
    Detto così, paiono dei mentecatti, ma giuro che sono stati bellissimi.
    Io continuo a non farmi la doccia, visto che prima di dormire succedono le seguenti cose: 1) le docce delle stanze sono fatte in modo che una persona normale bagni un po’ il pavimento – loro lo allagano interamente e 2) a un fanciullo esce – copiosamente – sangue dal naso.
    Alla fine andiamo a dormire, visto che il giorno dopo ci attende Siracusa...
    Ci svegliamo alle 06:20 (!) con la tattica del bussare alle porte violentemente mentre mi aggiro per i corridoi facendomi la barba col rasoio elettrico.
    In realtà sono bravi e dopo la colazione partiamo in perfetto orario; in pullman si dorme (altro vantaggio del non avere una guida che dica cose inutili) e arriviamo verso le dieci al Museo Archeologico (l’autista dice che di solito le scuole non ci vanno, minchia, ma a me pareva significativo).
    Avevo letto sulla guida che era grandino ma davvero non mi aspettavo una cosa così meravigliosa.
    Dopo il museo, andiamo a piedi verso la Neapolis (la zona archeologica), a visitare in primis le Latomie (ai ggiovani leggo la pagina in cui Tucidide racconta la prigionia degli Ateniesi durante la Guerra del Peloponneso) e l’Orecchio di Dioniso.
    Qui Cheremone si fa internescional e a noi si accoda un gruppetto di moldavi (!) che cercano disperatamente qualcuno che spieghi loro le cose.
    Come è noto ai più, adoro il rumeno e dopo aver fatto sfoggio del mio plurilinguismo (Dragostea! Din! Tei! Despre! Tine! Reclama!) la visita continua con moldavi al seguito fino al meraviglioso Teatro Greco (dove nel 1994, in visita con il Dipartimento di Filologia Classica, vidi il Prometeo e l’Agamennone di Eschilo e gli Acarnesi di Aristofane).
    Ci spostiamo poi verso Ortigia, dove lasciamo i fanciulli liberi per il pranzo e io faccio indigestione di arancini.
    Alle 14:30 ci ritroviamo per una cosa particolare che ero riuscito a organizzare da Roma: la visita al piccolo museo dei pupi e l’anneso spettacolo, solo per noi.
    I ggiovani sono abbastanza ferrati sull’Orlando Furioso per apprezzare Angelica che scappa, i cavalieri che la inseguono, la fonte dell’Amore e quella dell’Odio e Ferraù che ammazza tutti.        
    Figo.

    Andiamo poi verso la fonte Aretusa (il giorno prima di partire avevamo tradotto in classe la paginetta di Cicerone che ne parla) e verso l’ennesima pasticceria (ri-granite).
    Riusciamo a procurarci un pallone per la sera (se ci danno il campetto... ) e torniamo in pullman alla volta dell’albergo.
    Dopo cena (ancora patate, arrosto), il campo ci viene di nuovo negato (‘bisognerebbe accendere le luci’, detto con tono lamentoso, come se ciò fosse inverosimile) per cui rigiochiamo a giochi violenti e poi vado a dormire, pensando a modi fastidiosi di svegliarli il giorno dopo...




permalink | inviato da il 23/3/2007 alle 22:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
  
Rubriche
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte